La carriera Loris Capirossi pilota Ducati Motogp….

Loris Capirossi è veramente uno sportivo eccezionale. Uno dei pochi
piloti in attività a poter vantare tante gare e titoli nel proprio curriculum.
Un personaggio amato e stimato, dal carattere eccezionale e dallo stile di guida
incredibilmente determinato. Questa stagione, la quattordicesima a livello mondiale,
apre un altro capitolo affascinante della sua brillante carriera: la prima sfida
al campionato MotoGP con una quattro tempi, quella del Ducati Marlboro Team.

Capirossi comincia la carriera mondiale nel 1990, vincendo subito il titolo
della classe 125 a soli 17 anni, con la Honda del Marlboro Team Pileri. Loris
diventa così il più giovane campione del mondo di sempre, record
che ancora detiene nonostante l’abbassamento del limite minimo di età
per gareggiare in 125 GP da 16 a 15 anni. Da quell’incredibile prima affermazione,
Capirossi non ha mai smesso di entusiasmare i suoi tifosi, confermandosi campione
del mondo della 125 nel 1991, e poi passando alla classe 250, della quale conquista
finalmente il titolo nel 1998 dopo un breve excursus in 500. Ritorna nella categoria
regina nel 2000, vincendo quell’anno il GP d’Italia della classe 500
dopo un’indimenticabile duello con gli altri due italiani Valentino Rossi
e Max Biaggi. Nel 2003, a un anno di distanza dall’introduzione del quattro
tempi nella massima categoria, Capirossi avrà la possibilità di
competere per il titolo più prestigioso di tutto il motomondiale in sella
alla fantastica Desmosedici V4 da 220 CV del Ducati Marlboro Team.

L’inedita collaborazione tra Capirossi e la famosa casa motociclistica
bolognese crea un binomio tutto italiano. Una moto e un team ufficiale sono
il giusto riconoscimento per un pilota che, nonostante i suoi successi, resta
uno dei personaggi più genuini di tutto il motociclismo. Sposato l’anno
scorso con la bellissima Ingrid Tence, fuori dal paddock Loris ama vivere tranquillo,
fare sport e allenarsi con la moto da cross.

Come la maggior parte dei piloti di oggi, Capirossi comincia ad appassionarsi
di moto in tenerissima età. Nato in una località a soli venti
minuti di macchina da Bologna, la città dove ha sede la Ducati, sale
sulle prime moto da fuoristrada quando ha appena cinque anni, dimostrando subito
talento e affinando l’arte della regolazione e preparazione del mezzo,
fattore importantissimo nelle moto da corsa di oggi. E’ però la
pista ad interessarlo veramente, e disputa la prima stagione di gare di velocità
all’età di 14 anni, alla guida di una Honda NS125 stradale modificata,
arrivando sesto nel Campionato Italiano Sport Production. Un anno dopo ottiene
il nono posto nel Campionato Italiano 125 in sella a una Mancini, e nel 1989
si rivela un promettente talento con la Honda nel campionato Europeo 125. Si
piazza al quarto posto assoluto, vincendo quattro gare in attesa del debutto
sulla scena mondiale.

Il primo titolo iridato di Capirossi è un risultato davvero straordinario.
All’inizio della stagione 1990 ha appena 16 anni, e fa il suo debutto nei
GP come seconda guida e compagno di squadra dell’ex Campione del Mondo
Fausto Gresini. Comincia la stagione da apprendista senza però farsi
intimorire dagli esperti concorrenti, sale sul podio per la prima volta a Misano
in maggio, vince la prima gara a Donington Park in agosto e conquista poi il
titolo di campione del Mondo in Australia. Con la tabella numero uno sulla sua
Honda RS125, nel 1991, Capirossi è per tutti l’uomo da battere:
resiste alla pressione e vince cinque volte, aggiudicandosi il suo secondo titolo.

Nel 1992, Capirossi passa alla classe 250 e deve imparare a guidare una Honda
RS250 due volte più potente. Anche se meno competitiva rispetto alle
moto ufficiali dei suoi avversari, si dimostra un ottimo mezzo su cui fare esperienza
in una classe incredibilmente agguerrita. Ancora una volta, Capirossi impara
in fretta e, nonostante la minor potenza, combatte con i primi già al
terzo GP dell’anno.

Nel 1993 ottiene una NSR250s ufficiale e conferma il potenziale dimostrato
nella stagione precedente. Vince la sua prima gara di 250 GP ad Assen in giugno
e dopo altre due vittorie, si trova in testa al campionato all’ultima gara,
quando una scelta di gomme sbagliata lo priva del titolo. Capirossi affronta
la sconfitta con la stessa dignità con la quale aveva apprezzato la vittoria.

La stagione 1994 comincia con le vittorie in Austria, Germania, Francia e Gran
Bretagna, ma deve arrendersi allo strapotere dell’Aprilia di Biaggi, e
conclude la stagione al terzo posto assoluto.

Qualcuno avanza dei dubbi in merito al passaggio del giovane pilota dalla 250
alla classe regina, la 500, con la Honda del Marlboro Team Pileri nel 1995.
Ma Loris, determinato come al solito, dimostra il suo talento, qualificandosi
in prima fila appena al suo secondo GP in 500. Conquista la prima fila altre
quattro volte, ma ha accusa difficoltà nella messa a punto della moto.
Termina comunque la stagione con un brillante terzo posto, conquistato all’ultimo
GP europeo, salendo per la prima volta sul podio della 500.

Capirossi cambia marca per la prima volta nel 1996, passando al Marlboro Team
Yamaha di Rainey. E’ un anno di alti e bassi, in cui conquista la sua prima
vittoria in 500 a Eastern Creek, in Australia. Sarà comunque un periodo
importante che gli permette di beneficiare dell’esperienza e del talento
del titolare del suo team Wayne Rainey, tre volte campione del mondo in 500.

Nel 1997 Capirossi accetta l’offerta di Aprilia di ritornare alla classe
250. La prima stagione con la bicilindrica a V con ammissione a disco rotante
della casa italiana gli causa alcuni problemi e lo costringe ad una serie di
ritiri. Conquista comunque, tre podi, ma nessuna vittoria. L’estate seguente,
ormai adattatosi alla moto, Capirossi si riscatta, vincendo il titolo dopo una
controversa collisione all’ultima gara con il compagno di squadra e rivale
Tetsuya Harada. Nel 1999, ritorna alla NSR250 e conclude la stagione al terzo
posto assoluto.

Capirossi affronta un altro passaggio di classe nel 2000, ritornando in 500
con il team Honda di Sito Pons. Vince il GP d’Italia e finisce sul podio
altre tre volte, tenendosi nello stesso tempo al di fuori delle diatribe “fuori-pista”
tra Biaggi e Rossi. Come in altre occasioni, si dimostra estremamente coraggioso,
dopo essersi ferito conquista la sua prima pole position nella classe 500 al
GP d’Olanda in giugno, e poi cade nel warm-up del mattino, fratturandosi
la mano sinistra. Eppure, con l’aiuto della Clinica Mobile e sotto antidolorifici,
riesce a correre ottenendo un ottimo terzo posto finale. Capirossi disputa una
stagione più costante nel 2001, quando con la sua Honda vecchia di un
anno finisce sul podio nove volte in 16 gare e conclude l’anno al terzo
posto assoluto.

La scorsa stagione, Capirossi corre ancora con una moto vecchia di un anno
e sfida, con una NSR500 modello 2001 a due tempi, la nuova generazione di quattro
tempi da 990cc. E’ stato uno dei pochissimi piloti della classe 500 in
grado di competere con le più veloci MotoGP quattro tempi, salendo due
volte sul podio e concludendo all’ottavo posto assoluto, dopo un’interruzione
della stagione in seguito alla caduta ad Assen.

DATI PERSONALI
Data e luogo di nascita: 4 aprile 1973 a Castel San Pietro, Italia
Residenza: Monaco
Stato civile: sposato con Ingrid Tence
Altezza: 1,65m
Peso: 59 kg
Sport preferiti: motocross

COME CONTATTARLO
Internet: www.ducati.com/racing

CARRIERA SPORTIVA
Vittorie in GP: 22 (2 x 500, 12 x 250, 8 x 125)
Prima vittoria in GP: Gran Bretagna, 1990 (125)
Primo GP: Giappone, 1990 (125)
Partenze in GP: 184 (14 x MotoGP, 59 x 500, 84 x 250, 27 x 125)
Pole position: 33 (5 x 500, 23 x 250, 5 x 125)
Prima pole: Australia, 1991 (125)
Titoli Mondiali: 3 (125: 1990, 1991, 250: 1998)

2003: Pilota Team Ducati Marlboro– Campionato del Mondo MotoGP
Moto: Ducati Desmosedici
2002: 8° nel Campionato del Mondo MotoGP (Honda)
2001: 3° nel Campionato del Mondo 500 (Honda)
2000: 7° nel Campionato del Mondo 500 (Honda)
1999: 3° nel Campionato del Mondo 250 (Honda)
1998: Campione del Mondo Classe 250 (Honda)
1997: 6° nel Campionato del Mondo 250 (Aprilia)
1996: 10° nel Campionato del Mondo 500 (Marlboro Yamaha Team Rainey)
1995: 6° nel Campionato del Mondo 500 (Marlboro Team Pileri Honda)
1994: 3° nel Campionato del Mondo 250 (Marlboro Team Pileri Honda)
1993: 2° nel Campionato del Mondo 250 (Marlboro Team Pileri Honda)
1992: 12° nel Campionato del Mondo 250 (Marlboro Team Pileri Honda)
1991: Campione del Mondo Classe 125 (Marlboro Team Pileri Honda)
1990: Campione del Mondo Classe 125 (Marlboro Team Pileri Honda)
1989: 4° nel Campionato Europeo 125 (Honda)
1988: 9° nel Campionato Europeo 125 (Mancini)
1987: Prima gara su pista, 6° nel Campionato Italiano Produzione 125 (Honda)
1986: Prime gare di motocross

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati