MotoGP – Phillip Island – Report Bridgestone

Il pilota australiano Casey Stoner (Ducati Marlboro) ha trionfato nel Gran Premio di casa, disputato sul tracciato di Phillip Island, al termine di una competizione particolarmente serrata con Valentino Rossi (Fiat Yamaha), giunto secondo al traguardo. Il successo rappresenta la cinquantesima vittoria della Casa giapponese fornitrice di pneumatici nel Campionato del Mondo di MotoGP. I primi due piloti al traguardo hanno utilizzato la tipologia di pneumatici slick con mescola più morbida sia all’anteriore sia al posteriore. La temperatura della pista era inferiore rispetto a quella della sessione di qualifica e quasi tutti i piloti hanno utilizzato pneumatici slick con mescola più morbida sia all’anteriore sia al posteriore. Solo Loris Capirossi e Chris Vermeulen (Suzuki Team) hanno optato per il pneumatico a mescola morbida all’anteriore e per quello con mescola extra dura al posteriore. Il Gran Premio d’Australia ha rappresentato la cinquantesima vittoria ottenuta con pneumatici Bridgestone nella classe MotoGP; la prima vittoria era stata ottenuta da Makoto Tamada (Camel Honda) a Jacarepagua, nel GP del Brasile.

Hiroshi Yasukawa – Responsabile Bridgestone Corporation: “Vorrei congratularmi con Casey e con il team Ducati per la vittoria ottenuta in Australia, che rappresenta il cinquantesimo successo per noi nella classe MotoGP. Nel 2007 Casey ottenne il Campionato del Mondo con i nostri pneumatici e siamo contenti che sia stato proprio lui a centrare questo obiettivo. Siamo particolarmente soddisfatti di aver festeggiato questo importante traguardo nel nostro primo anno in qualità di fornitori ufficiali di pneumatici per la classe MotoGP. E’ importante sottolineare che tre quarti delle vittorie sono state ottenute quando erano presenti anche altre Case fornitrici di pneumatici e proprio grazie ai nostri successi e alla performance dei nostri pneumatici siamo diventati fornitori unici anche nella classe MotoGP. Vorrei esprimere la mia sincera gratitudine alla Dorna e alla FIM per il continuo supporto, augurando a tutti i team e ai piloti un grande successo per il finale di stagione e per il futuro.”

Tohru Ubukata
– Responsabile Sviluppo Bridgestone Motorsport: “E’ stata una gara impegnativa per quanto riguarda i pneumatici. Casey e Valentino hanno spinto al massimo fino alla bandiera a scacchi e la lotta tra i due piloti è stata particolarmente serrata. Possiamo notare dai tempi registrati che i pneumatici slick con mescola più morbida sia all’anteriore sia al posteriore hanno rappresentato l’opzione migliore, anche se le temperature in pista erano più fredde rispetto allo scorso anno. Il tempo di gara è stato più lento di 0.008 secondi rispetto al 2008, a dimostrazione della consistenza e durata dei nostri pneumatici. Sono molto contento di aver festeggiato i 50 successi utilizzando la nuova specifica di pneumatici per il posteriore, sviluppata appositamente per il tracciato di Phillip Island.”

Casey Stoner – Team Ducati, vincitore: “Dopo una stagione difficile conquistare il successo su questo tracciato è fantastico e sono molto contento di questo risultato. Ho conquistato il Campionato del Mondo nel 2007 utilizzando pneumatici Bridgestone, quindi è una bella sensazione celebrare i 50 successi della Casa giapponese. Tre vittorie ottenute nelle ultime tre edizioni rappresentano un bel modo per concludere la stagione!”.

Mescole di pneumatici disponibili:

Anteriore: morbida, media Posteriore: dura, extra dura (asimmetrica)

Primi dieci classificati in gara e tipologia di mescola scelta per il pneumatico anteriore e posteriore:

Casey Stoner (Ducati Team) 40m56.651s morbida, dura
Valentino Rossi (Fiat Yamaha Team) 40m58.586s +1.935s morbida, dura
Dani Pedrosa (Repsol Honda Team) 41m19.269s +22.618s morbida, dura
Alex de Angelis (San Carlo Honda Gresini) 41m29.353s +32.702s morbida, dura
Colin Edwards (Monster Yamaha Tech3) 41m32.536s +35.885s morbida, dura
Andrea Dovizioso (Repsol Honda Team) 41m35.133s +38.482s morbida, dura
Marco Melandri (Hayate Racing Team) 41m41.112s +44.461s morbida, dura
Randy de Puniet (LCR Honda MotoGP) 41m41.592s +44.941s morbida, dura
Mika Kallio (Pramac Racing) 41m50.996s +54.345s morbida, dura
10° Toni Elias (San Carlo Honda Gresini) 41m57.856s +61.205s morbida, dura
Tempo: asciutto.
Temperature: aria 15°C – 14°C; pista 32°C – 31°C

MotoGp Gara Buriram - GP Thailandia - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap
1 93 Marc Marquez Honda Repsol Honda Team 39:36.223
2 20 Fabio Quartararo Yamaha Petronas Yamaha Srt +0.171
3 12 Maverick Vinales Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp +1.380
4 4 Andrea Dovizioso Ducati Ducati Team +11.218
5 42 Alex Rins Suzuki Team Suzuki Ecstar +11.449
6 21 Franco Morbidelli Yamaha Petronas Yamaha Srt +14.466
7 36 Joan Mir Suzuki Team Suzuki Ecstar +18.729
8 46 Valentino Rossi Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp +19.162
9 9 Danilo Petrucci Ducati Ducati Team +23.425
10 30 Takaaki Nakagami Honda Lcr Honda Idemitsu +29.423
11 63 Francesco Bagnaia Ducati Pramac Racing +30.103
12 35 Cal Crutchlow Honda Lcr Honda Castrol +33.216
13 44 Pol Espargaro Ktm Red Bull Ktm Factory Racing +35.667
14 43 Jack Miller Ducati Pramac Racing +39.736
15 29 Andrea Iannone Aprilia Aprilia Racing Team Gresini +40.038
16 88 Miguel Oliveira Ktm Red Bull Ktm Tech 3 +40.136
17 53 Tito Rabat Ducati Reale Avintia Racing +44.589
18 99 Jorge Lorenzo Honda Repsol Honda Team +54.723
19 17 Karel Abraham Ducati Reale Avintia Racing +56.012
20 55 Hafizh Syahrin Ktm Red Bull Ktm Tech 3 +1:01.431

Buriram - GP Thailandia - Risultati Gara

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati