Moto2 – Julian Simon: ”Sono sereno e fiducioso”

Moto2 – Julian Simon: ”Sono sereno e fiducioso”Moto2 – Julian Simon: ”Sono sereno e fiducioso”

Julian Simon, presente alla manifestazione “Pinguino de oro 2010”, ha ricevuto il premio da parte del club Turismoto, organizzatore della più grande concentrazione di motociclisti invernali in Europa. Il pilota spagnolo che il prossimo anno correrà in Moto2 sempre con il Team Aspar è stato premiato il giorno di chiusura della manifestazione, il 10 gennaio 2010. Il campione 2009 della ottavo di litro ha risposto a domande sul suo futuro, a lui la parola.

“Sono sereni e fiducioso, sarà una stagione molto bella e partiremo alla pari – ha detto Simon così come riportato da “AS” edizione online – Cominciamo bene, perché abbiamo una grande squadra. Ho provato diverse moto ed ho scelto quella che mi piaceva di più.”
La moto scelta dovrebbe essere la RSV di Salvatore Giorladino e Riccardo Drisaldi, moto con il quale Simon ha raggiunto il suo best-time.

Simon ha poi parlato della manifestazione
“Penso che sia meraviglioso essere qui, sopportando il freddo. Voi siete la chiave per le nostre vittorie, e per questo meritate un grande applauso.”

Tra gli altri sono stati premiati anche Carmelo Ezpeleta, Ceo di Dorna e Dennis Noyes, giornalista americano “per i suoi anni di dedizione al mondo del motociclismo”, dove è considerato un ‘uomo libero’, in quanto si tratta di un vero specialista ed ha anche un figlio che partecipa alla Campionato di Spagna e che quest’anno farà il mondiale.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Moto2

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    eugenio

    13 gennaio 2010 at 01:58

    Un consiglio a tutto il team Aspar……

    di riprovare la rsv in un altro circuito e con un motore di serie come le altre e comparare con le seguenti.

    Vedrete che cambierete idea!!!!!

    Le migliori:

    FTR

    KALEX,SUTER,MORIWAKI

    TECH 3

    P.S. non bisogna farsi accecare dalla potenza del motore che durante il campionato sarà per tutti uguali.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati