MotoGP – Barcellona – Report Bridgestone

MotoGP – Barcellona – Report BridgestoneMotoGP – Barcellona – Report Bridgestone

Con le temperature più elevate finora registrate in occasione di una gara di MotoGP i 25 giri complessivi del Gran Premio di Catalogna, disputato sul tracciato di Barcellona, sono stati i più impegnativi per i pneumatici Bridgestone. Lo spettacolare duello finale tra i due piloti del team Fiat Yamaha, Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, ha dimostrato ancora una volta il rendimento ottimale, la durata e la consistenza dei pneumatici slick forniti dalla Casa giapponese a tutti i team. Sebbene i giri più veloci siano stati compiuti da tutti i piloti nei primi cinque passaggi di gara, Rossi e Lorenzo hanno mostrato l’eccellente performance dei pneumatici Bridgestone fino al termine della corsa, caratterizzata a partire dal 21° passaggio da un entusiasmante duello ravvicinato per la prima posizione finale. La temperatura in pista ha sfiorato i 52°C nel corso della gara e sia i due piloti del team Fiat Yamaha, sia tutti gli altri piloti, hanno utilizzato per l’anteriore la mescola dura e per il posteriore pneumatici slick asimmetrici con mescola extra dura. Rossi e Lorenzo si sono ripetutamente alternati al comando della corsa nei quattro giri finali e sembrava ormai certa la vittoria per il pilota spagnolo fino a quando Rossi, sfruttando al massimo i pneumatici Bridgestone, ha superato il compagno di scuderia nell’ultima curva, tagliando il traguardo con un distacco di appena 9.5 decimi da Lorenzo. Il podio è stato completato da Casey Stoner, autore di una lotta serrata con Andrea Dovizioso (Honda Repsol) per la conquista del terzo posto finale. Con il risultato ottenuto nel Gran Premio di Catalogna Rossi, Lorenzo e Stoner sono al comando del Campionato del Mondo con gli stessi punti, 106 dopo sei gare disputate.

Hiroshi Yasukawa – Direttore Bridgestone Corporation “Vorrei congratularmi con Valentino Rossi e con tutto il team Fiat Yamaha per la fantastica vittoria ottenuta sul tracciato di Barcellona e anche con Jorge Lorenzo per l’entusiasmante lotta finale. Vorrei anche sottolineare l’eccellente gara di Casey, non al massimo della forma. E’ veramente fantastico assistere ad una lotta così serrata al vertice del Campionato, con tre piloti che hanno gli stessi punti dopo sei gare disputate.”

Tohru Ubukata – Responsabile Sviluppo Bridgestone Motorsport “Abbiamo avuto condizioni difficili in gara, con temperature molto elevate e i pneumatici Bridgestone sono stati particolarmente performanti soprattutto nell’entusiasmante duello finale per la prima posizione. Venticinque giri di pressione costante in queste condizioni rappresentano una sfida particolarmente impegnativa per i nostri pneumatici. Il Gran Premio di Catalogna è una delle gare più difficili della stagione per le elevate temperature e sono particolarmente soddisfatto della durata, della consistenza e del notevole grip dei nostri pneumatici. Posso dire che nella prima gara in cui abbiamo utilizzato pneumatici slick asimmetrici per il posteriore il loro rendimento è stato molto soddisfacente.”

Valentino Rossi – Fiat Yamaha, vincitore della gara “Mamma mia, che gara!”. Nelle prime gare della stagione non avevo il giusto feeling con la moto, ma sono arrivato in Spagna molto motivato. E’ stata una gara difficile e non mi aspettavo un duello così ravvicinato ed entusiasmante fino all’ultima curva! I pneumatici hanno dimostrato un eccellente rendimento. Non sapevo se fosse possibile superare nell’ultima curva, ho provato e ci sono riuscito! E’ stata una grande gara!”.

Mescole di pneumatici utilizzate: Anteriore: dura. Posteriore: extra dura (asimmetrica)

Primi dieci classificati in gara e tipologia di mescola scelta per il pneumatico anteriore e posteriore:

1° Valentino Rossi (Fiat Yamaha) 43m11.897s dura, extra dura asimmetrica
2° Jorge Lorenzo (Fiat Yamaha) 43m11.992s +0.095s dura, extra dura asimmetrica
Casey Stoner (Ducati Team) 43m20.781s +8.884s dura, extra dura asimmetrica
Andrea Dovizioso (Repsol Honda) 43m20.833s +8.936s dura, extra dura asimmetrica
Loris Capirossi (Rizla Suzuki) 43m31.728s +19.831s dura, extra dura asimmetrica
Dani Pedrosa (Repsol Honda) 43m34.079s +22.182s dura, extra dura asimmetrica
Colin Edwards (Monster Yamaha Tech3) 43m35.444s +23.547s dura, extra dura asimmetrica
Randy de Puniet (LCR Honda MotoGP) 43m37.162s +25.265s dura, extra dura asimmetrica
Mika Kallio (Pramac Racing) 43m43.694s +31.797s dura, extra dura asimmetrica
10° Nicky Hayden (Ducati Team) 43m45.490s +33.593s dura, extra dura asimmetrica

Tempo: soleggiato Temperature: aria 32°C; pista 46°C-52°C

Bridgestone MotorSport

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati