MotoGP – Jerez Prove libere 2 – Pedrosa su Stoner e Lorenzo, Rossi 5°

MotoGP – Jerez Prove libere 2 – Pedrosa su Stoner e Lorenzo, Rossi 5°MotoGP – Jerez Prove libere 2 – Pedrosa su Stoner e Lorenzo, Rossi 5°

Si è appena conclusa la seconda sessione di prove libere del GP di Spagna. Sul tracciato di Jerez de la Frontera i 17 piloti della classe regina sono scesi in pista con ottime condizioni climatiche, sole splendente e 27° gradi di temperatura.

A comandare la sessione è Dani Pedrosa: lo spagnolo di Repsol Honda batte il compagno di squadra Stoner con il crono di 1′ 40.101, staccando l’australiano di quasi due decimi. Pedrosa, nonostante il problema al braccio, sembra poter sostenere il ritmo di Stoner, preparando il terreno ad un probabile duello tra i due. Segue a ben 5 decimi Jorge Lorenzo in sella alla M1: nonstante la terza posizione, il maiorchino non è però apparso convinto del suo debutto sul circuito andaluso. In quarta posizione troviamo, invece, quella che sembra essere l’altra Honda di riferimento, ossia la moto ufficiale di Marco Simoncelli, staccato di 6 decimi dalla vetta.

Giornata molto positiva anche per Valentino Rossi. Il campione di Tavullia è apparso molto più a sua agio in sella alla Desmosedici rispetto al Qatar, e a fine sessione ha conquistato il quinto tempo a circa 8 decimi. Situazione che migliora anche per le altre Ducati in pista: Randy De Puniet è sesto, mentre Hayden chiude ottavo e Abraham decimo (nonostante qualche difficoltà in pista).

Da segnalare anche le difficoltà di Andrea Dovizioso: l’italiano rimane piuttosto arretrato rispetto al gruppo dominante di Honda, e passa sul traguardo 12° a più di un secondo di distacco. Situazione ancora molto problematica per Elias: lo spagnolo rimane l’ultimo in classifica, superato anche dal rientrate John Hopkins (16°)  in sella alla Suzuki al posto di Bautista.

Al di là delle osservazioni sulle seconde libere appena concluse, la classifica dei tempi combinati delle due sessioni di prove libere di oggi vede ancora Stoner al comando, seguito a ruota da Pedrosa, mentre Rossi si inserisce in terza posizione. Sono infatti riusciti a migliorare il proprio crono solo Randy De Puniet e Nicky Hayden.

MotoGp Prove Libere 2 Austin - Red Bull Grand Prix of The Americas - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap
1 12 Maverick Vinales Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp 2:03.857
2 93 Marc Marquez Honda Repsol Honda Team 2:03.901 0.044
3 46 Valentino Rossi Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp 2:04.003 0.146
4 43 Jack Miller Ducati Pramac Racing 2:04.005 0.148
5 35 Cal Crutchlow Honda Lcr Honda Castrol 2:04.118 0.261
6 42 Alex Rins Suzuki Team Suzuki Ecstar 2:04.353 0.496
7 44 Pol Espargaro Ktm Red Bull Ktm Factory Racing 2:04.364 0.507
8 21 Franco Morbidelli Yamaha Petronas Yamaha Srt 2:04.548 0.691
9 20 Fabio Quartararo Yamaha Petronas Yamaha Srt 2:04.589 0.732
10 63 Francesco Bagnaia Ducati Pramac Racing 2:04.630 0.773
11 4 Andrea Dovizioso Ducati Ducati Team 2:04.714 0.857
12 36 Joan Mir Suzuki Team Suzuki Ecstar 2:04.851 0.994
13 9 Danilo Petrucci Ducati Ducati Team 2:04.906 1.049
14 41 Aleix Espargaro Aprilia Aprilia Racing Team Gresini 2:04.953 1.096
15 30 Takaaki Nakagami Honda Lcr Honda Idemitsu 2:05.020 1.163
16 99 Jorge Lorenzo Honda Repsol Honda Team 2:05.169 1.312
17 5 Johann Zarco Ktm Red Bull Ktm Factory Racing 2:05.491 1.634
18 29 Andrea Iannone Aprilia Aprilia Racing Team Gresini 2:05.955 2.098
19 17 Karel Abraham Ducati Reale Avintia Racing 2:06.162 2.305
20 53 Tito Rabat Ducati Reale Avintia Racing 2:06.204 2.347
21 88 Miguel Oliveira Ktm Red Bull Ktm Tech 3 2:06.276 2.419
22 55 Hafizh Syahrin Ktm Red Bull Ktm Tech 3 2:06.850 2.993

Austin - Red Bull Grand Prix of The Americas - Risultati Prove Libere 2

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

5 commenti
  1. Avatar

    MANETTA

    1 aprile 2011 at 17:30

    “Giornata molto positiva anche per Valentino Rossi”

    Adesso sono anche giornate molto positive !!!!! cosa dovrebbe fare per far ammettere agli addetti ai lavori che si tratta di prestazioni ALTAMENTE deludenti ??? (in ducati nonostante la facciata stanno rosicando come dei matti,pensavano di poter rubare le caramelle ai bambini)

    Pensate se fosse stato stoner a salire sulla Honda e beccarsi mediamente dagli 6 decimi al secondo, vi ricordo che la moto lasciata nel 2010 era una ducati vincente e lo sarebbe tutt’ora con il canguro in sella (probabilmente con un centinaio di cadute ma almeno senza fare la figura del bollito misto)

    Basta spalancare !! le altre sono solo balle.

  2. Avatar

    Marco

    1 aprile 2011 at 17:57

    Un po’ di rispetto per un 7 volte campione del Mondo della classe regina…
    Aspetta prima di cantare vittoria…aspetta
    Poi pero’ se a Stoner ritorna il vizio rotolante o il mal di pancino…tutti zitti!!!
    Grazie e Forza sempre e comunque Valentino

  3. Avatar

    misteriusman

    2 aprile 2011 at 06:11

    Ci sono dei punti da mettere a fuoco per qualche anti Rossista.Prima cosa la Ducati del 2010 non era vincente per niente, ha vinto solo sulle piste che al canguro piacciono molto e per giunta con Valentino che non era in forma ho non presente per via dell!infortunio, poi la Ducati era sviluppata sul canguro infatti solo lui la guidava forte e ci si rotolava spesso!!!! Poi se questo canguro fosse veramente un fenomeno a Pedrosa dovrebbe rifilare 1 secondo, e invece nonostate Pedrosa non sia in forma non mi sembra che sia molto lontano!!!!!Spero che Valentino si sbrighi a mettere a punto la Ducati cosi da fare crepare di rabbia tutti voi antiRossisti!!!!

    Saluti a tutti

  4. Avatar

    wally

    2 aprile 2011 at 08:40

    Certo che ricordando come combattè e come arrivò stravolto nella prima gara con la yamaha sembrerebbe che Valentino non si impegnato granchè in questo “cambio” di scuderia! non sembra la stessa persona.
    Forza, Valentino dacci dentro!
    A rivederti.

  5. Avatar

    fabio

    29 aprile 2011 at 15:26

    io non tifo rossi ne nessun altro mi dispiace per dovizioso e capirossi che non riescono ad andare come vorrebbero tutti gli italiani,visto che anche simoncelli riesce ad andare forte quest’anno la honda è una moto più facile da mettere a punto e la ducati no lo dimostra il fatto che per ora nessuna ducati va bene solo carlos checa in sbk ma quella è un altra cosa e uno spettacolo molto più appassionante curva dopo curva.
    comunque viva la competizione ma non ci sono solo rossi e stoner…..sembra che la moto gp venga fatta solo da loro due. ciao

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati