MotoGP – Shuhei Nakamoto contrariato dalle nuove regole sulla durata dei motori

MotoGP – Shuhei Nakamoto contrariato dalle nuove regole sulla durata dei motoriMotoGP – Shuhei Nakamoto contrariato dalle nuove regole sulla durata dei motori

Shuhei Nakamoto, boss della Honda, si è detto molto contrariato sulle nuove norme che saranno introdotte dalla prossima stagione e che riguarderanno la durata dei motori. Già da quest’anno dopo Brno è stata introdotta la norma che obiliga per le ultime sette gare del 2009 i piloti a poter utilizzare solo cinque motori. Le penalità che prevedevano un decurtamento di 10 punti alla fine del campionato sono state riviste a Estoril e ora è stato aggiunta la partenza in fondo alla griglia nel caso in cui un pilota superasse il numero limite dei motori e in più verranno sottratti 10 punti al costruttore. In particolare è stato quest’ultimo argomento a far arrrabbiare Shuhei Nakamoto in quanto la Honda è una delle poche case a schierare ben 6 moto. Ecco le sue parole così come riportate da MCN.

“Sono veramente deluso da questo. Solo Honda fornisce sei moto, così abbiamo più possibilità di avere un problema. Forse dobbiamo ridurre la nostra partecipazione.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati