Vale: ”Prima fila ok, ma domani…”

Una battaglia a colpi di cronometro. Una battaglia che ha visto Valentino Rossi lottare a suon di giri veloci con Kenny Roberts Junior e Max Biaggi.

Honda e Suzuki dunque di nuovo di fronte su una pista che domani, in gara, promette spettacolo oltre che forti emozioni. Il “dott. Rossi” corre per la quarta, storica, vittoria consecutiva in 500; Roberts, da campione del mondo in carica, per la prima della stagione 2001.

La prima fila l’ha trovata (per un errore, dice lui), ma non la pole: per Rossi un terzo posto che lo farà lavorare tranquillo per la gara di domani, ma ancora lavoro di assetto da fare sulla sua Honda.

Rossi, contento della prima fila?
“Beh… era importante trovare almeno questo risultato…”

Biaggi è davanti a lei di circa quattro decimi: è preoccupato per la gara?
“La qualifica è una cosa, la gara un’altra… Si adottano soluzioni diverse, i Gp sono lunghi e difficili”.

Cosa è successo in realtà in questa sessione?
“La verità è che non abbiamo ancora trovato il giusto set-up della moto ed ho commesso un errore…”.


Come va la sua Honda?
“Va abbastanza bene, siamo in ritardo sulla messa a punto, dovevamo ancora sulle sospensione e sulle gomme”.

Non ce l’ha fatta proprio a trovare la Pole?
“Ero lanciato nel giro veloce, ma ho fatto un errore nell’ultima parte della tracciato… altrimenti avrei potuto fare meglio…”

Qual è il suo giudizio sul tracciato?
“Non amo particolarmente questa pista. Penso che sia non molto tecnica con tutte quelle frenate brusche e quelle accelerazioni brucianti. Però è molto insidiosa, come dimostrano le tante cadute di oggi”.

E domani cosa succederà?
“Durante la qualifica con le gomme da gara ho mantenuto un buon ritmo. Abbiamo scelto un pneumatico posteriore che mi dovrebbe consentire di fare tutta la gara ad alti livelli e oltretutto non ci sono grossi problemi di “chattering”. Spero dunque di fare un grande Gp”.

E degli avversari, che dice?
“Sapevo che Biaggi e Roberts sarebbero tornati pericolosi. Domani saranno molto veloci soprattutto nella parte iniziale della gara. Loro sono due specialisti nel partire forte e nell’attaccare subito, io invece con il serbatoio pieno, con la moto molto pesante e difficile da fermare, nei primi giri tenderò ad essere un po’ più prudente”.

Una gara difficile…
“Credo che la gara sarà divisa in due parti, per questo sarà importante non perdere troppo terreno dopo il via e poi , quando tutti avranno le gomme un po’ usurate, l’importante sarà riuscire a mantenere un buon ritmo controllando la moto in derapata…”.

Corre per la quarta vittoria?
“Sicuramente… almeno un podio però lo vorrei trovare”.

Fonte: www.sports.com

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati