Alex Barros ci crede…. Il titolo è a portata di mano….

Determinazione, è questa la parola che più si addice ad Alex
Barros
veterano del motomondiale approdato alla Yamaha.

Il pilota brasiliano ha lasciato il Team Pons e la Honda perchè la casa
giapponese ha deciso di non appoggiarlo come pilota ufficiale (tanto per intenderci
come Rossi, Hayden, Ukawa) e allora ecco che la Yamaha con
il Team Gauloises lo ha accolto a braccia aperte.
Avrà infatti lo stesso identico trattamento di Carlos Checa e Marco Melandri.

La decisione della Honda è quanto meno discutibile visto che Barros nel
finale di stagione in sella alla Rc 211 V ha dimostrato di andare fortissimo vincendo
due corse su quattro a disposizione.

Poco male per il brasiliano che in questo scorcio di test pre-stagione è
andato fortissimo battendo spesso i record della pista.

Ecco il suo commento:

"Quest’anno credo di poter lottare per il titolo, ora ho l’appoggio diretto
di una fabbrica che non avrei avuto se fossi rimasto con la Honda.
Avrò lo stesso trattamento di Checa e questo mi fa ben sperare anche se
bisognerà vedere i progressi della Honda prima di dare un responso definitivo.
A Sepang sia Rossi che Biaggi sono andati fortissimo ma credo di aver fatto la
scelta giusta.
Con Checa stiamo cercando di aiutare la Yamaha a migliorare la M1, direi che siamo
sulla giusta strada".

Le prossime prove sono previste a Barcellona il 10 febbraio.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati