MotoGP | Gp Mugello FP2: Paura per Pirro, poi sospiro di sollievo

Spaventosa caduta per il tester Ducati, tanta paura ma poi ottime notizie dai medici

La caduta di Michele Pirro ha interrotto una sessione andata ad Andrea Iannone
MotoGP | Gp Mugello FP2: Paura per Pirro, poi sospiro di sollievoMotoGP | Gp Mugello FP2: Paura per Pirro, poi sospiro di sollievo

MotoGP Gp Italia Prove Libere 2 – La seconda sessione di prove libere della classe MotoGP al Mugello è stata caratterizzata dalla spaventosa caduta di Michele Pirro, avvenuta alla staccata della San Donato, un punto di frenata dopo le MotoGP arrivano oltre i 340 Km/h, per poi percorrere la prima curva del circuito toscano a bassa velocità.

Dal replay fatto vedere dalla Dorna, il pilota pugliese, tester Ducati e qui wild card, ha perso il controllo della sua GP18 al momento della frenata, con la moto che si è cappottata in avanti e con il #51 che catapultato in aria, ha battuto violentemente sull’asfalto.

Minuti concitati, poi la notizia “Rider conscious”, quella aspettata con tanta ansia da addetti ai lavori ed appassionati.

La sessione è poi ricominciata con l’innocua scivolata di Marc Marquez alla Materassi e poi ancora bandiera rossa per un problema alla moto di Andrea Dovizioso, sempre nello stesso punto della caduta di Pirro, con la Ducati GP18 con un principio d’incendio, subito spento dai commissari.

Sono poi arrivate le parole di Paolo Ciabatti, D.S. di Ducati Corse che ha detto che Pirro è cosciente e muove tutti gli arti, ma visto che non ricordava nulla della caduta, verrà trasportato all’ospedale Careggi di Firenze per una TAC e una risonanza magnetica.

Successivamente sono arrivate notizie più dettagliate: il pilota ha riportato un trauma encefalico, toracico, lombare e addominale. Ha una sub-lussazione della spalla destra, ma è cosciente e muove tutti gli arti. E’ diretto in elicottero all’ospedale Careggi per una TAC e bodyscan completo.

La sessione è poi continuata senza altre interruzioni e il miglior tempo è andato ad Andrea Iannone, che bissa così il miglior tempo delle FP1.

Dietro al pilota della Suzuki Maverick Vinales, che ha preceduto Marc Marquez, Johann Zarco e Jack Miller.

Seguono Cal Crutchlow e i nostri Valentino Rossi, Franco Morbidelli e Danilo Petrucci. Chiude la Top Ten Jorge Lorenzo, mentre Andrea Dovizioso ha chiuso dodicesimo, davanti a Dani Pedrosa.

Seguiranno ulteriori aggiornamenti su Michele Pirro, che ricordiamo ancora una volta è cosciente e muove tutti gli arti.

Prove Libere 2 Mugello - GP Italia - I tempi

Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap
1 29 Andrea Iannone Suzuki Team Suzuki Ecstar 1:46.735
2 25 Maverick Vinales Yamaha Movistar Yamaha Motogp 1:47.122 0.387
3 93 Marc Marquez Honda Repsol Honda Team 1:47.218 0.483
4 5 Johann Zarco Yamaha Monster Yamaha Tech 3 1:47.365 0.630
5 43 Jack Miller Ducati Alma Pramac Racing 1:47.403 0.668
6 35 Cal Crutchlow Honda Lcr Honda Castrol 1:47.433 0.698
7 46 Valentino Rossi Yamaha Movistar Yamaha Motogp 1:47.445 0.710
8 21 Franco Morbidelli Honda Eg 0,0 Marc Vds 1:47.497 0.762
9 9 Danilo Petrucci Ducati Alma Pramac Racing 1:47.569 0.834
10 99 Jorge Lorenzo Ducati Ducati Team 1:47.691 0.956
11 30 Takaaki Nakagami Honda Lcr Honda Idemitsu 1:47.901 1.166
12 4 Andrea Dovizioso Ducati Ducati Team 1:47.902 1.167
13 26 Dani Pedrosa Honda Repsol Honda Team 1:47.924 1.189
14 55 Hafizh Syahrin Yamaha Monster Yamaha Tech 3 1:47.946 1.211
15 42 Alex Rins Suzuki Team Suzuki Ecstar 1:47.996 1.261
16 41 Aleix Espargaro Aprilia Aprilia Racing Team Gresini 1:48.113 1.378
17 53 Tito Rabat Ducati Reale Avintia Racing 1:48.221 1.486
18 44 Pol Espargaro Ktm Red Bull Ktm Factory Racing 1:48.269 1.534
19 45 Scott Redding Aprilia Aprilia Racing Team Gresini 1:48.458 1.723
20 19 Alvaro Bautista Ducati Angel Nieto Team 1:48.524 1.789
21 17 Karel Abraham Ducati Angel Nieto Team 1:48.926 2.191
22 38 Bradley Smith Ktm Red Bull Ktm Factory Racing 1:49.044 2.309
23 12 Thomas Luthi Honda Eg 0,0 Marc Vds 1:49.082 2.347
24 51 Michele Pirro Ducati Ducati Team 1:49.111 2.376
25 10 Xavier Simeon Ducati Reale Avintia Racing 1:49.757 3.022

Mugello - GP Italia - Risultati Prove Libere 2

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

MotoGP | Gp Mugello FP2: Paura per Pirro, poi sospiro di sollievo
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

9 commenti
  1. cujo

    1 giugno 2018 at 15:59

    auguri Pirro, e speriamo rimanga solo una gran paura…

  2. ueueue

    1 giugno 2018 at 17:05

    Caz cadere a 340 cappottando non dev’essere una cavolata!

  3. Ronnie

    1 giugno 2018 at 18:31

    Si va be’ le solite esagerazioni, sarà caduto a 100-150km/h era in piena decelerazione. Più che altro è stato sbalzato via come un fantoccio e ha picchiato forte perdendo conoscenza. Su motogp.com si può vedere basta essere registrati, non serve acquistare il videopass.

    Di certo si è fatto male visto la modalità della caduta, ma per fortuna non malissimo.

    • cujo

      1 giugno 2018 at 19:32

      onestamente mi sembrano fuori luogo le tue parole iniziali…. vedendo come è carambolato, e ti posso assicurare per esperienza personale, che non è piacevole…

      per una frazione di secondo l’ho visto a pelle di leone ho pensato al peggio che si potesse pensare…

      per quanto logorroici siano i tuoi post, ma non ti facevo così cinico….

      • Ronnie

        1 giugno 2018 at 19:57

        Mi sa che non hai capito il senso del post… non è per sminuire ciò che è avvenuto a Pirro, ma mi stanno sul caxxo i titoli sensazionalistici tanto per… a 340 non andava e non sono nemmeno certo che fosse arrivato a piena velocità dato che c’era una moto lenta sulla destra.

        Pirro stava decelerando in maniera normale all’inizio poi di colpo credo abbia perso potenza frenante e poi come hanno detto alcuni piloti deve aver pinzato più forte, i freni sono tornati in azione di botto ed è stato sbalzato in aria, ma dalla velocità con cui scivolava sulla ghiaia e dalla velocità della moto si può capire che non è caduto a 340, se no la moto sarebbe distrutta e lui morto.

  4. cujo

    1 giugno 2018 at 20:13

    no, non sono io che devo capire il senso… sei tu che dovevi esordire diversamente… oggi un pilota ha rischiato di rimanere a terra “Si va be’ le solite esagerazioni, sarà caduto a 100-150km/h” e queste sono le tue parole iniziali… non mi prendere per fesso, potevi esordire diversamente…. testa di minkia!!

    • Ronnie

      1 giugno 2018 at 23:28

      A me sembri una povera persona che insulta a caxxo. Vedi io ho commentato dopo aver letto delle condizioni di Pirro, dopo aver visto il video… dopo essermi interrogato e dopo aver usato il cervello… Se mi fossi basato solo su quanto letto sarei stato molto preoccupato perché hanno esagerato appositamente l’accaduto per far leggere l’articolo. Pirro è stato fortunato, per la dinamica dell’incidente si poteva fare molto più male, ma non è la velocità sul rettilineo il problema, ma la compressione estrema delle sospensioni, infatti ha fatto un volo molto in alto ed ha battuto forte, ma è stato fortunato.

  5. cujo

    2 giugno 2018 at 09:04

    A me sembri un povero cinico del casso solo e frusrato….

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati