Grandissima soddisfazione in casa Ducati, ecco i commenti dei piloti e di Claudio Domenicali, Amministratore Delegato Ducati Corse….

FANTASTICA DOPPIETTA IN POLE PER IL DUCATI MARLBORO TEAM A JEREZ :

CAPIROSSI(1’.41”.983) E BAYLISS (1’.41”993),
PRIMO E SECONDO, NELLE QUALIFICHE

Jerez de la Frontiera (Spagna) 10 maggio 2003 – I piloti del Ducati Marlboro
Team, Loris Capirossi e Troy Bayliss, continuano a far sognare i tifosi della
“rossa di Borgo Panigale” conquistando sul circuito spagnolo di Jerez
una fantastica “doppietta”, classificandosi rispettivamente primo
e secondo durante le prove di qualifica che precedono il GP.

Loris e Troy hanno letteralmente dominato gli ultimi cinque minuti della sessione:
Bayliss si è portato per primo al comando, seguito da Capirossi, staccato
solamente di 0.131 secondi. Proprio sul finale ha compiuto il giro record, precedendo
l’australiano per soli 0.01 secondi, regalando alla Ducati la prima, assoluta,
pole position in MotoGP, che dal ’75 (Bonera-MV Agusta) non vedeva una
moto italiana e un pilota italiano in pole position nella classe regina del
Motomondiale.

Questa fantastica performance del Ducati Marlboro Team – al debutto in
Moto GP – si aggiunge agli esaltanti risultati conquistati in questo inizio
stagione, come il primo podio nella gara di apertura in Giappone, la prima fila
in Sudafrica, e le brucianti partenze in entrambe le gare.

“E difficile trovare le parole giuste per descrivere tutto questo –
ha detto Claudio Domenicali, Amministratore Delegato Ducati Corse, al
termine della sessione – Questo è il primo GP in Europa, e partire
in prima fila, avendo conquistato il primo e il secondo tempo in prova, è
un risultato fantastico per tutto il team, e per tutta la Ducati. Tutti, piloti,
meccanici, ingegneri, e tutta la fabbrica, hanno dato il loro contributo per
questo traguardo. Sicuramente in gara sarà un’altra storia. Credo
che dobbiamo ancora fare esperienza e conoscere ancora meglio la moto, in poche
parole siamo ancore nella fase di apprendimento.”

Loris Capirossi ha corso un’esaltante finale di sessione, superando proprio
all’ultimo giro il suo compagno di squadra Troy Bayliss, che ha conquistato
un altrettanto significativo secondo posto, per un risultato storico per la
Ducati e i suoi tifosi in tutto il mondo.

“Questo risultato è qualcosa di fantastico – ha detto Capirossi
appena sceso dalla moto – e sono molto orgoglioso di aver regalato alla
Ducati la prima pole in MotoGP. Io sono italiano, la mia moto è italiana,
e tutto questo ha un significato speciale per me. E’ stata una sessione
di qualifica estremamente positiva, dove abbiamo lavorato per ottenere un assetto
perfetto, e alla fine ci siamo riusciti. Sappiamo che domani in gara sarà
differente, e sarà sicuramente più difficile, lunga e impegnativa.
Tuttavia, questo pomeriggio, ancora una volta, abbiamo confermato il valore
e il potenziale della nostra Desmosedici.”

L’ex Campione del Mondo Superbike Troy Bayliss ha confermato di
volere e poter giocare un ruolo da protagonista anche in MotoGP, conquistando
con una guida superba e determinata, il secondo posto nelle prove di qualifica
del GP di Spagna a Jerez. Due settimane fa in Sudafrica, l’australiano
del Ducati Marlboro Team, ha esaltato i tifosi Ducati con il suo duello con
Valentino Rossi, oggi ha ipotecato la sua prima fila, facendo sperare in una
gara altrettanto spettacolare per domani.
“Non credevo che avremmo potuto fare un simile risultato, – ha detto Bayliss
dopo la splendida prova di oggi – abbiamo trascorso la maggiorparte del
sessione lavorando sulla gomma da gara, in realtà molti altri piloti
stavano girando con gomme morbide, e anche noi abbiamo deciso di cambiare copertura.
Appena cambiata, bang, di colpo abbiamo fatto dei tempi fantastici. Sono rientrato
e sono uscito nuovamente con una gomma nuova ma ho commesso un piccolo errore
e non sono riuscito a migliorare ulteriormente. Questo è tutto. Comunque
siamo contenti e soddisfatti del set-up che abbiamo raggiunto oggi e, ovviamente,
del risultato conquistato.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati