SBK | Pata Italian Round, Gara1: grande prestazione per il Kawasaki Racing Team

Rea e Sykes sempre in testa dal primo giro. Il Campione del Mondo è a una vittoria da Fogarty

SBK | Pata Italian Round, Gara1: grande prestazione per il Kawasaki Racing TeamSBK | Pata Italian Round, Gara1: grande prestazione per il Kawasaki Racing Team

Dopo un inizio di stagione complicato in Australia ed in Thailandia, la stagione europea ha messo di nuovo in chiaro che anche quest’anno la Kawasaki è la moto da battere: dopo gli ottimi risultati di Aragon e Assen, Rea e Sykes hanno dominato la prima corsa all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, dove si sta disputando il quinto round della stagione.

Il Campione del Mondo in carica in particolare non ha avuto rivali: ha avuto il vantaggio, conquistato, di scattare dalla pole ma ha condotto la gara fino alla bandiera a scacchi, senza mai dare segni di cedimento, ottenendo la sua quarta vittoria in stagione.

“Questo era il piano, ad essere onesti” – afferma Jonathan Rea – “Avevamo un buon passo e volevo dettare il mio ritmo, così ho provato ad aprire un piccolo gap e poi ho gestito. In maniera piuttosto veloce il gap è arrivato fino a tre secondi e poi ho migliorato e ho gestito quando si è stabilizzato, è stata una bella vittoria. Sembra che Gara 1 sia stata una gara facile da vincere, ma mi sono semplicemente divertito! Il team mi ha dato una grande moto.”

Per Rea sono stati molto utili i giorni di test a Brno:“Siamo arrivati qui con la moto che aveva il setup dei test di Brno ed è andata bene. Sono molto contento, perché Brno è un circuito molto veloce e fluido, mentre questo è molto più tortuoso e ci sono tante curve di prima marcia, quindi sono stato molto contento. Non abbiamo modificato molto la moto, perché di base era buona. Speriamo di poter continuare così e fare qualche altro miglioramento durante l’anno.”

Tom Sykes ha avuto qualifiche un po’ complicate, con giri cancellati e un solo tentativo a disposizione: scattato quindi dalla seconda casellina, non è riuscito a replicare il passo del suo compagno di squadra, ma è complessivamente del soddisfatto del secondo posto.

“È stata difficile, avevo metà della mia gomma sul cordolo, quindi è difficile da giudicare. Penso che se tutta gomma sia fuori dal cordolo sicuramente è da cancellare, ma su questo circuito, con queste moto, pensi ci sia un po’ più di tolleranza, ma ovviamente no. Mi ha condizionato solo quando ho spinto con la gomma da qualifica. Non avevo altri giri buoni, quindi non volevo andare troppo al limite, la prima fila è stata sufficientemente buona, sicuramente ha reso la gara di oggi più facile”- ha detto Tom Sykes – “Perché no? La gara di oggi non è stata male, Jonathan era in gran forma”, dice fiducioso. “Domani partirò dalla terza fila, sono fiducioso per quanto riguarda me e la moto, si tratterà solo di passare subito piloti che sono stati difficoltosi in passato. Dobbiamo evitare problemi domani”.

SBK | Pata Italian Round, Gara1: grande prestazione per il Kawasaki Racing Team
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati