MotoGP – Jorge Lorenzo World Champion: “Jerez la gara più bella”

MotoGP – Jorge Lorenzo World Champion: “Jerez la gara più bella”MotoGP – Jorge Lorenzo World Champion: “Jerez la gara più bella”

“Questo è il mio primo titolo nella categoria regina ed anche il mio sogno diventato realtà! E’ veramente il massimo cui un motociclista possa aspirare nella sua carriera. Sono momenti che meritano di essere vissuti attimo per attimo. Se hai pensato a questo istante per tutta la vita e adesso ti ritrovi a viverlo davvero, è difficile capire cosa fare e cosa commentare. Sto cercando di restare rilassato, di parlare tranquillo e di non dire qualche scemenza! Mi sento molto stanco, avrei bisogno di restare solo con me stesso per qualche minuti, giusto per riflettere su cosa ho combinato.

Avrei molte persone da ringraziare, è difficile trovare le parole ma devo citare la Yamaha, tutto il mio team, Bridgestone e tutti quanti hanno contribuito al trionfo. Ovviamente devo mille grazie ai miei fans, che sono rimasti con me passo dopo passo.

Oggi sarebbe stato perfetto vincere, ma non era il momento. Ho fatto una bella partenza e guidavo bene, ho pensato di poter andare in fuga con Andrea ma quando mi hanno passato sia lui che Valentino ho visto che per provare a vincere a vincere avrei dovuto prendere troppi rischi. Così ho preferito puntare a finire la corsa.

Le corse sono la mia passione e il mio lavoro ma sono anche un gioco, per questo alla fine ho mostrato il cartello “Game Over”. Il duello è finito, sono Campione del Mondo! Non posso parlare del futuro adesso, voglio solo celebrare il mio primo titolo della MotoGP senza pensare a quello che accadrà dopo questa notte. Il futuro sarà difficile ed eccitante, ho degli avversari fortissimi, ma non è giusto parlarne adesso, meglio godersi il momento.

Phillip Island non è il mio tracciato preferito con la MotoGp ma voglio provare a vincere perché lì non sono mai riuscito. Voglio vincere ancora in questa stagione e lotterò duramente per l’obbiettivo.

Ho portato a termine un lungo cammino. In una carriera alcune cose succedono lentamente, altre alla velocità della luce. Sono approdato al Motomondiale da ultimo della classe in 125 e adesso sono campione del Mondo della MotoGP. E’ incredibile quanto la vita possa cambiare. Ma devi lottare duro per farcela. Sono stato fortunato perché ho sempre avuto ottime moto e ottimi team. Inoltre la gente ha avuto fiducia in me e io ringrazio tutti per questo. La stagione non era cominciata bene, per il dito rotto nei test invernali, ma è finita nel migliore modo possibile. Se dovessi scegliere le tre tre gare più belle, al primo posto metterei Jerez perché non avevo mai vinto su quella pista con la MotoGP e inoltre Jerez è il miglior posto per vincere una gara. Al secondo metto Silverstone, perché lì sono stato molto veloce e aggressivo. E per finire la Malesia, non tanto per la gara, quanto perché c’era il Mondiale in gioco. Non so se la prossima stagione userò il numero uno: se riuscirò a fare una buona grafica certamente, altrimenti resterò fedele al mio 99. Campione del Mondo, suonano bene queste parole. Mi pare di essere diventato il re del Mondo e sicuramente cercherò di passare nel miglior modo la prossima notte!”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati