MotoGP | Gp Argentina Gara: Dovizioso, “Marquez faticherà anche ad uscire dal paddock”

Il forlivese della Ducati limita i danni e rimane "attaccato" alla vetta del campionato

MotoGP | Gp Argentina Gara: Dovizioso, “Marquez faticherà anche ad uscire dal paddock”MotoGP | Gp Argentina Gara: Dovizioso, “Marquez faticherà anche ad uscire dal paddock”

MotoGP GP Argentina Ducati Team GaraAndrea Dovizioso ha limitato i danni a Termas de Rio Hondo, teatro della seconda gara del Motomondiale 2018 classe MotoGP. Il vincitore della gara inaugurale del Qatar, ha chiuso sesto il Gran Premio d’Argentina e complice il doppio zero di Marquez e Rossi (grandi polemiche dopo la gara dello spagnolo della Honda, clicca qui  e qui per saperne di più) è secondo nella classifica mondiale, a soli 3 punti dal nuovo leader Cal Crutchlow. A lui la parola.

“Eravamo lenti venerdì. Alla fine oggi abbiamo avuto tanta fortuna. Hanno fatto tre zeri tre piloti che si giocano il campionato. Non siamo contenti del risultato, dobbiamo continuare a lavorare. Questa è la conferma che nelle piste dove serve percorrenza noi perdiamo. Questa non è la fine, ma un sesto posto oggi è oro.”

Parlando della corsa di Marc Marquez ha così commentato:

“Oggi Marc si è gestito male. Su una pista dove dai un secondo a tutti dovrebbe essere facile portare il massimo risultato. Ha fatto tanti errori, tutto quello che non doveva fare. Oggi faticherà anche ad uscire dal paddock. Gli argentini sono focosi. Oggi ha ceduto qualcosa in Marc.”

Tornando sulla sua gara ha aggiunto:
“Ognuno ha le sue caratteristiche e ognuno ha i suoi punti deboli. Noi dobbiamo pensare ai nostri perché se no il campionato non te lo giochi, e in giornate come questa si capisce. Dopo un week end difficile siamo secondi, abbiamo delle carte da giocare e dobbiamo migliorare. Austin non è proprio una pista adatta a noi, è una pista Honda. Dovremo portare a casa il massimo, Suzuki e Yamaha possono inserirsi facilmente. Il sesto posto di oggi non va bene. se cvediamo tutti i piloti che mi sono arrivati davanti, sono tutti bravi in percorrenza, come Miller. La moto influenza, ed è la conferma, però dipende da tante altre cose. Tra la GP17 e la GP18 gli step sono piccoli. Io ho fatto fatica, la moto fatica e le condizioni erano difficili, è un mix. Senza nulla togliere a Miller, ma è stato aiutato dal suo stile di guida, è partito avanti e ha preso il ritmo. In questa pista entri sempre con il gas non si frena.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati