Al Mugello per dare spettacolo

La pista del Mugello si sviluppa all’interno delle colline toscane ed è stata comprata dalla Ferrari nel 1988 per completare i propri test. Divisa quasi a metà fra tratti rettilinei e curve veloci in discesa e in salita, risulta piuttosto spettacolare per piloti e spettatori.

E’ la gara più sentita dai piloti italiani e visto che siamo pure forti sono sicuro che lo spettacolo, e la battaglia, sarà assicurata. Io ho vinto lo scorso anno e non mi dispiacerebbe ripetermi davanti ai miei tifosi, anche se sarà dura.

La mia NSR500 non ha la stessa velocità della Honda ufficiale e su questa pista c’è un rettilineo piuttosto lungo dove sarò sicuramente penalizzato.

IL GIRO
Il rettilineo è da sesta, si frena per immettersi nella prima curva passando in seconda. Si resta in seconda fino a metà della esse, poi terza, quarta e di nuovo seconda per affrontare la Materassi in seconda, terza per entrare nella Casanova Savelli, sempre terza all’ingresso dell’Arrabbiata 1 poi quarta fino allo scollinamento.

Di nuovo seconda per fare il destro-sinistro poi terza fino al Correntaio poi seconda, terza per la esse, quarta, quinta e poi si arriva alla Bucine in cui si entra in terza. Quarta e via verso la linea di arrivo aprendo quinta e sesta.

Fonte: Sports.com

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati