MotoGP – Rossi Ducati, i perchè di un 15°tempo e il parere di Lorenzo e Stoner

MotoGP – Rossi Ducati, i perchè di un 15°tempo e il parere di Lorenzo e StonerMotoGP – Rossi Ducati, i perchè di un 15°tempo e il parere di Lorenzo e Stoner

Il test di Valencia nonostante il quindicesimo tempo finale potrebbe rivelarsi decisivo per Valentino Rossi e la Ducati. Il pilota pesare che come scritto sopra ha chiuso troppo indietro per il suo talento a questo punto deve davvero ringraziare la Yamaha per avergli dato il permesso di provare in questa due giorni. Infatti tutte le difficoltà incontrate sarebbero venute fuori solo a Sepang a febbraio (prossimo test MotoGP) e allora sarebbe stato davvero un bel guaio.

Ora invece seppure lavorando duramente si può uscire da questa situazione. Tutti sapevano che la Ducati è una moto difficile da mettere a punto, tutti sapevano che andare veramente forte in sella alla Rossa di Borgo Panigale non è facile e che a riuscirci era stato solo Casey Stoner; di certo nessuno si aspettava un Rossi così indietro, cerchiamo di analizzare meglio i fatti.

Rossi è un pilota abituato ad avere una moto davvero stabile all’anteriore, un po’ quello che è adesso la Yamaha e invece la Desmosedici (e sappiamo che Stoner l’ha sempre detto) tende ad allargare la traiettoria e cambiare la forcella non ha risolto i problemi, ci vuole qualcosa di più sostanziale.

Come ha detto Filippo Preziosi ora Rossi dovrà cercare di adattare il proprio stile di guida alla Ducati, ma soprattutto gli uomini di Borgo Panigale dovranno lavorare tanto per “cucire” la moto addosso al pesarese. Tra le altre cose viste le difficoltà incontrate, non è stato possibile decidere quale motore utilizzare, anche se a questo punto sembra si vada verso quello Big bang, accantonando quello screamer, molto più cattivo agli alti regimi.

Rossi e Burgess hanno comunque dato molte indicazione alla Ducati su come lavorare e sia Lorenzo che Stoner hanno voluto dire la loro. Ecco le loro parole.

“Rossi è un pilota che ragiona molto – ha detto Jorge Lorenzo – Meno instintivo di noi giovani. Si poteva pensare che non sarebbe stata una passeggiata il suo inizio con la Ducati. Sicuramente Stoner alla Honda si è subito adattato ma a Rossi ci vuole tempo per capire la moto.”

“Valentino deve adattarsi alla Ducati, ha un feeling diverso ed ha bisogno di tempo – ha detto invece Casey Stoner, ex pilota Ducati – Il vero problema per lui è che ci sono pochi test ma questi due giorni sono stati importanti.”

Ora Rossi si opererà alla spalla, probabilmente all’inizio della prossima settimana, gli uomini in Rosso invece dovranno lavorare sodo per consegnare un mezzo più adatto alle caratteristiche del pesarese per i prossimi test di Sepang, test che come detto sopra sono in programma per febbraio 2011.

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

MotoGP | Suzuki in Top Class almeno fino al 2026

Dopo KTM, Ducati, Team LCR, Honda e Yamaha, anche Suzuki rinnova la sua presenza in Top Class
Condividi su WhatsAppSuzuki MotoGP – Dopo KTM, Ducati, Team LCR, Honda e Yamaha, anche la Suzuki ha prolungato l’accordo con