Le interviste a Biaggi, Capirossi e Rossi….

Biaggi: “Ho ottenuto il massimo”

Max Biaggi ci teneva a fare una bella figura, soprattutto dopo l’importante vittoria sulla pista francese di Le Mans. Solo che ieri la prima giornata era stata tutta in salita: errori, cadute, problemi vari costati alla fine al pilota romano molto posizione.

Lui però, da gran saggio del motomondiale l’aveva avvertito: “Recupereremo il tempo perduto…”. Così è stato, ed oggi, nell’ultima sessione di prove al Mugello il pilota romano della Yamaha è riuscito a conquistare un’importante prima fila che gli consentirà di tenere sotto controllo l’avversario numero uno, Valentino Rossi.

Biaggi, è passata la paura con questa prima fila?
“Sì ed oggi mi sono qualificato con il tempo che avevo fatto anche l’anno scorso e lo stesso che avevo fatto nei test tre settimane fa quindi penso di aver ottenuto il massimo che si poteva ottenere”.

Insomma, è contento?
“Ovviamente sono contento. Il tempo che ho fatto mi vale la prima fila…perché la partenza anche al Mugello sarà molto importante”.

Dunque, siete riusciti a migliorare la moto rispetto a ieri…
“Sì, c’è stato sicuramente un miglioramento. Io ho dato tutto, ci ho messo il cuore per girare così forte…ma non avrei potuto farlo se la moto non fosse cresciuta in queste ore. Il team ha fatto un buon lavoro e abbiamo raggiunto un ottimo risultato”.

Che set-up avete usato?
“Una via di mezzo tra quello dell’anno scorso, dal quale siamo partiti questa mattina come da programma, e quello di quest’anno. Le gomme? Non so ancora se userò quelle da 17″ o da 16,5″. Domani nel warm-up proverò entrambe e poi deciderò”.

Ora quale diventa il suo obiettivo?
“Certo la vittoria è un traguardo che ora mi sembra piuttosto difficile visto il passo che hanno gli altri…”

Chi teme di più?
strong”Le Honda…Certo io sono il migliore tra i piloti Yamaha e questo mi dà una certa soddisfazione. Ho anche “tirato” il mio compagno di squadra (Checa, ndr), nel suo giro veloce perché tra compagni di squadra va bene così”.

Come si aspetta la gara di domani?
“Per alcuni giri saremo tutti in gruppo poi chi è più consistente verrà fuori. Non voglio fare previsioni anche se vedo molto, molto bene Rossi e Roberts, mentre Capirossi ha qualche problema in più”.

Loris: “La situazione migliora”

Terzo posto, prima fila: sono contento perché le cose sono andate un pochino meglio rispetto a ieri. Certo, un terzo posto non è una pole, ma comunque quello che conta, alla fine, è partire bene (e la terza piazza è una eccellente piazza) e il risultato in gara.

Rispetto a ieri ho migliorato di un secondo netto, cosa che nessuno dei top drivers è riuscito a fare segno che abbiamo lavorato nella direzione giusta.

I problemi che mi affliggono sono sostanzialmente di assetto, lo sappiamo da tempo e ormai al 90% ci siamo.

Per domani mattina abbiamo in serbo una soluzione che mi potrebbe aiutare parecchio per essere competitivo in un GP, quello d’Italia, che vale doppio, almeno sentimentalmente.

Stasera ho appuntamento con i miei fans nel tendone che hanno issato sull’Arrabbiata: ecco perché il GP d’Italia mi piace così tanto, perché posso incontrare i miei tifosi!

Valentino:”Sarà comunque dura”

Ha confermato la Pole della prima giornata e anche al Mugello Valentino Rossi ha mostrato quanto è lui il pilota da battere nella corsa al titolo mondiale 2001. La sua è stata una qualifica eccellente anche se domani in gara non sarà così facile. Valentino Rossi è stato il più veloce della seconda giornata del Gp del Mugello, ma a fianco, sulla griglia di partenza, in prima fila domani troverà i suoi avversari, quelli che teme di più: Biaggi e Capirossi.

Rossi sa che con loro dovrà combattere in gara e con molto probabilità giocarsela fino alla fine. Il Gp toscano, la gara più interessante della stagione per quanto è spettacolare e tecnica, fa gola un po’ a tutti i piloti del motomondiale…Il “dott Rossi” comunque con la pole position ha fatto un passo in più rispetto agli avversari. E, soprattutto psicologicamente, partire con il miglior tempo dà una grande carica,

Rossi, insomma, è riuscito a bissare la pole di ieri…
“Sono molto contento…”

Ed oggi sembra addirittura più soddisfatto del solito: come mai?
“Fare la pole al Mugello è una cosa molto importante. E’ il massimo per me”.

Cosa ne dice della sua Honda: è posto o ancora c’è del lavoro da fare?
“Sinceramente abbiamo ancora dei problemi…”

E nonostante questi problemi lei ha segnato il primo tempo della classe 500. In previsione della gara, è una buona cosa…

“Lo so. Speriamo che con il team domani prima della partenza si riesca a risolvere le piccole cose che non vanno…E poi potrò pensare alla gara più rilassato”

In prima fila con lei ci sono Biaggi e Capirossi…

“Sarà dura…Tutti e due, l’ho già detto, al Mugello vanno fortissimo”

Come imposterà il Gp?
“Come ho detto spero di risolvere quello che non va. Poi, voglio andare forte…”

Cosa la preoccupa di più della gara?
“Come ho già detto ieri qui al Mugello la gara è molto faticosa per il fisico. Ci sono tanti cambi di direzione, staccate al limite. Devi correre con una concentrazione altissima. Qui non si può sbagliare…E l’altra cosa che mi preoccupa, oltre al consumo delle gomme, è che al Mugello difficilmente si può fare una gara in solitaria: i Gp qui in toscana sono molto combattuti e si rimane in gruppo fino alla fine…”

Fonte: Sports.com

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati