MotoGP | Gp Stati Uniti: Taramasso, “Austin è tracciato impegnativo e che merita rispetto”

La Michelin pronta al difficile impegno di Austin

MotoGP | Gp Stati Uniti: Taramasso, “Austin è tracciato impegnativo e che merita rispetto”MotoGP | Gp Stati Uniti: Taramasso, “Austin è tracciato impegnativo e che merita rispetto”

Gp Austin MotoGP Michelin – Il circus del Motomondiale torna in pista ad Austin, dove domenica prossima è in programma il “Red Bull Grand Prix of The Americas“. Il circuito, che vede Marc Marquez eterno dominatore, è uno dei più difficili per la Michelin, visto il particolare layout. Il tracciato di 5.513 m presenta 11 curve a sinistra e 9 a destra e si percorre in senso antiorario. Questa incredibile gamma di curve, combinata con un rettilineo lungo 1.200 metri, lo rende uno dei circuiti più impegnativi dell’anno dal punto di vista delle gomme.

Il fornitore unico di pneumatici porterà sia all’anteriore che al posteriore 3 mescole, soft, medium e hard, simmetriche all’anteriore e asimmetriche al posteriore, con il lato destro più duro per sostenere le maggiori sollecitazioni.

Il meteo sul circuito texano è di solito molto favorevole, con solo due sessioni di pioggia nei suoi cinque anni di storia, ma questo non esclude la possibilità di pioggia, quindi la Michelin sarà preparata con pneumatici Power Rain a mescola morbida e media per l’anteriore e posteriore, quest’ultima asimmetrica per sostenere le maggiori sollecitazioni.

“Questo è un’altro tracciato impegnativo e che merita rispetto – ha spiegato Piero Taramasso, Manager of the Two-Wheel Motorsport Group – Ha molti aspetti e dobbiamo creare un pneumatico in grado di affrontare le diverse curve, con brusche zone di frenata e un asfalto insidioso. Gli organizzatori hanno lavorato per rimuovere i dossi causati da altre competizioni che utilizzavano la pista, quindi sarà molto interessante e importante per noi capire come questo influenzerà le gomme. Il COTA è uno dei circuiti in cui siamo determinati a migliorare, poiché crediamo di non aver dimostrato il vero potenziale dei nostri pneumatici.”

Foto: Alex Farinelli

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati