Superbike| Yamaha Finance Australian Round, Gara2: doppietta di Melandri al photofinish

Corsa entusiasmante: sorpassi, flag to flag e colpi di scena a Phillip Island

Superbike| Yamaha Finance Australian Round, Gara2: doppietta di Melandri al photofinishSuperbike| Yamaha Finance Australian Round, Gara2: doppietta di Melandri al photofinish

Erano anni che non si vedeva una gara così entusiasmante e incerta nel Campionato Mondiale delle derivate di serie: prestazioni livellate, con i piloti sempre molto vicini da tra di loro, tanti sorpassi e qualche errore.
Se il merito vada al tanto contestato nuovo regolamento è presto per dirlo considerando che a Phillip Island nella seconda corsa, la Direzione Gara, in accordo con i team, ha deciso di adottare la procedura del flag to flag per porre rimedio a un evidente problema di tenuta dei pneumatici.

Gara2 del Yamaha Finance Australian Round parte con le posizioni determinate dal risultato della prima (quindi Fores parte primo e Melandri nono) sulla distanza di 22 giri ma con l’obbligo per i piloti di fermarsi ai box per cambiare moto dalla nona alla dodicesima tornata.

Dalla roulette australiana esce il nome di Marco Melandri che completa una strepitosa doppietta per Ducati, la prima per lui con la Panigale, che beffa sulla linea del traguardo Jonathan Rea che ha provato con le unghie a portarsi a casa la vittoria.
Melandri ha avuto il grande merito di aver lavorato con grande costanza, senza perdere mai il contatto con i primi anche se scattare dalla nona posizione in griglia non lo ha certo aiutato.
La grande giornata Ducati è completata dalla festa per il terzo posto di Xavi Fores che centra un risultato storico con la Panigale non ufficiale del Team Barni Racing.
Unica nota stonata la scivolata di Chaz Davies al 13esimo giro dopo aver cambiato moto: probabilmente ha chiesto troppo a una gomma non ancora in temperatura e ha buttato via una possibile vittoria.

Quarto posto per Tom Sykes che precede Alex Lowes sulla Yamaha ufficiale del Team Pata, Leon Camier solo sesto con la CBR Honda Red Bull dopo un inzio entusiasmante in cui aveva anche condotto il gruppo, e Micheal Van der Mark con l’altra R1, in calo anche lui dopo il cambio moto.

Completano la top ten Jordi Torres con la F4 MV Agusta, Loris Baz con la BMW Althea e il giovane talento turco Toprak Razgatlioglu con la Ninja non ufficiale del Team Puccetti.

Ritroveremo il Campionato tra un mese esatto, dal 23 al 25 marzo, in Thailandia.

Di seguito l’ordine di arrivo di Gara2 del Yamaha Finance Australian Round:

1. Marco Melandri ITA Aruba.it Racing Ducati Panigale R 22 laps
2. Jonathan Rea GBR Kawasaki Racing ZX-10RR +0.021s
3. Xavi Fores ESP Barni Ducati Panigale R +0.304s
4. Tom Sykes GBR Kawasaki Racing ZX-10RR +1.488s
5. Alex Lowes GBR PATA Crescent Yamaha R1 +2.474s
6. Leon Camier GBR Red Bull Honda CBR1000RR SP2 +2.745s
7. Michael van der Mark NED PATA Yamaha YZF-R1 +3.098s
8. Jordi Torres ESP MV Agusta 1000 F4 +14.301s
9. Loris Baz FRA Althea BMW S1000RR +14.361s
10. Toprak Razgatlioglu TUR Puccetti Kawasaki ZX-10RR +19.785s
11. Roman Ramos ESP Team GoEleven Kawasaki ZX-10RR +25.237s
12. Leandro Mercado ARG Orelac Racing VerdNatura Kawasaki ZX-10RR +40.504s
13. Jake Gagne USA Red Bull Honda CBR1000RR SP2 +58.923s
14. PJ Jacobsen USA TripleM Honda CBR1000RR SP2 +1m
15. Eugene Laverty IRE Milwaukee Aprilia RSV4 +2 laps

Did not finish:

Chaz Davies GBR Aruba.it Racing Ducati Panigale R

Ondrej Jezek CZE Guandalini Yamaha YZF-R1

Daniel Falzon AUS Yamaha Racing Team YZF-R1

Did not start:

Yonny Hernandez COL Team Pedercini Kawasaki ZX-10RR
Troy Herfoss AUS Penrite Honda CBR1000RR SP2
Wayne Maxwell AUS Yamaha Racing Team YZF-R1
Lorenzo Savadori ITA Milwaukee Aprilia RSV4

Superbike| Yamaha Finance Australian Round, Gara2: doppietta di Melandri al photofinish
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

10 commenti
  1. nandop6

    25 febbraio 2018 at 07:36

    Grandissimo Melandri!!!!

    • fatman

      25 febbraio 2018 at 15:21

      …a quelli come te non interessa nulla di SBK, torna a tifare geriatra e non rompere la m1nch1@ in questi articoli riguardanti le derivate di serie, ‘ntu cul@ ai tavullidi@t1!!!

  2. supermariacion

    25 febbraio 2018 at 16:39

    Bravo macho continua così! Dimostra a questi beoti che se ci ha vinto il pelato in SBK…allora puo’ vincere qualsiasi pilota! Hahahahaah

  3. ueueue

    25 febbraio 2018 at 21:53

    Ho avuto la fortuna di girare in pista con Melandri e giù dalla moto mi ha dato l’impressione di essere un ragazzo tranquillissimo e tutt’altro che gasato..

    Bravo Melandri te lo meriti proprio!

    • fatman

      27 febbraio 2018 at 12:31

      …ti hanno visto girare a piedi, altro che con Melandri ahahahahahahahahahahahahahahah…

      • ueueue

        27 febbraio 2018 at 15:07

        ..corso di Guida Pedersoli in cat A con Borciani e Kevin Manfredi al circuito di Franciacorta..

        te invece che fai oltre a sparar cag@te ?

      • fatman

        28 febbraio 2018 at 09:14

        …appunto, giravi praticamente in triciclo
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah…

  4. un meccanico della dacia logan

    26 febbraio 2018 at 19:24

    Bravissimo, che emozione.
    preparazione fisica e mentale…. gia dala prima mattina dei test si é notato che tu e la moto eravate una cosa sola.
    Spero che i ducatisti che hanno deciso di condannarti si possano ravvedere, diamogli il tempo….
    Bravissimo anche Camier,ieri con la mv oggi con la honda, credo che sia un pilota veramente bravo

  5. V.D.S

    28 febbraio 2018 at 19:31

    Chi considera la SBK una categoria inferiore,dimostra tutta la propria incompetenza in tema di motorsport.
    Del resto se si guarda chi,in questo blog,si espone ad affermazioni del genere,tutti i dubbi vengono fugati..ed è superfluo ogni commento!

  6. ueueue

    1 marzo 2018 at 09:44

    Caro fatman

    Credi quello che vuoi, fotte sega dei pensieri di una ameba come te..
    Bye grande uomo (dietro la tastiera) e continua a guardare dal divano..

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati