MotoGP – Preview Phillip Island – Anteprima Bridgestone

MotoGP – Preview Phillip Island – Anteprima BridgestoneMotoGP – Preview Phillip Island – Anteprima Bridgestone

Domenica 18 ottobre è in programma sul tracciato di Phillip Island, Australia, il 15esimo appuntamento del Campionato del Mondo di MotoGP, che rappresenta il 50esimo per la classe MotoGP con pneumatici Bridgestone. Situato sulla costa meridionale dell’Australia, il tracciato di Phillip Island è notoriamente il più spettacolare e impegnativo tra tutti quelli di MotoGP e per questo motivo la Casa giapponese porterà una nuova specifica per il pneumatico posteriore. Il tracciato è il più veloce del mondiale, con una velocità media registrata lo scorso anno dal vincitore Casey Stoner di 175,990 km/h, e l’unica frenata impegnativa è rappresentata dal tornante Honda. Il tracciato è particolarmente impegnativo per l’aderenza della spalla e per la durata del pneumatico posteriore e Bridgestone ha selezionato due nuove specifiche appositamente sviluppate per il tracciato australiano. Le due nuove specifiche presentano una particolare costruzione sviluppata per offrire una migliore durata con una temperatura di utilizzo più elevata. Queste due specifiche saranno utilizzate solo sul tracciato australiano e rappresentano una variante dei pneumatici slick con tipologia di mescola dura ed extra dura utilizzati in Germania.

Quest’anno si disputa la 15sima edizione della gara a Phillip Island e nelle ultime edizioni la Casa giapponese ha ottenuto importanti successi su questo tracciato. Casey Stoner (Ducati Marlboro) trionfò nel 2007 (prima vittoria per un pilota gommato Bridgestone a Phillip Island), precedendo sul podio il compagno di scuderia Loris Capirossi. Lo scorso anno Stoner ottenne nuovamente il successo, davanti a Valentino Rossi (Fiat Yamaha).

Hiroshi Yamada – Responsabile Bridgestone Motorsport: “In Australia festeggeremo la 50esima vittoria con pneumatici Bridgestone e sarà un’occasione importante per il nostro Gruppo. Siamo onorati di essere fornitori ufficiali nel Campionato del Mondo di MotoGP e di aver raggiunto questo importante traguardo dopo pochi anni dal nostro ingresso nella classe MotoGP, avvenuto nel 2002. Da allora, Tamada ha ottenuto la prima vittoria con pneumatici Bridgestone nel 2004 e in pochi anni siamo riusciti a conquistare così tanti successi. Ci stiamo avvicinando alla fine della stagione e la lotta al titolo si preannuncia particolarmente serrata, quindi non vediamo l’ora di assistere ad una gara sicuramente entusiasmante.”

Tohru Ubukata – Responsabile Sviluppo Bridgestone Motorsport: “Il principale cambiamento tecnico che abbiamo apportato per il Gran Premio d’Australia riguarda le due nuove specifiche appositamente sviluppate per il pneumatico posteriore. E’ importante far notare che non si tratta di nuove mescole, ma delle nostre tipologie asimmetriche dure ed extra dure già esistenti, con una nuova costruzione sviluppata specificamente per migliorare la durata nel corso della gara. Queste due nuove specifiche sono state testate in occasione dei due giorni di test dopo il Gran Premio di Catalogna, anche se la decisione di utilizzarli in Australia è stata presa al termine del Gran Premio di Germania. Abbiamo utilizzato la nostra esperienza vincente su questo tracciato, analizzando poi attentamente la performance dei pneumatici al Sachsenring. Quando abbiamo testato questi pneumatici in Spagna con tutti i team i risultati sono stati soddisfacenti, quindi abbiamo optato per questa scelta. Per quanto riguarda l’anteriore, abbiamo selezionato la mescola morbida e media perché la temperatura del pneumatico anteriore è più bassa e questa tipologia di pneumatico offre migliore stabilità all’avantreno in entrata di curva, aspetto fondamentale considerando le elevate velocità di curva.”

Mescole di pneumatici disponibili:
Anteriore: morbida, media
Posteriore: dura, extra dura (asimmetrica)

Bridgestone MotorSport

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati