MotoGP: Scintille anche tra Lorenzo e Simoncelli

MotoGP: Scintille anche tra Lorenzo e SimoncelliMotoGP: Scintille anche tra Lorenzo e Simoncelli

Non bastava la querelle Rossi Stoner con l’australiano che ha accusato a più riprese il pesarese (tutto è nato dalla caduta di Rossi a Jerez che ha coinvolto l’australiano); ora è il turno di Lorenzo e Simoncelli che nella conferenza post-qualifiche del Gran Premio del Portogallo se ne sono dette senza esclusioni di colpi. I due hanno ha avuto un duro scambio di opinioni dopo che Simoncelli è stato interrogato sui commenti fatti dallo spagnolo ieri in Portogallo. Lorenzo aveva parlaro di un Simoncelli “duro” richiamando la bagarre di Valencia 2010 “Non mi piace il suo modo di sorpassare è troppo aggressivo non posso dire nulla di negativo circa la sua velocità, è un grande pilota, molto veloce, un pilota di talento, ma lui è troppo aggressivo e la maggior parte dei piloti la pensa come me.”

Nella conferenza stampa di oggi quando i giornalisti hanno chiesto a SuperSic un commento sulle parole di Lorenzo il pilota del team Gresini ha così risposto : “Ho letto qualcosa che Jorge ha detto sul mio stile di guida, ma per me ha detto delle cose sbagliate. Ha detto che l’anno scorso a Valencia ho superato e lui quasi è caduto, ma questo non è vero perché ero davanti ed ha cercato di passarmi e ha fatto un errore; mi ha anche colpito. Conservo ancora la tuta con i segni della sua gomma. Poi un’altra cosa, alcuni anni fa è stato squalificato dalla Direzione Gara per il suo stile di guida aggressivo, quindi per me ha detto una cosa sbagliata.”

Lorenzo ha poi replicato: “Da parte mia ieri ho parlato con le parole giuste e per me non è un problema se in futuro non accadrà niente. Vedremo cosa succederà.” Simoncelli ha allora risposto dicendo “Mi arresteranno!” e qui sono partite risate generali, che però non sono affatto piaciute a Lorenzo che apparso agitato e serio ha così risposto: “Qui non c’è niente da ridere, non è divertente perché stiamo giocando con la nostra vita e si guida a 300 km/h e siamo in sella a moto molto potenti e molto pesanti. Non si tratta di mini-moto. Questo è uno sport pericoloso e bisogna pensare cosa fare. Non mi piace la lotta non pulita. Anche io ho sbagliato un sacco di volte e sono caduto in Giappone coinvolgendo De Angelis, è stata colpa mia. Così da quel momento ho cercato di guidare pulito. Posso fare un errore, perché sono un essere umano ma di solito quando sono in moto ci penso su due volte. Una cosa è giocare con la propria salute, un’altra è giocare con quella degli altri piloti.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

2 commenti
  1. Avatar

    misteriusman

    1 maggio 2011 at 04:32

    Ti fa paura è …….., spero che Sic ti svernici domani cosi ti calmi un pò arrogante e presuntuoso Lorenzo!!!!!
    Saluti a tutti

  2. Avatar

    MC-Nicky69

    1 maggio 2011 at 19:22

    Lorenzo ha ragione in questo sport bisogna pensarci due volte prima di fare una cosa non si può giocare con la vita degli altri, bisogna essere prudenti anche nei sorpassi anche durante una gara sempre!!!
    Simoncelli ha uno stile molto aggressivo non deve rinunciarvi ma essere un pò più prudente se in passato è stato superficiale per la sicurezza di tutti!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati