Suzuki e Kawasaki si uniscono per battere la concorrenza…..

TOKYO – Suzuki e Kawasaki, due marchi
storici delle motociclette giapponesi, hanno deciso di mettere
insieme le loro forze per combattere la concorrenza, soprattutto
straniera, sempre piu’ forte sul mercato nipponico.

Suzuki Motor e Kawasaki Haevy Industries, rispettivamente
terzo e quarto produttore di moto in Giappone, dopo Honda e
Yamaha, hanno annunciato oggi un’alleanza con l’obiettivo di
sviluppare e fabbricare nuovi modelli congiuntamente, sebbene i
due partner manterranno distinti marchi e circuiti distributivi.

L’obiettivo dell’alleanza, che per il momento non comporta
scambi di azioni tra due gruppi, e’ ”utilizzare le
complementarieta’ tra le risorse dei due gruppi”, hanno
annunciato Suzuki e Kawasaki in un comunicato.

I due nuovi alleati
vogliono quindi sfruttare tutte le sinergie possibili per la
produzione di moto (anche per motocross), scooter di elevata
cilindrata e perfino veicoli 4×4. L’alleanza comportera’ pure
l’eventualita’ per ognuno dei due gruppi di produrre pezzi di
ricambio e componenti per l’altro partner.

Suzuki e Kawasaki, che nel 2000 hanno potuto contare sul
14,6% e sul 3% di quota di mercato in Giappone, non devono
affrontare soltanto la concorrenza dei due rivali nipponici di
sempre, Honda e Yamaha (rispettivamente 52,2% e 30,2% di quota
di mercato), ma anche quella dei marchi stranieri, sempre piu’
aggressivi soprattutto nella fascia di cilindrata superiore ai
250 cc.

Se si considerano i dati del giugno scorso, in questa fascia
la Ducati, che sta vivendo una fase di grande successo nel Paese
asiatico, ha visto immatricolare 1.808 moto, il 53% in piu’
rispetto allo stesso mese dell’anno scorso.

Bmw ha registrato un
aumento del 28% (1.232 unita’) e Harley Davidson del 4,8%
(5.600).

Non hanno condiviso lo stesso trend la Honda (-13%,
10.200 unita’) e Kawasaki (-13,3%, 7.560). Quanto a Yamaha
(+4,5%, 10.13 e Suzuki (+5,8%, 5.711) l’andamento positivo e’
al lancio di un nuovo modello alla fine dell’anno scorso nel
secondo.

Fonte:Ansa

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati