MotoGP | Ufficiale, Lorenzo con Honda per i prossimi due anni

Dopo le voci che circolavano ieri, la casa dell'ala dorata ha annunciato l'accordo

MotoGP | Ufficiale, Lorenzo con Honda per i prossimi due anniMotoGP | Ufficiale, Lorenzo con Honda per i prossimi due anni

Motomercato 2019 Honda Repsol HRCJorge Lorenzo alla Honda per i prossimi due anni, ora è ufficiale.

Lo avevamo scritto ieri (clicca qui per saperne di più) e ora è la Honda ad annunciarlo ufficialmente con un comunicato di poche righe, che di seguito riportiamo:

“Honda Racing Corporation è lieta di annunciare la firma del tre volte campione del mondo MotoGP Jorge Lorenzo. Il pilota spagnolo si unirà al Repsol Honda Team per i prossimi due anni.

Dal 2019, Lorenzo diventerà compagno di squadra del quattro volte campione del mondo MotoGP Marc Marquez: due grandi campioni con grande talento e grandi speranze che renderanno la squadra più forte e contribuiranno allo sviluppo di HRC.”

Una vero e proprio Dream Team per il colosso giapponese, il cui unico problema sarà quello di far convivere questi due campionissimi.

Foto: Alex Farinelli

MotoGP | Ufficiale, Lorenzo con Honda per i prossimi due anni
5 (100%) 4 votes
Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

28 commenti
  1. nandop6

    6 giugno 2018 at 09:22

    Voglio la firma altrimenti non ci credo.
    Intanto voglio vedere se Lorenzo ha risolto veramente i problemi in Ducati perchè se torna ad avere i risultati pre Mugello, in Honda non cambierà niente, prenderà sonore legnate e addio carriera.

  2. ueueue

    6 giugno 2018 at 09:40

    come ho scritto sull’altro post..

    Se loprenzo, prossimo alla Honda ,si trovasse nella situazione di poter favorire Dovizioso in ottica campionato..vs Honda la sua prossima squadra….
    Che farà…
    ..non lo farà??..e dirà che è uno sport individuale..che non gli sembrava giusto ecc ecccccc…

    ed ecco che MM ha già una nuova spalla per quest’anno…biscottata direi..mah..
    spero che loprenzo mi smentisca..

    Per quanto riguarda loprenzo in Honda…eh mi sa che saran cavoli con quei due..credo che potrà stare davanti a mm a parità di moto…

    • Ronnie

      6 giugno 2018 at 16:50

      Non so se te ne sei accorto ueue ma Lorenzo era già in squadra con Marquez quando ha vinto il suo ultimo mondiale grazie a Marc. Lorenzo era in squadra con Marc a Valencia anche l’anno scorso quando fece di tutto per non farsi superare da Dovizioso e era in squadra con Marc anche quest’anno a Jerez quando ha fatto di tutto per non far passare Dovizioso e poi l’ha steso…

      • ueueue

        7 giugno 2018 at 10:30

        Vero Ronnie a volte me lo dimentico..

        A livello di mercato con Mm e Loprenzo in Honda non attirano proprio la mia simpatia come testimonial!
        Basta una versione Cbr con il numero 99 e solo h725 la può prendere..poverino..

  3. LOW RIDER

    6 giugno 2018 at 10:23

    La Ducati non ha dimostrato grande lucidità sacrificando Iannone e Lorenzo per tenersi Dovizioso e Petrucci.
    Domenicali sarebbe più adatto a fare il tifoso che il CEO

    • Ronnie

      6 giugno 2018 at 16:53

      Dovizioso ha vinto svariate gare, quindi dire che è stato giusto tenerlo e riconfermarlo. Iannone è una pippa a livello di mondiale, è incostante e non vale ciò che vale Dovizioso. Forse Iannone è meglio di Petrucci come velocità ma fa anche tante cappellate.

  4. cujo

    6 giugno 2018 at 10:49

    di cosà farà da ora a fine stagione, e se si bastoneranno a vicenda lui e Marquez il prossimo anno mi interessa il giusto… fossi Ducati, silurerei Domenicali…

    con tutto il rispetto per il Dovi e Petrux… il titolo x Ducati passerà ancora qualche anno prima di poterlo vincere…

    spero di essere smentito

  5. H954RR

    6 giugno 2018 at 10:58

    Sinceramente la filosofia due galli in un pollaio non mi è mai andata a genio, primo, e poi la ducati secondo me ha fatto na scemata a lasciarsi scappare Jorge appurato quanto sia stato grande il suo contributo nel rendere la moto migliore, e per ultimo lo stile di Jorge non credo vada bene per la Honda in quanto è una moto scorbutica ne tanto meno perfetta, per quello ci vogliono fenomeni alla Marc o alla Casey. Mah, si vedrà ma per me non è la scelta giusta, sicuramente c’è gente che ne sa più di me e si saranno fatti bene i conti.

    • Ronnie

      6 giugno 2018 at 16:48

      Proprio perché hanno 2 stili molto diversi e un set up molto diverso, ma soprattutto vincono con gomme completamente differenti che non mi pare vengano portati nello stesso week-end, e ora correranno con la stessa moto, ho seri dubbi che si sfideranno spesso tra loro, anzi magari vinceranno gare in situazioni complementari che per Honda va molto bene, per lo spettacolo un po’ meno. Sarà interessante vedere se Marquez e Jorge condivideranno i dati. Quello potrebbe far crescere entrambi o solo uno dei 2.

  6. fatman

    6 giugno 2018 at 11:23

    Nando, fatti un clistere…

  7. MSC crociere

    6 giugno 2018 at 12:46

    Da qui a fine stagione secondo me Lorenzo farà quello che ha sempre fatto, pensare a se stesso e a stare davanti a Dovizioso per dimostrare di non essere da meno del duo compagno di squadra. A Marquez ci penserà l’anno prossimo per una sfida che sarà ancora piú difficile che quella Ducati..
    Sui due galli in un pollaio io non vedo l’ora, le migliori battaglie sono spesso quelle tra compagni di squadra, magari qualche volta si scontreranno ma penso proprio che non mancheranno i risultati, cosa che con Pedrosa la Honda non riesce più a garantirsi

  8. nandop6

    6 giugno 2018 at 14:15

    Nel commento precedente ho sbagliato verbo, volevo dire che Lorenzo il prossimo anno “CONTINUERA'” a prendere legnate. E’ voluto andare in Ducati per umiliare Rossi e invece ha peggiorato la situazione visto la competitività della moto, ora va in Honda, moto dalle caratteristiche simile alla Ducati e per di più con un compagno come Marquez, un errore dietro l’altro, o è un genio o un pazzo.

    • H954RR

      6 giugno 2018 at 16:00

      Ha peggiorato la situazione visto la competitività della moto ???????????! Ahahah èèè ?! Ma se la ducati ha cominciato a migliorare e ad andare dopo il suo arrivo, e in un certo senso lo ha proprio umiliato al rosbhvszi45+1 infatti ha dimostrato di riuscire a stare davanti per molti giri in molte gare e vincerne almeno una, per ora, mentre il più grande bluff dello sport giallo HA FATTO ZERO ASSOLUTO sulla ducati e solo grasse grosse figuracce da emerita pippa che è. Certo che essere invasati ti distorge grandemente la realtà, roba quasi da pena.

      • nandop6

        6 giugno 2018 at 21:04

        H954RR Da quanto le spari grosse non perdo tempo a risponerti.

      • nandop6

        7 giugno 2018 at 08:35

        H954RR
        Ho un ritaglio di tempo, prova a rileggere il commento, il peggioramento non è riferito alla moto, anche se un serbatoio non credo la possa migliorare più di tanto.

    • Ronnie

      6 giugno 2018 at 16:46

      Ricordati che Jorge dice sempre la verità bahah parola sua…

      Lorenzo è andato in Ducati perché prendeva di più, e in Honda gli offrono ancora 4 milioni a stagione malgrado i pessimi risultati ottenuti negli ultimi 2 anni. Certo a tutti i piloti interessa vincere, ma a Jorge interessa prima di tutto guadagnare.

  9. supermariacion

    6 giugno 2018 at 19:52

    Ahhahhahhaha h7-25 dai retta a me! Cambia pusher!!! E mangia meno mrda!!

    • ueueue

      6 giugno 2018 at 23:33

      H725 le cappellate che spari tu le puoi trovare forse sul giornalino di Cioè..o topolino..le pensi tutte da solo o ti aiutano?
      Poi magari ci credi anche il che sarebbe più grave..
      Va bene che non ti sta simpatico Rossi ma a tutto sembrava ci fosse un limite ..

  10. H954RR

    7 giugno 2018 at 10:17

    Per i tre insignificanti invasati gialli, vediamo il vero fenomeno, i veri piloti e il vero unico grande bluff quanto ci hanno messo per vincere con ducati:
    Casey Stoner ha vinto alla prima gara.
    Jorge Lorenzo ci son volute 24 gare prima di vincere la prima volta.
    Andrea Iannone ce ne sono volute 64.
    Andrea Dovizioso invece 70.
    Il super mega bluff va-lentino lerciossi invece non ce ne sono volute tante o poche, quella pippa di un mezzo pilotino a trucco è L’UNICO che non ci ha MAI combinato na beata M.N.H.A AHAHAHAHAHAH !!!!!!! Che fenomeno di sto C…O, AHAHAHAHAHAH questi sono i fatti mentre le vostre sono solo str…. da poveri convinti m€nt€catt1 fatte della stessa materia al quale l’1mbec1ll€ supremo del superciofolariacion piace tanto nominare e di cui è fatto AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Quanto me la godo.

    • nandop6

      7 giugno 2018 at 17:18

      H54654RR
      Ma porca miseria, non farmi perdere tempo con i tuoi vaneggiamenti, Lorenzo è andato in Ducati nel 2017 anno in cui un certo Dovizioso (non Stoner) ha vinto 6 GP e lottato per il mondiale fino all’ultima gara, riesci a ragionare il 10 % di una persona normale????

      • H954RR

        7 giugno 2018 at 18:01

        Ahahahahahah non capisciii proprio ahahahahahahahah !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      • nandop6

        7 giugno 2018 at 19:31

        H549RR
        Sei un caso disperato!!!!!! Non credevo fino a sto punto.

  11. cujo

    7 giugno 2018 at 19:34

    dette così come le dici sembrano facili (anche se 64 gare, cioè, 3 anni e 1/2 non sono pochi), fai tutta, ma proprio tutta la cronologia per arrivare al 2017, compreso ingegneri e meccanici…. eh!!!

    • nandop6

      7 giugno 2018 at 22:04

      E’ assurdo analizzare le vittorie senza analizzare la competitività della moto, se Lorenzo con la Ducati di oggi ha impiegato 24 gare per vincere, quante glie ne sarebbero servite con la GP11???

      • cujo

        8 giugno 2018 at 08:26

        almeno 63…

      • ueueue

        8 giugno 2018 at 14:06

        Ahahahahahahhaahaha h725 sei proprio un imbelle

        Continua ti prego, almeno ci fai ridere con la tua arguzia….

        Ps: Hahahahahah imbelle bullo da tastiere

      • nandop6

        8 giugno 2018 at 20:47

        Almeno 63???? Io direi almeno 99.

      • cujo

        9 giugno 2018 at 12:17

        era una battuta….

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati