MotoGP – Barcellona – Report Bridgestone

MotoGP – Barcellona – Report BridgestoneMotoGP – Barcellona – Report Bridgestone

Jorge Lorenzo (Fiat Yamaha Team) ha ottenuto la quinta vittoria della stagione, la terza consecutiva, nel Gran Premio di Catalunya, disputatosi sul tracciato di Barcellona, utilizzando la tipologia di pneumatico più dura per l’anteriore, mentre per il posteriore ha optato per il pneumatico con mescola più morbida. Il vincitore ha preceduto Dani Pedrosa (Honda Repsol) e Casey Stoner (Ducati Marlboro). Dopo aver mostrato un’eccellente durata e consistenza nel corso della sessione di qualifica con temperature particolarmente elevate, la tipologia di pneumatico con mescola più morbida per il posteriore ha rappresentato l’opzione preferita dalla maggior parte dei piloti. Solo Randy de Puniet (LCR Honda), Loris Capirossi (Rizla Suzuki), Mika Kallio (Pramac Racing Team) e Wataru Yoshikawa (Fiat Yamaha Team) hanno utilizzato in gara il pneumatico con mescola più dura. La mescola più morbida per il posteriore ha dimostrato di essere la scelta vincente, utilizzata dai primi tre piloti al traguardo. Tutti i piloti, con la sola eccezione di Hector Barbera (Paginas Amarillas Aspar), hanno utilizzato per l’anteriore la tipologia di pneumatico con mescola più dura per l’elevata temperatura della pista, che ha raggiunto i 55°C. Le pesanti frenate e le condizioni del manto stradale, in aggiunta alle elevate temperature, hanno messo a dura prova la durata del pneumatico anteriore. La performance dei pneumatici è stata consistente per l’intera durata di gara.

Hiroshi Yasukawa – Responsabile Bridgestone Motorsport: “Congratulazioni a Jorge e al team Fiat Yamaha per la terza vittoria consecutiva della stagione. La Spagna è un mercato strategicamente molto importante per noi ed è bello vedere che la MotoGP sia così popolare in questo paese. Abbiamo invitato numerosi ospiti e celebrità in circuito nel corso dell’intero weekend per mostrare la nostra attività in MotoGP. Il nostro marchio era presente in numerosi settori del tracciato e sono contento che attraverso le televisioni di tutto il mondo il marchio Bridgestone abbia avuto visibilità.”

Tohru Ubukata – Responsabile Sviluppo Bridgestone Motorsport: “Lo scorso anno in Catalunya abbiamo portato le stesse specifiche e tutti i piloti avevano scelto la tipologia di pneumatico con mescola più dura. Quest’anno anche con la temperatura della pista più elevata l’opzione di mescola più morbida al posteriore ha dimostrato un eccellente rendimento in gara, quindi sono molto soddisfatto e questo dimostra quanto i team abbiano migliorato il pacchetto moto-pneumatici con un unico fornitore di pneumatici. In apparenza l’usura del pneumatico anteriore è stata buona ma, come sperimentato da alcuni piloti, le elevate temperature hanno condizionato la stabilità sull’anteriore nelle fasi di pesanti frenate in questo tracciato impegnativo. Molti piloti hanno lottato fino alla fine e con la temperatura elevata e le condizioni della pista la sfida per i pneumatici è stata particolarmente severa, ma i tempi hanno mostrato la buona consistenza sia dei pneumatici anteriori sia di quelli posteriori nel corso dell’intera distanza di gara.”

Jorge Lorenzo – Fiat Yamaha Team – Vincitore: “E’ stata una gara molto difficile e credo di aver guidato in maniera intelligente. Le condizioni della pista erano peggiori rispetto al resto del weekend, specialmente per il pneumatico anteriore. Dalla prima curva la pista ha iniziato ad essere scivolosa, ma fortunatamente il pneumatico anteriore è stato performante e ho potuto essere consistente. Non sapevo quale pneumatico posteriore utilizzare per la gara e non volevo rischiare, quindi abbiamo optato per la mescola più morbida. E’ stata una gara impegnativa fino alla fine e sono molto contento della vittoria. Vincere cinque gare su sette è fantastico!”.

Mescole di pneumatici disponibili:
Anteriore: media, dura
Posteriore: dura, extra dura (asimmetrica)

Primi dieci classificati in gara e tipologia di mescola scelta per il pneumatico anteriore e posteriore:
1° Jorge Lorenzo (Fiat Yamaha Team) 43m22.805s dura, dura
2° Dani Pedrosa (Repsol Honda Team) 43m27.559s +4.754s dura, dura
3° Casey Stoner (Ducati Team) 43m27.761s +4.956s dura, dura
4° Randy de Puniet (LCR Honda MotoGP) 43m40.862s +18.057s dura, extra dura
5° Alvaro Bautista (Rizla Suzuki MotoGP) 43m44.166s +21.361s dura, dura
6° Ben Spies (Monster Yamaha Tech3) 43m44.308s +21.50s dura, dura
7° Loris Capirossi (Rizla Suzuki MotoGP) 43m46.986s +24.181s dura, extra dura
8° Nicky Hayden (Ducati Team) 43m50.746s +27.941s dura, dura
9° Marco Melandri (San Carlo Honda Gresini) 43m50.851s +28.046s dura, dura
10° Hector Barbera (Paginas Amarillas Aspar) 43m55.244s +32.439s media, dura

Tempo: asciutto Temperature: aria: 33°C; pista: 55°C

Bridgestone MotorSport

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

MotoGP | Andrea Dovizioso infortunio in motocross

Il forlivese sembra non aver riportato nulla di grave ma sono in corso accertamenti medici
Condividi su WhatsAppMotoGP – Non è partita nel migliore dei modi l’avventura in motocross di Andrea Dovizioso. Il forlivese infatti