MotoGP | Pupulin racconta il “battesimo” di Miller in sella alla Ducati

"Jack va in pista sempre per dare il 100%" ha detto il Crew Chief dell'australiano

MotoGP | Pupulin racconta il “battesimo” di Miller in sella alla DucatiMotoGP | Pupulin racconta il “battesimo” di Miller in sella alla Ducati

MotoGP Jack Miller Alma Pramac Racing – Una delle più grandi sorprese dei test malesi è stata l’eccellente prestazione di Jack Miller.

Il pilota australiano quasi al debutto in sella alla Ducati del team Ducati Pramac ha chiuso la tre giorni di Sepang con il quinto tempo nella classifica combinata, terza miglior Ducati in classifica.

L’ottimo avvio ha pienamente soddisfatto anche il Crew Chef di Miller, Cristhian Pupulin: “Un bilancio molto positivo. Siamo riusciti a raggiungere gli obiettivi che ci eravamo posti, soprattutto in riferimento allo stile di guida. Abbiamo ancora dei margini di miglioramento anche perché negli ultimi giri della long run con le gomme usate abbiamo sofferto un po’. La cosa che mi è piaciuta di più di questi test è che Jack va in pista sempre per dare il 100%. Questo è importante perchè ci permette di usare anche il lap time per valutare le modifiche da fare sulla moto. Jack da sempre il massimo, senza timori ed entra in pista sempre molto concentrato”.

Ovviamente c’è da lavorare ancora ma c’è ancora tempo: “Come ho già detto, dobbiamo lavorare ancora un po’ sulla lunghezza gara dato che la gomma posteriore si consuma un po’ troppo. Dobbiamo ancora trovare qualcosa ma abbiamo fatto un bel passo avanti. Onestamente non siamo ancora pronti per essere competitivi fino alla bandiera a scacchi ma abbiamo ancora molto tempo”.

La prossima tappa sarà la Thailandia per la seconda sessione di test pre-stagionali. Sarà la prima volta che la classe regina scenderà tra le curve di Buriram.

“Ho buone aspettative perché un pilota di talento come Jack normalmente tende ad essere veloce sulle piste sconosciute. Potrebbe avere qualcosa più degli altri ed il suo talento naturale potrebbe permettergli di comprendere con minore difficoltà una pista nuova. E poi la Ducati, grazie alla sua elettronica, è una moto che riesce a dare sempre qualcosa in più in queste condizioni”.

Foto: Alex Farinelli

MotoGP | Pupulin racconta il “battesimo” di Miller in sella alla Ducati
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati