MotoGP | Test IRTA Sepang Day 3: Lorenzo, “La nuova Ducati si avvicina a quella dei miei desideri”

Il maiorchino ha chiuso i test in Malesia con il primo crono, record "ufficioso" della pista

MotoGP | Test IRTA Sepang Day 3: Lorenzo, “La nuova Ducati si avvicina a quella dei miei desideri”MotoGP | Test IRTA Sepang Day 3: Lorenzo, “La nuova Ducati si avvicina a quella dei miei desideri”

MotoGP Test IRTA Sepang Day 3 Ducati Jorge Lorenzo ha chiuso i test pre-stagionali a Sepang con il miglior crono, che gli vale anche come record ufficioso del circuito.

I progressi fatti dal maiorchino durante i test sono stati costanti così come l’adattamento del pilota alla nuova GP18. Il giro di Lorenzo inoltre è stato fatto non nel migliore momento della giornata, ma quando iniziava a fare caldo.

Queste le parole di Jorge Lorenzo: “Questo tempo sul giro dimostra che la nostra nuova moto funziona, mi dà un buon feeling. La Ducati è stata migliorata in molte aree, ora si adatta meglio al mio stile di guida, posso beneficiare dei miei punti di forza. Iniziamo a capire come ottenere il massimo da questa moto. C’è ancora spazio per miglioramenti. Ma per il primo test non c’è niente di meglio di andare via con il miglior tempo, inoltre abbiamo sempre avuto un ritmo costante. Non era un giro perfetto, stiamo diventando sempre più veloci ogni anno. Abbiamo alcune cose al mattino, quando le temperature erano ancora più fresche dopo le 10 o le 11. Quando ho fatto il miglior tempo dopo un’ora e mezza, la pista era piuttosto calda. Il grip non era perfetto, il motore non era più nelle migliori condizioni a causa del caldo. Ma è stato un buon giro. Non possiamo negarlo. Abbiamo provato diverse gomme, la sensazione era simile. Non abbiamo ancora deciso cosa ci piace di più. La nuova Ducati si avvicina a quella dei miei desideri, ma ci si sforza sempre di migliorare la moto in collaborazione con gli ingegneri. Ma sono orgoglioso del nostro team, hanno fatto un ottimo lavoro da Valencia. Gigi Dall’Igna e la sua troupe meritano il nostro rispetto. Ma il lavoro non finisce mai. Non sarò mai in grado di guidare la Ducati nello stesso modo in cui ho fatto con la mia moto precedente. Perché queste sono due moto completamente diverse. Puoi sentirlo con il motore, lo puoi percepire con il telaio. Anche le gomme stanno cambiando. Sono più forte in alcune aree con la Ducati, in altre zone sono andato meglio con l’altra. In ogni caso sono andato più veloce oggi di quanto abbia mai fatto con la Yamaha. È qualcosa di cui essere orgogliosi.”

Foto: Alex Farinelli

MotoGP | Test IRTA Sepang Day 3: Lorenzo, “La nuova Ducati si avvicina a quella dei miei desideri”
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

18 commenti
  1. TONYKART

    30 gennaio 2018 at 13:41

    I canarini muti ahahahahahahahahahahah

    • fatman

      30 gennaio 2018 at 14:59

      …vero, inutili v@rmi maleodoranti schifosi
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah…

  2. cujo

    30 gennaio 2018 at 14:57

    muti per quale motivo??

  3. TONYKART

    30 gennaio 2018 at 16:29

    Ma si cosa vuoi che sia fare il record di sepang cujo ahahhaahahhahahahahahahahahahah
    Godo

  4. cujo

    30 gennaio 2018 at 19:36

    Sei ristretto di cervello o non hai capito….. Muti per quale motivo??

  5. nandop6

    30 gennaio 2018 at 20:59

    Muti per cosa…. per quanto mi riguarda che Lorenzo sarebbe arrivato l’ho detto più volte, spero solo che in campionato Dovizioso lo metta dietro.
    Piuttosto voi che gasatissimi tanto da dare del marziano al tempone stratosferico di Stoner, ridicolizzato da tutti il primo giorno di test con asfalto difficile. Poi venite a commentare noi rossisti……

    • fatman

      30 gennaio 2018 at 21:14

      …sparati nelle p@ll@…

    • TONYKART

      30 gennaio 2018 at 21:40

      pensate a zarco che mi sa che vi mettera’ dietro parecchie volte anche quest anno e con la moto da voi gettata nel cassone

      • nandop6

        2 febbraio 2018 at 15:06

        Zarco: “Con la M1 2017 non riesco a sfruttare bene la gomma nuova!”
        “Oggi ho usato la mia moto dell’anno scorso per avere più informazioni. Non sono andato molto più veloce, ma almeno abbiamo avuto altri dati e sono riuscito ad avere altre informazioni. Sono felice di com’è andata la giornata, soprattutto del mio feeling con la moto. Non sono caduto e sono contento”.
        “Per il momento al prossimo test andrò con la moto dell’anno scorso perché ho ancora tanto da imparare per guidare come faceva tempo fa Jorge Lorenzo. Penso che per continuare a imparare e a migliorare io abbia ancora bisogno di guidare con la moto dell’anno scorso”.

        Tony, non so se questo anno la 2017 si troverà meglio dell’anno passato ma mi sembra che Zarcò si stia calando le brache dopo le dichiarazioni dei test di Valencia.

      • nandop6

        2 febbraio 2018 at 15:25

        Rettifico manca una parola

        Tony, non so se questo anno la 2017 si troverà meglio dell’anno passato con le “gomme” ma mi sembra che Zarcò si stia calando le brache dopo le dichiarazioni dei test di Valencia.

      • TONYKART

        3 febbraio 2018 at 19:49

        alla fine zarco se non sbaglio aveva un decimo di ritardo da rossi, allora non e’ nemmeno come dice rossi che la nuova moto finalmente la guida bene non come la vecchia!!!!!se zarco riprende la vecchia perche’ pensa di andare piu’ forte si ritorna allo stesso punto che yamaha satellite va piu’ forte dell ufficiale su indicazioni del fenomeno

      • nandop6

        3 febbraio 2018 at 20:44

        Tony io capisco che Zarcò è in una satellite ma l’anno passato è arrivato dietro, ha fatto lo sboron3 dicendo che la 2017 era migliore della 2016, ora si rimangia tutto tornando alla 2016 e ti voglio ricordare che la 2017 i problemi li aveva (poca aderenza) su piste scivolose, su asfalti caldissimi e su bagnato, altrimenti non andava così male.

    • nandop6

      2 febbraio 2018 at 15:29

      Ogni tanto si sente un ronzio fastidioso e una puzza di m..da, eppure continua nonostante nessuno lo prenda in considerazione. Mha!!!!!

  6. cujo

    31 gennaio 2018 at 08:20

    si si, sei veramente ristretto……

  7. ueueue

    5 febbraio 2018 at 22:29

    A Loprenzo auguro di aver bisogno della spalla da parte del compagno di squadra e di ricever lo stesso trattamento che diede al Dovi..

    • ueueue

      5 febbraio 2018 at 22:30

      ..ma ma ma dimenticavo..

      se non trova la spalla nel compagno di squadra .. la può trovare in un altro ” compagno “

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati