La legge del più forte…. Katoh domina anche a Barcellona

Non finisce più di stupire Daijiro Katoh, il pilota del team Gresini dimostra ancora una volta di essere il pilota da battere.

Nulla può Tetsuya Harada in sella all’aprilia contro un pilota che a volte sembra un marziano, pilota che è destinato ad un grande futuro anche in 500.

La gara comincia con tre piloti in testa Harada, Katoh e Melandri.

I tre allungano e dietro è bravissimo Roberto Rolfo che evidentemente dopo il secondo posto del mugello si è sbloccato psicologicamente a battagliare con Emilio Alzamora e ad avere la meglio.

Roberto Locatelli segue dopo un pessima partenza (13°) e alla fine arriva 4°.

Melandri purtroppo cade e lascia il podio a Roberto Rolfo.

Il pilota ravennate è davvero sfortunato e dopo i seri incidenti delle settimane precedenti cade ancora una volta e vede allontanarsi Katoh e Harada in classifica mondiale.

Queste le prime dichiarazioni di Rolfo:
“Sono contentissimo, dedico il podio a tutto il team; questa è stata un week-end difficilissimo sopratutto dopo il podio del mugello, grazie a tutti”.

Tetsuya Harada:

“Ho provato a vincere ma con Katoh oggi non c’era niente da fare.
Speriamo bene per le prossime gare”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati