MotoGP – La Suzuki al Tourist Trophy, parola a Loris Capirossi e Cameron Donald

MotoGP – La Suzuki al Tourist Trophy, parola a Loris Capirossi e Cameron DonaldMotoGP – La Suzuki al Tourist Trophy, parola a Loris Capirossi e Cameron Donald

Come già scritto nei giorni scorsi, per la prima volta una MotoGP percorrerà un giro dell’Isola di Man. A guidarla sarà il vincitore del TT 2008 Cameron Donald che per l’occasione utilizzerà la moto che Capirossi ha portato in pista in Qatar in occasione dei suoi 300 GP nel motomondiale. Ecco le parole dello stesso Capirossi (che sarà presente al TT) e di Cameron Donald (entrambi nella foto).

Loris Capirossi – Pilota Rizla Suzuki MotoGP:
“Sono davvero eccitato all’idea di visitare l’Isola di Man e sostenere Suzuki nella celebrazione del suo 50° anno, sarà bello andare lì ed essere coinvolti. Non sono mai stato al TT prima, quindi sarà sorprendente vedere quei ‘pazzi’ ragazzi in pista, ma non sono sicuro che si possa chiamare pista con tutte quelle case e le cose intorno. Non è come tutti i circuiti a cui sono abituato! Penso che sia un evento che interessa tutti nel mondo del motociclismo dove dovrebbero andare almeno una volta nella loro vita e dopo la prima volta sono sicuro che io tornerò di nuovo. Voglio fare un giro completo, ma non così rapido come quei ragazzi, così posso vedere di persona cosa significa e con che cosa devono fare i conti.”

Cameron Donald – Vincitore del TT 2008:
“Avere la possibilità di guidare una MotoGP è una cosa, ma sentirsi proporre la Rizla Suzuki GSV-R è un sogno che diventa realtà. Se mi fosse stata data l’opportunità di guidarla su un circuito, qualsiasi circuito, sarei stato più che felice, ma girare attorno al famoso circuito dell’Isola di Man al TT dove piegare il mio mestiere, è un’altra cosa. Ho passato il tempo con i ragazzi Rizla Suzuki a Phillip Island lo scorso anno e mi hanno fatto sentire più che benvenuto. Loris Capirossi è un ragazzo grande e una leggenda dei Gran Premi, quindi guidare una delle sue moto è un onore. Vorrei ringraziare tutti alla Suzuki e boss del team Relentless by TAS Suzuki e Rizla Suzuki, Philip Neill e Paul Denning per avere reso questo possibile. E’ un anno speciale per la Suzuki come produttore e un anniversario molto speciale per la gamma GSX-R. Così, mentre il mio obiettivo sarà mettere la Relentless by TAS Suzuki sul gradino più alto del podio quest’anno sull’Isola, salire in sella alla GSV-R sarà la ciliegina sulla torta.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati