Superbike – Preview Kyalami – Toseland e Crutchlow pronti per la sfida

Superbike – Preview Kyalami – Toseland e Crutchlow pronti per la sfidaSuperbike – Preview Kyalami – Toseland e Crutchlow pronti per la sfida

Solo due giorni di relax dopo Monza e poi l’aereo ha portato il team Yamaha Sterilgarda in Sud Africa per la sesta prova del mondiale Superbike. Non c’è tempo per recuperare, ma solo per lavorare e mettersi alle spalle la sfortuna patita sulla pista di casa in gara 2, quando Toseland è andato subito a terra in una violenta caduta di gruppo alla prima variante e Crutchlow è stato messo al tappeto da un sasso conficcatosi nel radiatore dell’olio, cancellando subito la gioia per il doppio podio ottenuto nella prima gara.

“Ho una gran voglia di tornare in sella, per dimenticare Monza e la sfortuna che ho avuto in gara2. – ha detto Cal Crtuchlow– Kyalami è una pista che mi piace, lo scorso anno avevo concluso secondo al termine di una bella gara in Supersport e quest’anno voglio vincere in Superbike!”

“Penso che la nostra dose di sfortuna l’abbiamo spesa tutta per quest’anno – racconta James Toseland – A Monza avevamo lavorato bene, la moto ora è molto competitiva, e invece la caduta iniziale mi ha estromesso dalla lotta per la vittoria, che peccato. Il gap dal primo è aumentato e il compito è più difficile, però mancano 16 gare e ce la metterò tutta per fare molti podi.”

Frankie Carchedi, capo tecnico di Toseland, spiega le particolarità tecniche di Kyalami.
“ Kyalami è un tracciato completamente diverso da Monza. Per prima cosa sorge in alta quota, questo penalizza i motori che erogano minor potenza, è una pista tortuosa, stretta e non ha rettilinei da sesta marcia e così dovremo modificare il cambio. Inoltre anche le sospensioni sono molto sollecitate perché il fondo è sconnesso e quindi dovremo lavorare sul set up per permettere a forcella e ammortizzatore di copiare al meglio le asperità dell’asfalto. Per questo a Misnao nei test avevamo provato nuovi link per poter affrontare al meglio Kyalami e anche se i tempi non ci avevano dato ragione avevamo trovato una buona trazione. Fondamentale sarà fare una bella Superpole per partire davanti, perché è una di quelle piste dove è difficile sorpassare.

Kyalami secondo l’esperienza di Marcus Eschenbacher, capo tecnico di Cal Crutchlow
“A Monza abbiamo dimostrato la competitività della nostra moto e di Cal. Adesso affronteremo una pista con un asfalto sconnesso, pieno di buche con poco grip e situato in altura. Per questa serie di cose dovremo lavorare sul set up che dovrà essere più morbido rispetto a Monza e lavorare così su telaio e sospensioni per offrire a Cal la miglior trazione possibile per avere grip.”

Massimo Meregalli, Yamaha Sterilgarda World Superbike Team Manager
“Kyalami lo scorso anno è stata una delle piste più ostiche per noi. Per questo sono convinto che lo sviluppo fatto sulla moto sia di aiuto in questo week end. Intendiamo iniziare il week end come terminato in gara1 domenica scorsa. Sono felice che James sia al via e pronto a lottare dopo la brutta botta di Monza, fortunatamente risoltasi senza conseguenze.”

Yamaha WSBK Team

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati