Soddisfazione in casa Ducati dopo il secondo giorno di test Irta a Jerez de la Frontera….

LA PIOGGIA CONDIZIONA LA SECONDA GIORNATA DI TEST A JEREZ BAYLISS E CAPIROSSI
CONCENTRATI SULLA MESSA A PUNTO DELLA DESMOSEDICI

Jerez de la Frontera, 22 febbraio 2003 – Condizioni meteo estremamente
variabili hanno caratterizzato la seconda giornata di test IRTA, svoltasi oggi
sul circuito spagnolo di Jerez de la Frontera. La pioggia caduta durante la
notte e a tratti anche durante il giorno, non ha permesso di girare regolarmente,
influenzando negativamente il lavoro di sviluppo previsto. Nel primo pomeriggio
il sole è riapparso e Troy Bayliss e Loris Capirossi hanno potuto continuare
l’importante lavoro di messa a punto della moto iniziato ieri. Ancora test
sulla ciclistica e sul setting, utilizzando ancora le gomme Michelin 2002.

“Il lavoro da svolgere in questi test è importantissimo. –
ha dichiarato l’Ing.Claudio Domenicali, Amm.Delegato Ducati Corse, arrivato
nel primo pomeriggio in circuito – Abbiamo una tabella molto rigida e precisa,
con tanta strada da percorrere in poco tempo. La mancanza di riferimenti e di
esperienza su molti dei circuiti ci costringe a lavorare con attenzione e perdere
mezza delle tre giornate di prova significa tornare a casa con un terzo del
lavoro in meno rispetto alle nostre aspettative. Un plauso, comunque, ai piloti,
che nonostante le condizioni della pista, si sono impegnati al massimo per raccogliere
quanti più dati ed informazioni possibile. Domani, con l’asfalto
asciutto, dovremo comunque verificare nuovamente tutte le prove effettuate oggi.”

Il bilancio della giornata si chiude, comunque, con un totale di 47 giri percorsi
per l’australiano Troy Bayliss, che ha fatto registrare il miglior tempo
in 1.45.640 (secondo miglior tempo della giornata). Loris Capirossi ha completato
24 giri, segnando 1.48.091 come miglior tempo..

“Sono veramente soddisfatto delle prove di oggi. – ha detto Bayliss
al termine della giornata – Nonostante la pioggia e la pista non in perfette
condizioni, abbiamo potuto proseguire con lo sviluppo e con i test, ottenendo
risultati e risposte molto interessanti. Del resto anche in gara si possono
trovare situazioni di questo tipo. Tutto fa esperienza. Sono soddisfatto del
lavoro svolto sul set-up della moto e in particolare, sull’anteriore. Speriamo
domani di poter avere le condizioni ottimali e poter registrare ulteriori miglioramenti.”

“Tanto lavoro, ma i risultati stanno arrivando – ha commentato Loris
dopo l’ultima tornata di prove – La pista sporca, la pioggia, le condizioni
non ottimali, ci hanno condizionato tantissimo, ma abbiamo proseguito comunque
con i test, provando soluzioni e differenti configurazioni. Sfortunatamente
non ho potuto fare molti giri. Domani abbiamo bisogno del sole.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati