MotoGP | Test IRTA Sepang Day 3: Rossi, “Giornata più difficile, ma test positivi”

Rossi ha poi aggiunto: "La performance di Lorenzo? Non sono sorpreso"

MotoGP | Test IRTA Sepang Day 3: Rossi, “Giornata più difficile, ma test positivi”MotoGP | Test IRTA Sepang Day 3: Rossi, “Giornata più difficile, ma test positivi”

MotoGP Test IRTA Sepang Day 3 Movistar YamahaValentino Rossi ha faticato più del previsto nella terza ed ultima giornata di test IRTA della classe MotoGP disputata al SIC, Sepang International Circuit.

Il campione pesarese della Yamaha non è riuscito a migliorare il tempo di ieri ed ha incontrato qualche problema con il grip. La stessa cosa era già accaduta nei test di Valencia, ecco il Rossi pensiero al termine del Day 3 malese.

“Oggi è stata una giornata più difficile, sin da questa mattina. Pensavo di poter andare più forte di ieri, invece non ci siamo riusciti e ora dobbiamo cercare di capire il perchè. Anche a Valencia, nei test di novembre, io e Maverick (Vinales, ndr), eravamo stati terzi e quarti al martedì, mentre il mercoledì abbiamo chiuso ottavi e noni. Non è una situazione nuova, va capito perchè accade.”

Ti preoccupa questo passo “indietro”?

“Più che preoccuparmi, sarebbe importante capire il perchè accade, comunque è stato un test positivo. Come passo sono sempre stato veloce con le gomme usate, mentre lo scorso anno ero più in difficoltà. Mi piace guidare questa moto, mi sento bene in sella, anche se oggi abbiamo sofferto di più.”

Lorenzo ha fatto il record del circuito, cosa ne pensi?

“Sono sicuro che quest’anno Lorenzo sarà fortissimo, la Ducati va forte, forse è la moto più veloce e lui è senza dubbio un pilota velocissimo.”

Foto: Alex Farinelli

MotoGP | Test IRTA Sepang Day 3: Rossi, “Giornata più difficile, ma test positivi”
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

48 commenti
  1. TONYKART

    30 gennaio 2018 at 16:32

    Per quanto sia falso a volte è più onesto lui dei suoi tifosi , che è tutto dire ahahahahahahahahah

    • fatman

      30 gennaio 2018 at 18:00

      ….somma verità inconfutabile ahahahahahah…

    • nandop6

      30 gennaio 2018 at 21:15

      Rossi ha sempre detto quello che pensa giusto o sbagliato, la differenza con gli altri piloti è che gli altri non si espongono mai o quasi, il problema vostro è che se dice quello che volete sentire diventa onesto, se no è falso.

      • ChiccoCj_46

        1 febbraio 2018 at 16:05

        bravo Nando, quando ce vò ce vò! hai perfettamente ragione..

      • V.D.S

        5 febbraio 2018 at 18:38

        Rossi Santo Subito…

      • nandop6

        5 febbraio 2018 at 22:08

        V.D.S. ???? Mah!!!!

      • ligera

        6 febbraio 2018 at 13:08

        Non è proprio così. Vale parla sempre e solo per tirare l’acqua al proprio mulino, per trovare una scusa e una giustificazione quando le cose non vanno come le vorrebbe, non si assume mai le proprie responsabilità e quando lo fa è solo perchè le cose sono andate per il verso giusto.
        Provate qualche volta a leggere le sue dichiarazioni senza pensare che siano le sue e diventerà palese il suo modo di fare dichiarazioni.

        Grande Ducati
        Grande Dovizioso
        Grande Lorenzo

      • nandop6

        6 febbraio 2018 at 14:06

        Amen, questa mancava.

      • ligera

        7 febbraio 2018 at 09:01

        Mancava? Mancava a coloro che vedono solo giallo, per tutti gli altri la cosa è risaputa. Solo la figura che ha fatto in Ducati, non per i risultati, ma per le sue dichiarazioni, per scaricare le responsabilità su altri, Preziosi si è licenziato, poi è toccato al suo capotecnico. A proposito, licenziato il capotecnico, pareva che dovesse spaccare il mondo, invece è ancora li. Senza citare tutte le richieste fatte in Ducati per ridurre una moto che qualche gara la vinceva ad un vero e proprio bidone.
        Per cui, prima di voler dileggiare gli altri, pensate bene a tutte le sci@cchezz@ dette dal vostro beniamino

        Grande Ducati
        Grande Dovizioso
        Grande Lorenzo

      • nandop6

        7 febbraio 2018 at 15:16

        Mentre gli altri tirano l’acqua al mulino della concorrenza. In Ducati non si riusciva a risolvere, io non sono un tecnico come te Ligera, ma la visita di Furusawa qualche perplessità dovrebbe metterla, cambiare capo tecnico non mi sembra un reato, non è ne il primo ne l’ultimo che lo fa, il problema vostro è il voler cercare la perfezione in Rossi così è normale sparlare sempre poi per parlare di buon comportamento uno che dice forza Lorenzo……..

      • nandop6

        7 febbraio 2018 at 15:21

        Dimenticavo Preziosi, si è licenziato ed è colpa di Rossi?????????

  2. cujo

    30 gennaio 2018 at 19:39

    Grande skarto…. Vedo che Sei gasatissimo…. Mi dici con parole tua, che cosa ha detto Rossi, sai io sono limitato e non ho capito bene….

    • TONYKART

      30 gennaio 2018 at 20:30

      non sai leggere?hai bisogno delle mie parole?il problema non e’ quello che leggi o quello che dico io il problema e’ quello che capisci tu!

      • cujo

        31 gennaio 2018 at 08:16

        no no, il problema è proprio quello che dici tu….

  3. H954RR

    31 gennaio 2018 at 10:35

    Ma come è sta storia, il primo giorno aveva ritrovato il feeling e poi quando gli altri hanno smesso di provare e si sono messi a tirare mettendorselo dietro il famoso feeling mo lo ha già perso ?
    Ahahahahahah che volta bandiera e che pupazzo marcio che è, ma possibile che ancora i seguaci non se ne rendono conto ?

  4. H954RR

    31 gennaio 2018 at 10:40

    Prima “Sono competitivo, anche come ritmo, la moto va bene”
    Il giorno dopo “In difficoltà per mancanza di aderenza, ho perso feeling con la moto”
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ma per piacere.

  5. deljde

    31 gennaio 2018 at 14:42

    Il fatto e’ che con la moto che sentiva ieri “molto sua” oggi ci dice che “ho girato con le stesse gomme e l’assetto di ieri , ma non ho le stesse sensazioni” strano! :D
    Ha fatto per tutti e 3 i giorni di test gli stessi identici tempi….
    Ha fatto gli stessi tempi, non è migliorato eppure dice di aver avuto sensazioni peggiori quando in realtà … sono solo andati più forte gli altri.
    Già era andato a dormire sognando il decimo titolo….Lorenzo gli ha dato una mazzata nel collo …..
    Primo Lorenzo? Ducati è la moto migliore.
    Lui non va? Mah ! è strano.
    Ogni volta da per scontato che se tutto è a posto come vuole lui si ritrova davanti, sennò qualcosa non va o gli altri han la moto migliore.
    E questo sarebbe il sensibilissimo collaudatore, il mago dello sviluppo?

    • fatman

      1 febbraio 2018 at 15:26

      …non una mazzata nel collo ma un calcio nelle p@ll@ con la rincorsa e con le scarpe antinfortunistiche con la punta in ferro
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah…

  6. H954RR

    31 gennaio 2018 at 15:03

    Comunque amici la festa durerà poco visto che Taramasso lo ha già praticamente dichiarato (a paddock tv) che quando sarà il momento l’omino michelin correrà in suo aiuto, quindi nessuna novita da oltre vent’anni a oggi e in futuro.
    Lo sanno tutti che al va-lentino per farlo essere competitivo ci vuole il gommino.

    • fattina

      31 gennaio 2018 at 15:42

      bravo H954RR, sfogati senno prendi infarto…il mondo ha bisogno dei idi0ti come te.
      Intanto, VR46 non ha niente da dimostrare ancora, siamo a posto per altri 100 anni

    • nandop6

      2 febbraio 2018 at 14:33

      Se fosse vero credi che vale solo per Rossi? Fai una cosa, quando ci sono i GP metti il canale calcio e vai a commentarlo.

  7. TONYKART

    31 gennaio 2018 at 18:48

    Io credo poco alle casualità , e due indizi fanno sempre una prova ,la Yamaha con rossi come capitano è in confusionè totale,Lorenzo lascia la Yamaha lavora a testa bassa un anno dopo stampa il record di sepang e la ducati viene considerata la migliore moto del momento

    • nandop6

      31 gennaio 2018 at 20:25

      Forse ti sei distratto un 3-4 anni, la Ducati è cresciuta giocandosi il mondiale 2017, ma hai ragione tu è merito di Lorenzo.

      • TONYKART

        1 febbraio 2018 at 00:34

        certo la ducati ha lavorato tanto e bene con gigi e andrea,sa anche come mettere a disposizione una buona moto di base ai suoi piloti,iannone sembrava un fenomeno in suzuki non e’ in grado di fare nemmeno la pressione delle gomme giusta,ma non si puo’ negare che vanno riviste delle qualita’ che si attribuivano ad alcuni piloti,anche se yamaha nega nettamente che la partenza di lorenzo non c entra con le prestazioni disastrose,non puo’ negare nemmeno che tramite rossi e la sua presunta dote di fenomeno del collaudo ci stanno saltando fuori dai guai,dopo i test si presume che quest anno sia uguale allo scorso e simile al periodo rossi ducati,non lo dico io lo dicono i risultati alla domenica sera

      • nandop6

        2 febbraio 2018 at 14:39

        Spiegami perchè nel 2011 quando Rossi passò alla Ducati in Yamaha dovettero tornare al telaio 2010, eppure nessuno di voi ha detto che il motivo era la mancanza do Rossi, poi dato che ci siamo spiegami perchè tutte le moto in cui ha corso tranne Ducati erano le migliori e le ha lasciate come tali?

      • TONYKART

        2 febbraio 2018 at 18:18

        non ricordo l episodio yamaha del 2010,e non ho mai detto che rossi peggiora le moto,in ducati in due anni non ha raggiunto la competitivita’,ha avuto a disposizione risorse infinite,ha lavorato molto male,ha sentito moltissimo la pressione di tutti che volevano risultati da lui e la ducati,sotto questo aspetto lorenzo considerato il debole mentalmente ha gestito le difficolta’ con il giusto approccio,fregandosene di tutte le voci,masticando amaro sotto il podio mentre il dovi vinceva,lavorando a testa molto bassa
        la nuova stagione e’ appena iniziata ma ho brutti presentimenti che rossi non sappia gestire le situazioni difficili al box e non aiuti a saltare fuori dai guai

      • nandop6

        2 febbraio 2018 at 18:34

        Tony forse non ricordi ma nel 2011 la Yamaha dovette tornare sul telaio 2010, riguardo a Rossi in Ducati credi che la moto la costruisce lui? Il pilota da indicazioni sui problemi poi sta ai tecnici costruire e sviluppare la moto in base a quei problemi, riguardo a Lorenzo fai sempre lo stesso errore, leggi sotto che l’ho già scritto.

    • H954RR

      1 febbraio 2018 at 10:48

      Tony, col tarocco 45+1 le casualità non esistono, guarda bene come da oltre vent’anni a sta parte quante sono le impossibili e improbabili “casualità” che succedono sempre a favore e sempre e solo per lui, ahahah con quello di casuale non c’è nulla. Ahahahahah è na storia infinita di brogli !

  8. nandop6

    31 gennaio 2018 at 20:31

    Comunque vorrei ricordare che una moto è competitiva e viene elogiata quando gira più veloce delle altre, quando va più piano puoi avere filing, puoi guidarla benissimo ma rimane una ciofeca.

    • TONYKART

      1 febbraio 2018 at 00:27

      scusa quale e’ la moto migliore della ducati in questo momento?yamaha e’ disperata,aprilia suzuki e ktm sono indietro honda senza i miracoli di marquez e’ un rottame,se non funziona su qualche circuito penso che fa parte del gioco,e alcune volte che dovizioso non e’ andato forte sono andati forti altri piloti con la ducati quindi poteva essere il dovi non a suo agio su alcune piste…chissa’ come vorrebbe averla rossi quella ciofeca!

      • nandop6

        1 febbraio 2018 at 16:29

        Non sottovalutare la Honda, la Yamaha si vedrà nei prossimi test se sarà all’altezza.

      • TONYKART

        1 febbraio 2018 at 20:37

        vero honda potrebbe essere migliorata,vedremo se oltre a marquez riesce ad essere competitivo qualcun altro per 2 gare di fila…

      • nandop6

        2 febbraio 2018 at 14:45

        Ricosdi Stoner alla Ducati? Tutti gli altri piloti sembravano pipp3 mentre il suo stile di guida si addiceva alla GP7, la stessa cosa può essere in Honda con Marquez, ecco perchè dico che la competitività di una moto va vista come coppia moto-pilota, se ricordi le lamentele di Pedrosa sullo sviluppo seguito da Maequez….

  9. ChiccoCj_46

    1 febbraio 2018 at 16:34

    aiaiai….se pensate ancora che i test pre stagionali possano indicare chi è il campione a fine stagione sbagliate di grosso.. lo avete visto la passata stagione con Vinales. poi scusate,ma su questa pista anche l’anno scorso la Ducati è andata bene qual’è quindi la novità? aver stampato il record del circuito? mi sembra che ogni anno ci sono nuovi record,vuoi per le gomme vuoi per i 3-5 cv in più..Dovizioso solo qualche mese fa con questa moto ha rischiato di vincere il mondiale non vedo il motivo per il quale la crescita Ducati debba essere attribuita a Lorenzo.il merito è dei soldi in più che hanno da spendere adesso,di Dll’Igna della pazienza e della costanza e testardaggine di Dovizioso e di tutti i collaudatori,lui è arrivato a moto finita e per poter girare a mezzo secondo da Dovizioso ha avuto bisogno di appendici aerodinamiche stile Mazinga Zeta…ora non è per niente ci mancherebbe, non lo reputo un fenomeno. Marquez lo è Stoner lo era Valentino lo è stato ma lui non lo sarà mai..

    • ChiccoCj_46

      1 febbraio 2018 at 16:38

      @ x i soliti noti.. il giallo darà la paga a molti giovanotti anche quest’anno e non sarà l’ultimo anno..

      • TONYKART

        1 febbraio 2018 at 21:24

        ascolta ma la yamaha spende milioni per vincere il mondiale,non per rossi che non si rassegna…..

    • TONYKART

      1 febbraio 2018 at 20:52

      lorenzo nemmeno a me piaceva se devo essere sincero,niente di personale ma non amo lo stile di guida che ha,non mi emoziona…..pero’ e’ un pluricampione del mondo,evidentemente non lo e’ per caso e forse nemmeno perche’ e’ il piu’ veloce ma secondo me ha dimostrato di saper lavorare mooolto bene,mettiti al suo posto,sei il pluricampione pagato dodici milioni,sali sulla moto e’ vai un secondo piu’ lento di uno che ha vinto niente,tutta la stampa amica di rossi che deride i tuoi risultati,se era debole mentalmente come dicevano avrebbe perso la testa cominciando con setting fantasiosi,rovesciamenti della moto,perdita totale del controllo della situazione,invece..ha lavorato in silenzio masticando amaro,non e’ un demerito se ha avuto bisogno per il suo stile un aerodinamica diversa,alla fine e’ arrivato a un soffio dalla sua prima vittoria in ducati,quest anno probabilmente sara’ sempre li …

      • ChiccoCj_46

        2 febbraio 2018 at 02:28

        penso che Yamaha punti sull’esperienza di Rossi per poter vincere il mondiale con Vinales.se Lorenzo non è pluricampione del mondo a caso non lo sara neanche Valentino.non si vincono gare a caso figuriamoci mondiali.Vinales è velocissimo ma non credo possa portare sulle spalle lo sviluppo intero di una moto con un rookye compagno di scuderia.La Ducati ha moltissimi tester bravissimi la Yamaha ufficiale neanche uno,o per lo meno nessuno che sappia andar forte quanto gli ufficiali.non credo che Nagasuka o come si chiama possa essere paragonato lontanamente a Petrucci Pirro o Stoner. voglio sperare un po da tifoso,un po da italiano che Rossi continui ancora un anno oltre questo,poi magari non sarà cosi e il prossimo anno arriverà Zarco al suo posto,e se Vinales non vincerà il mondiale gia quest’anno avrà una ottima moto su cui lavorare e un anno in più di esperienza.probabilmente sbaglio. Lorenzo ha vinto è vero anche se uno rubatissimo ma cmq ha vinto è un campione ed hai ragione quando dici che ha lavorato duramente per poter arrivare a fine passata stagione a ridosso dei primi,ma non dimenticare che quella che guida è una moto vincente non è l’ultima del lotto,anzi, se non fosse per il manico di Marquez avrebbo gia vinto il mondiale l’anno scorso quindi non vedo il miracolo che sta compiendo Lorenzo..

      • nandop6

        2 febbraio 2018 at 14:58

        Siete un po confusi o girate le cose a secondo di come vi fa comodo, ti rinfresco la memoria, Rossi venne preso dalla Ducati per sviluppare una moto che fosse competitiva per tutti i piloti, quando Rossi andò in Ducati nessuno dei suoi compagni di marca andava più forte (Hayden 1 mondiale, non voglio parlare delle qualità di Preziosi ma con l’arrivo di Dovizioso è arrivato anche Dall’Igna e ci sono voluti 4 anni per portare alla vittoria questa moto, moto che ha vinto nel 2016 con Iannone e Dovizioso, che nel 2017 ha vinto 6 gare con Dovizioso, ora mi spieghi che cavolo doveva stravolgere Lorenzo?? Credi che Ducati dopo i risultati di Iannone e Dovizioso avrebbe permesso a Lorenzo di stravolgere la Moto? Ma che paragoni fai….. cavolo quando mettete di mezzo Rossi (cioè sempre)non sapete quello che dite.

      • TONYKART

        2 febbraio 2018 at 18:40

        ducati ha preso lorenzo e l ha pagato cosi’ tanto perche’ e’ un pluricampione del mondo e perche’ con se portava anche un pezzo di yamaha,se ricordi c era anche un po di tensione dopo i primi risultati sotto le aspettative,se in quel momento avesse perso la testa e avesse cominciato a chiedere di sfornare telai e forcelloni nuovi probabilmente ducati l avrebbe seguito,altrimenti cosa fai ?ti tieni un pluricampione che ti chiede qualcosa di diverso per andare forte e non lo accontenti?allora e’ gia finita in partenza l avventura,invece e’ stato molto bravo secondo me a stare calmo e adattarsi lui alla ducati,probabilmente questa nuova moto ha fatto un passo verso di lui e si sono incontrati

      • nandop6

        2 febbraio 2018 at 19:01

        Tony abbi pazienza, Lorenzo è arrivato su una moto che ha lottato per il titolo fino all’ultima gara, ha vinto 6 gare e non so quanti podi con Dovizioso, nel 2016 aveva vinto sia con Iannone che Con Dovi, come puoi paragonare il periodo di Rossi con quello di Lorenzo, è salito su una moto da mondiale con Dovi poi è normale che le indicazioni di Lorenzo vengano prese in considerazione come successe anche con Rossi ma sono due cose diverse, credi che se nel 2011 al posto di Rossi fosse andato Lorenzo la moto sarebbe risorta? Altri tecnici, filosofia di ciclistica diversa poi ti rammento che Lorenzo nel 2017 ha fatto 137 punti contro 139 di Rossi 2011 con i rispettivi compagni di box che nel primo caso ha fatto 6 vittorie e lottato per il mondiale, l’altro (Hayden) ha fatto peggio di Rossi.

      • nandop6

        2 febbraio 2018 at 19:09

        Tony sono andato un po oltre ma rispondendo a quello che hai detto riguardo la richiesta di Lorenzo sullo stravolgere la moto ti rispondo che Ducati non lo avrebbe fatto perchè diversamente dall’era di Rossi oggi la Ducati ha vinto con più di un pilota e c’è andata vicino anche con Petrucci, quello con Rossi è un paragone sbagliato.

  10. nandop6

    2 febbraio 2018 at 15:15

    MotoGP, Sepang: se si fosse corso, avrebbe vinto Marquez
    ANALISI – I cronologici dell’ultimo giorno di test vedono lo spagnolo della Honda quasi mezzo secondo più veloce rispetto a Lorenzo se si fosse corso ieri a Sepang, avrebbe vinto Marc Marquez!

    Già, perché nella simulazione gara, nessuno ha dimostrato di avere il ritmo del 93. Nei quindici giri inanellati, l’alfiere della Honda ha girato sui 2’00”5. Una prestazione di rilievo quella del sei volte iridato, che si è rivelato imprendibile sul passo gara.

    A contendersi poi il secondo e terzo gradino del podio sarebbero stati Dani Pedrosa e Andrea Dovizioso, entrambi sui 2’00”7, il primo con quindici tornate, il secondo con undici. Un decimo più lento rispetto alla coppia Jack Miller, il cui passo si è stabilizzato sui 2’00”8.

  11. nandop6

    2 febbraio 2018 at 15:55

    Ai soliti idiot1:

    Il giovane francese ha infatti preso una decisione importante: vuole correre con il telaio 2016, ritenuto più affidabile rispetto al 2017. Un pensiero condiviso anche dai colleghi che guidano la moto ufficiale, Rossi e Maverick Viñales. “Ho utilizzato la moto dello scorso anno per avere tutte le informazioni e capire ancora di più sulle mie sensazioni – ha spiegato – Rispetto alla M1 2017, con lo pneumatico nuovo offre il grip che vogliamo. Credo che adesso, con un altro anno di esperienza, ci saranno ancora cose da imparare, ma al momento, nei prossimi test continuerò a lavorare sulla moto che ho usato lo scorso anno per trovare un modo per guidarla come Lorenzo due anni fa“.

    Zarcò ha calato le brache dopo le dichiarazioni da sborone che ha fatto nei test di fine 2017.

    • nandop6

      2 febbraio 2018 at 16:00

      Ma voi continuate pure a sp@rare contro Rossi che poi i nodi vengono al pettine.
      Ah dimenticavo tra 14 giorni faremo gli Auguri di buon compleanno al grande Vale.
      P.S. sono 39 e andiamo per i 40.
      FENOMENIIIIIII!!!!!!!!

  12. bibo

    2 febbraio 2018 at 15:57

    insomma alla fine dei conti a suo stoner ha vinto con una ducati inguidabile ,come oggi marquez vince con un honda non al top.. due fuoriclasse….

  13. nandop6

    3 febbraio 2018 at 21:42

    H27,99,93, 05 com’era la frase?
    E i Rossofobi…. muti. Ahahahah.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

Campionato MotoGP eSport, inizia la nuova sfida

I dodici migliori giocatori si sfideranno in due semifinali a Misano e a Madrid e poi la finalissima a Valencia
Condividi su WhatsApp MotoGP eSport 2018 – Torna il Campionato MotoGP™ eSport 2018, che dopo aver esaltato pubblico e giocatori