Superbike – Monza – Le dichiarazioni dei protagonisti

Superbike – Monza – Le dichiarazioni dei protagonistiSuperbike – Monza – Le dichiarazioni dei protagonisti

Max Biaggi – Aprilia – Vincitore di Gara 1 e Gara 2
“Gara2 è stata la conclusione fantastica di un weekend eccezionale. Se qualcuno un giorno mi avesse chiesto di pensare alla gara perfetta, il risultato sarebbe stato molto simile a quanto accaduto oggi. Devo ringraziare tutta la squadra, con i ragazzi ci sono intesa e affetto, tutto funziona a meraviglia e si lavora bene. Dopo gara1 volevo guadagnare un po’ più di feeling. Un rischio, perché solitamente moto che vince non si cambia, invece abbiamo avuto ragione e le modifiche mi hanno permesso di fare la differenza. Faccio i miei complimenti anche a Leon Haslam e Troy Corser, hanno contribuito anche loro al grande spettacolo di Monza.”

Leon Camier – Aprilia – Gara 1: 5th, Gara 2: 4nd
“Il weekend è stato positivo. Anche in gara2 sono scattato bene alla partenza; peccato per il contatto alla prima variante che mi ha fatto perdere tempo rispetto al gruppo di testa. Ho recuperato, ma qualche errore di troppo non mi ha permesso di azzerare il gap nonostante ce l’abbia messa tutta fino in fondo. Sono contento del quarto posto, sto crescendo, lo sento, e so che siamo pronti a raggiungere risultati di rilievo. Complimenti a Max per le due gare strepitose.”

Jonathan Rea – Honda – Gara 1: ritirato, Gara 2: ritirato
“Beh è stato un brutto weekend per il nostro assalto al campionato. Ho fatto un piccolo errore alla fine del rettilineo di ritorno nella prima gara quando stavo cercando di evitare Leon [Haslam] e Cal [Crutchlow]. Poi gara due è finita prima di cominciare alla prima curva. Ma non sono giù di corda. E’ in momenti come questi che si può veramente vedere la forza di una squadra e so che questa squadra è davvero molto forte. Mi hanno dato una buona moto questo fine settimana. Sono davvero molto eccitato per le sfide future, perché siamo stati in grado di recuperare un bel po’ di punti alla fine della scorsa stagione. Saremo tutti uniti e ora sono fermamente intenzionato a tornare a vincere a Kyalami il prossimo weekend.”

Leon Haslam – Suzuki – Gara 1: 4th, Gara 2: 2nd
“Oggi è stata una dura giornata e sono felice di lasciare Monza ancora in testa alla classifica. Max era forte qui e sapevo che sarebbe stata dura in entrambe le gare. Il podio in gara due è stato un faticoso lavoro, ma oggi non volevo perderlo e nemmeno la testa. Ho avuto un momento veramente forte in gara due, sono stato sbalzato dalla sella per due volte nello spazio di una frazione di secondo. In qualche modo sono rimasto sulla moto, ma ci sono andato molto vicino! Dopo la caduta di Cal, Troy mi seguiva a ruota, e Max era troppo lontano, impossibile riprenderlo così ho preferito la seconda posizione. Mentre stavo cadendo mi sono fatto male al polso e avevo abbastanza dolore ma sono riuscito ad arrivare alla fine. In gara uno ho perso il contatto con i primi e poi ho avuto un problema di grip negli ultimi quattro cinque giri e non riuscivo più ad uscire dalle curve veloce come avrei voluto. Per gara due abbiamo fatto alcuni piccoli cambiamenti alle sospensione(pochi clic qui e là) e la moto era decisamente meglio da guidare.”

James Toseland, – Yamaha World Superbike Team Sterilgarda, Gara 1 – 2°, Gara 2 – Ritirato
“Il team ha svolto un ottimo lavoro, perché piazzare sia me che Cal sul podio nella gara di casa è una bella impresa. La gara è stata combattuta e dura. Biaggi è stato bravo a non commettere errori ed a sfruttare la velocità della sua moto. Sono comunque soddisfatto del risultato di gara uno perché è il frutto del buon lavoro svolto dal team.”

Cal Crutchlow – Yamaha World Superbike Team Sterilgarda, Gara 1 – 3°, Gara 2 – Ritirato)
“Non ho fatto una buona partenza e così alla prima variante ero dietro a tutti. Poi ho recuperato ed è iniziata una bella bagarre. Bello salire sul podio insieme a James. La squadra ha lavorato bene e abbiamo ottenuto un buon risultato sulla pista di casa del team. In gara 2 sono partito bene e mi sono messo dietro a Max. L’ho studiato e avevo in mente di passarlo all’ultimo giro; sapevo come e dove attaccarlo. Incredibilmente però una sassata ha rovinato tutto. Purtroppo un sasso ha bucato il radiatore dell’olio con il risultato di sporcare la ruota posteriore e facendomi quindi scivolare alla prima chicane.”

Michel Fabrizio – Ducati – Gara 1 – 7°, Gara 2 – Ritirato
“Gara 1 è andata abbastanza bene; è solo un peccato non aver avuto una velocità di punta sufficiente per stare con gli altri in rettilineo, con un po’ di potenza in più avrei potuto fare molto meglio. In Gara 2 sono uscito di pista quando alcuni piloti sono caduti alla prima chicane. Ho provato a continuare a guidare ma non riuscivo a cambiare bene le marce e poco dopo sono scivolato perdendo il posteriore. Oggi è stata dura ma almeno abbiamo portato a casa dei punti preziosi e adesso speriamo che vada meglio a Kyalami.”

Noriyuki Haga – Ducati – Gara 1 – 11° , Gara 2 – 6°
“Ho avuto molte difficoltà a far curvare la moto in entrambe le gare e mancava un po’ di “grip” sul posteriore. In Gara 1 dovevo piegare tantissimo per far girare la moto come volevo e naturalmente questo mi faceva perdere molto tempo. Prima di Gara 2 abbiamo fatto qualche modifica migliorando un po’ il problema. L’aderenza è stata buona nei primi cinque giri ma da metà gara in poi è stata davvero dura, la moto tendeva ad allargare ed era difficile controllarla. Alla fine sono soddisfatto di essere arrivato sesto, è stato un fine settimana molto impegnativo.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati