MotoGP | Lin Jarvis chiede altre sanzioni per Marquez: “Devono inviare un messaggio”

Il Team Director Yamaha ha poi aggiunto: "Il modo di correre di Marc non è una novità iniziata negli ultimi due mesi, la sua carriera ha mostrato molti esempi di tali azioni"

MotoGP | Lin Jarvis chiede altre sanzioni per Marquez: “Devono inviare un messaggio”MotoGP | Lin Jarvis chiede altre sanzioni per Marquez: “Devono inviare un messaggio”

MotoGP Marquez Rossi – Non accenna a placarsi la scia di polemiche nata dopo il Gran Premio d’Argentina, in particolare in conseguenza al contatto tra Marc Marquez e Valentino Rossi, che ha portato quest’ultimo a cadere.

Subito dopo la gara, il team Director Yamaha insieme al team Manager e Valentino Rossi si sono presentati in direzione gara per chiedere delucidazioni e richiedere una pena più severa rispetto ai 30 secondi aggiunti sul tempo di gara dello spagnolo a seguito del contatto con il pesarese.

Lin Jarvis aveva subito parlato riportando quelli che erano i pensieri di Valentino Rossi, ma adesso rincara la dose chiedendo una punizione più severa in occasione del Gran Premio delle Americhe in programma tra poco più di una settimana.

Il team Director della casa dei tre diapason, intervistato dal sito inglese MCN, non solo fa riferimento alla condotta durante tutta la gara del sei volte campione del mondo, ma è pronto a chiamare “sul banco dei testimoni” anche Maverick Vinales, che durante le libere del Gran Premio d’Argentina si è visto quasi colpire da Marquez.

“Abbiamo chiesto che la direzione gara si attivi per fare tutto il possibile per provare a correggere il suo comportamento.” Ha detto Lin Jarvis, che ha poi aggiunto: “Il suo comportamento mostra una totale mancanza di rispetto per qualsiasi altro concorrente in pista. Maio Meregalli, il direttore del team, io e Valentino siamo andati a parlare in direzione gara dopo la gara per dare il nostro punto di vista. Non è il nostro lavoro fare le regole, non è nostro compito decidere quale azione intraprendere, ma almeno vogliamo essere molto chiari. Non è solo per noi, siamo stati vittime in questa occasione, ma la prossima volta la vittima potrebbe essere qualcun altro. Spero sinceramente che la direzione della gara riesaminerà bene la situazione questo fine settimana e deciderà se ritengono che sia opportuno agire o meno. Non voglio essere coinvolto in quello che penso dovrebbe essere il corso dell’azione, perché è il loro compito. Ma penso che abbiano bisogno di inviare un messaggio. Se sono d’accordo con noi sul fatto che questo comportamento è inaccettabile, devono decidere quale è la linea di condotta appropriata per cercare di determinare un comportamento corretto. Ma il suo modo di correre non è una novità iniziata negli ultimi due mesi, la sua carriera ha mostrato molti esempi di tali azioni”.

Per ora la Direzione gara non si è ancora espressa ufficialmente, ma ad Austin, FIM e Dorna hanno chiesto di incontrare Marc Marquez e Valentino Rossi, prima dell’inizio del weekend, per chiarire la vicenda.

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

2 commenti
  1. ueueue

    14 aprile 2018 at 00:03

    Grande Lin

    Vincere con rispetto ha tutto il suo valore
    Arrivare davanti sportellando non vale una fava
    Mm a calci nel cul dovrebbero andarlo a chiamare

    Ed ora a voi heaters leoni della tastiera

    Grande Vale

  2. fatman

    18 aprile 2018 at 13:12

    ….Lin chi? Lo stesso che esaltava il geriatra per il taglio chicane? ‘Ntu c+lu a Jarvis…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati