Superbike – SuperPole Portimao – Crutchlow precede Biaggi e Checa

Superbike – SuperPole Portimao – Crutchlow precede Biaggi e ChecaSuperbike – SuperPole Portimao – Crutchlow precede Biaggi e Checa

La Superpole non ha smentito la sua fama di fabbrica di emozioni. Durante i tre step del momento determinante per la formazione della griglia, molti sono stati gli episodi che hanno catalizzato l’interesse degli appassionati giunti (già numerosi) sul circuito portoghese e di quelli che hanno seguito la prova in diretta dai teleschermi.

Innanzitutto c’è da segnalare nuovamente una Yamaha al vertice della Superpole, questa volta con Crutchlow alla guida. Il campione del mondo uscente della Supersport è stato molto efficace e grazie anche alle sue passate esperienze nel campionato inglese, ha sfruttato al meglio le gomme da qualifica. Cal è sceso di poco più di tre decimi sotto il record ufficioso stabilito dal campione del mondo uscente Ben Spies (Yamaha).

A fianco dell’inglese si muoverà un Max Biaggi (Aprilia) molto grintoso che è stato sempre veloce anche in assetto gara e che domani si muoverà con a fianco anche Carlos Checa (Ducati) e Leon Haslam (Suzuki), vincitori delle due gare a Phillip Island.

Dalla seconda fila partiranno le due Ducati “private” di Smrz e Byrne, insieme alla Honda di Jonathan Rea e alla BMW di Troy Corser. L’australiano è stato vittima della rottura del motore nel primo step ma, tornato subito ai box, è riuscito a realizzare tempi che lo hanno portato, appunto in seconda fila.

Sfortunato James Toseland, sbalzato dalla sua Yamaha R1 nel corso della seconda frazione, che si muoverà dalla quarta fila insieme ai due italiani Lanzi e Scassa e a Neukirchner, anche lui caduto.

Superpole negativa per la Ducati ufficiale con Fabrizio e Haga eliminati già dalla prima frazione e che domani partiranno dalla quinta fila, insieme alle BMW private di Pitt e Tamada. Per le bicilindriche bolognesi una gara che comincia con una rimonta.

I tempi: 1. Crutchlow C. (GBR) Yamaha YZF R1 1’42.092; 2. Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 1000 F. 1’42.513; 3. Checa C. (ESP) Ducati 1098 R 1’42.586; 4. Haslam L. (GBR) Suzuki GSX-R1000 1’42.596; 5. Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 1’42.807; 6. Smrz J. (CZE) Ducati 1098R 1’42.8897. Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 1’42.960; 8. Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 1’43.152; 9. Guintoli S. (FRA) Suzuki GSX-R1000 1’42.984; 10. Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 1’42.999; 11. Camier L. (GBR) Aprilia RSV4 1000 F. 1’43.039; 12. Sykes T. (GBR) Kawasaki ZX 10R 1’43.199; 13. Neukirchner M. (GER) Honda CBR1000RR 1’43.380; 14. Lanzi L. (ITA) Ducati 1098R 1’43.568; 15. Toseland J. (GBR) Yamaha YZF R11’49.401; 16. Scassa L. (ITA) Ducati 1098R 1’44.249

SUPERSPORT: LAVERTY (HONDA) DAVANTI A SOFUOGLU. PIRRO 3°

Eugene Laverty partirà in pole position nella gara di domani, dando un’ulteriore soddisfazione al team Parkalgar che ha la sua base proprio sul circuito portoghese di Portimao. L’irlandese, già vincitore a Phillip Island, ha preceduto le altre due Honda di Kenan Sofuoglu e Michele Pirro e la Kawasaki di Joan Lascorz.

Fabien Foret con un’altra Kawasaki, questa volta del team italiano Lorenzini, si muoverà dalla seconda fila affiancata dalla prima delle Triumph, quella guidata da Chaz Davies.

Sempre nelle retrovie gli altri italiani, il migliore dei quali è Massimo Roccoli (Honda), 14°, mentre Paola Cazzola è 18° alle spalle del compagno di squadra Danilo Dell’Omo.

I tempi: 1. Laverty E. (IRL) Honda CBR600RR 1’45.169; 2. Sofuoglu K. (TUR) Honda CBR600RR 1’45.313; 3. Pirro M. (ITA) Honda CBR600RR 1’45.828; 4. Lascorz J. (ESP) Kawasaki ZX-6R 1’45.903; 5. Foret F. (FRA) Kawasaki ZX-6R 1’46.082; 6. Davies C. (GBR) Triumph Daytona 675 1’46.161; 7. Fujiwara K. (JPN) Kawasaki ZX-6R 1’46.415; 8. Praia M. (POR) Honda CBR600RR 1’46.566

SUPERSTOCK: RECORD UFFICIOSO PER IL DEBUTTO DELLA BMW

Esordio con record ufficioso della pista per la Superstock, per la S 1000 RR del team BMW Motorrad Italia affidata ad Ayrton Badovini, che ha migliorato di quasi mezzo secondo il primato stabilito da Simeon con la Ducati. A fianco dell’italiano troviamo Maxime Berger con la Honda e altri due piloti tricolori, i debuttanti della categoria Marco Bussolotti e Eddi La Marra, anche loro con la quattro cilindri giapponese.

I tempi: 1. Badovini A. (ITA) BMW S1000 RR 1’45.773; 2. Berger M. (FRA) Honda CBR1000RR 1’46.241; 3. Bussolotti M. (ITA) Honda CBR1000RR 1’46.609; 4. La Marra E. (ITA) Honda CBR1000RR 1’46.759; 5. Baz L. (FRA) Yamaha YZF R1 1’46.821; 6. Magnoni M. (ITA) Honda CBR1000RR 1’46.839; 7. Antonelli A. (ITA) Honda CBR1000RR 1’46.884; 8. Baroni L. (ITA) Ducati 1098R 1’46.895

SUPERSTOCK 600: VITTORIA DI GUARNONI NELLA PRIMA GARA EUROPEA

Dopo la caduta del favorito Florian Marino nelle prime battute della prima prova del Campionato Europeo Superstock 600, la vittoria è andata ad un altro transalpino Jeremy Guarnoni (Yamaha) che ha preceduto ancora un francese Romain Lanusse (Yamaha) e il norvegese Karlsen (Suzuki). Il migliore degli italiani è stato Davide Fanelli (Honda), quinto, che ha preceduto Cecchini (Triumph) e Lombardi (Yamaha).

I tempi: 1. Guarnoni J. (FRA) Yamaha YZF R6 18’18.901 (150,434 kph); 2. Lanusse R. (FRA) Yamaha YZF R6 6.101; 3. Karlsen F. (NOR) Yamaha YZF R6 6.277; 4. Calero Perez N. (ESP) Yamaha YZF R6 6.527; 5. Fanelli D. (ITA) Honda CBR600RR 7.916; 6. Cecchini R. (ITA) Triumph Daytona 675 10.090; 7. Lombardi B. (ITA) Yamaha YZF R6 10.724; 8. Major N. (FRA) Yamaha YZF R6 14.105

IMPORTANTE RICONOSCIMENTO PER PAOLO FLAMMINI

Nela Sala Stampa del circuito di Portimao, alla presenza di numerosi giornalisti di tutto il mondo, Jorge Viegas, Presidente della Federazione Motociclistica Portoghese e Paulo Pinheiro, Amministratore Delegato di Parkalgar, hanno consegnato a nome della Federazione Motociclistica nazionale una medaglia al merito a Paolo Flammini, Amministratore Delegato di Infront Motorsports per aver contribuito allo sviluppo del motociclismo in Portogallo.

“Sono davvero onorato di ricevere la prestigiosa medaglia d’onore dalla Federação de Motociclismo de Portugal, una federazione che ha forti legami al Mondiale Superbike. – ha dichiarato Paolo Flammini – Farò tesoro di questa medaglia, e mi auguro che si possa continuare a visitare l’Algarve e questo circuito Portimão meraviglioso per molti anni a venire. Siamo stati il primo evento internazionale motociclistico su questo autodromo alla fine del 2008 e da allora questa gara è cresciuta in importanza, diventando parte integrante del nostro calendario, con grande soddisfazione di piloti, squadre e tifosi “.

Press Office SBK

Superbike – SuperPole Portimao – Crutchlow precede Biaggi e Checa
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati