MotoGP | Presentazione Ducati Pramac: Petrucci, “Con questa moto viene tutto più facile”

Il compagno di squadra, Jack Miller, "Il mio feeling con la moto è ottimo"

MotoGP | Presentazione Ducati Pramac: Petrucci, “Con questa moto viene tutto più facile”MotoGP | Presentazione Ducati Pramac: Petrucci, “Con questa moto viene tutto più facile”

MotoGP Presentazione Ducati Pramac – L’ultimo team a togliere i veli alla moto che questo fine settimana prenderà parte alla prima gara della stagione 2018 è stato il team Ducati Pramac.

In una cornice insolita, lo stabilimento produttivo di Lamborghini a Modena, il team senese ha presentato il confermato Danilo Petrucci, autore di una stagione incredibile nel 2017, e il neo acquisto, Jack Miller, autore di un pre-campionato molto interessante.

Quest anno sulla moto del team Ducati Pramac è arrivato un nuovo importante main sponsor, Alma, che, oltre a comparire nel nome della squadra ha portato anche del blu nella livrea.

Ricordiamo che il pilota ternano in questa stagione, come nella passata, avrà a disposizione lo stesso materiale del team Ducati ufficiale quindi, un GP18 con tutti gli aggiornamenti che arriveranno durante la stagione. Il compagno di squadra, invece, guiderà una GP17, la stessa con cui Andrea Dovizioso nella passata stagione ha vinto 6 gare.

Queste le parole di Danilo Petrucci: “La moto è bellissima e la livrea ancora di più. La moto va forte. C’è tutto. Sono molto contento di essere andato forte nei test. Non c’è un aspetto in particolare in cui è migliorata. E’ il comportamento generale ad essere migliorato. E’ migliorato il feeling. Viene tutto più naturale. Magari lo scorso anno ci mettevo 2 giri per andare più forte, qui ci vuole molto meno. Il cronometro poi è la risposta. Lo scorso anno siamo andati vicino alla vittoria. Quest anno voglio fare meglio dello scorso anno. Nel 2017 ci sono state gare in cui non sono andate bene e le voglio eliminare. Come è normale nella crescita di un pilota voglio migliorare. Abbiamo visto durante i test che siamo tutti molto vicini. Fare la differenza è difficile. In Qatar saremo in 11 molto vicini e credo che sarà quello che succederà per tutta la stagione. E’ ovvio che poi ci sono quelli che sono sempre davanti. Spero di essere in quel gruppo. Ho lavorato molto per raggiungere il mio obiettivo. In Qatar ero teso perché è stato il momento in cui ho messo insieme tutto e speravo funzionasse tutto bene. Per il mondiale credo che Dovi abbia qualcosa in più. Io guardo il mio vicinato, non parlo di altre marche, ma sicuramente ci saranno Marquez, Vinales e Rossi. Ma credo che Dovi sia maturato e ha l’intelligenza per fare meglio dello scorso anno. Un podio tutto Ducati in Qatar non sarebbe malissimo. E’ chiaro che sarà difficile, si può fare ma siamo in bona compagnia.”

Il nuovo acquisto della squadra, Jack Miller si è adattato sin da subito alla Ducati. L’unico passo falso, se così può essere definito, è arrivato in Qatar, dove l’australiano non è riuscito a replicare le ottime prestazioni messe in mostra nelle altre tappe dei test.

Queste le parole di Jack Miller: “E’ bellissimo vedere la livrea e il mio feeling con la moto è ottimo. Mi diverto a guidare la moto sin dal primo test a Valencia. Nei test mi sono concentrato sul passo gara e sono migliorato uscita dopo uscita in questo penso. Ho trovato una grande stabilità e sono confidente in visione della prima gara. Penso che l’obiettivo della prima gara sia quello di spingere il più possibile, mantenere la gara e vedere cosa succede.”

MotoGP | Presentazione Ducati Pramac: Petrucci, “Con questa moto viene tutto più facile”
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati