Moto2 | Dal 2019 Triumph sarà fornitore dei motori

Lunedì il primo test a Valencia con Jesko Raffin

Moto2 | Dal 2019 Triumph sarà fornitore dei motoriMoto2 | Dal 2019 Triumph sarà fornitore dei motori

Un prototipo del telaio Kalex Moto2 2019 ha fatto il suo debutto ieri a Valencia, girando a 1,3 secondi dall’attuale record di gara su una versione standard del motore Triumph 765cc.

Il brutto tempo ha interrotto quello che doveva essere un test di tre giorni con il pilota Jesko Raffin, ma il CEO di Kalex Alexander Baumgärtel l’ha descritto come un “lancio senza problemi”. Il tre cilindri 765cc sostituirà gli attuali motori quattro cilindri da 600 cc Honda in Moto2 dall’inizio del prossimo anno. Sarà inoltre introdotto un nuovo sistema di ECU.

“Complessivamente, siamo molto contenti di come sono andate le cose durante il nostro primo lancio con la moto 2019 -ha dichiarato Baumgartel- inoltre, siamo stati fortunati con il tempo di lunedì, quando le condizioni erano ottime per gran parte della giornata. Purtroppo ha piovuto nei due giorni restanti ma oltre a quello, Jesko Raffin ha fatto un ottimo lavoro, non ha commesso errori e ha anche convinto con feedback di enorme valore. Jesko è stato subito entusiasta: dopo appena cinque giri, il suo commento è stato: “La moto sembra a una Kalex”. Questo è stato un grande sollievo per noi. Questo è ciò per cui abbiamo lavorato e questo è sempre stato il nostro obiettivo. 

Il record ufficiale di gara a Valencia in Moto2 è un 1.35,312 registrato da Thomas Luthi nel 2014. La pole di Johann Zarco nel 2016 era 1.34,879. Raffin ha messo a segno un 1.36.6 nel corso della sua giornata sulla Triumph, che è 0.3 secondi più veloce del suo miglior giro su una Kalex con motore Honda nella gara di novembre.

Considerando che Raffin era anche a 1,3 secondi dal miglior giro del GP dello scorso anno, è lecito ritenere che, una volta disponibile il motore di gara e l’ECU Magneti-Marelli, la Moto2 sarà più veloce che mai nel 2019.

“Per questo test, abbiamo utilizzato solo componenti standard per quanto riguarda il motore, l’elettronica e la frizione, ma alla fine siamo riusciti a girare in 1.36.6 con Jesko, questo è certamente un buon riferimento per noi. Pertanto, siamo molto soddisfatti del nostro primo lancio”, ha continuato Baumgartel.

“Le prime impressioni del pilota sono state principalmente positive e non si sono verificati problemi. Ovviamente sarebbe stato estremamente utile accumulare più giri e chilometri, ma è stato un inizio molto divertente del nostro programma di test. Il feeling del pilota con il telaio è stato subito positivo. Ecco perché non ha senso pensare a un prossimo test al momento. A questo proposito, dobbiamo aspettare fino a quando non avremo la centralina per questo motore”.

Moto2 | Dal 2019 Triumph sarà fornitore dei motori
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Moto2

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati