Il TAR scagiona Valentino Rossi: Il ranch può rimanere

Il TAR delle Marche ha respinto il ricorso dei tre residenti, motivando la decisione con un documento di 19 pagine

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Il TAR scagiona Valentino Rossi: Il ranch può rimanere

MotoGP Valentino Rossi Ranch – Qualche settimana prima della fine del 2017 era stato reso noto che alcuni residenti di Tavullia avevano fatto ricorso al TAR contro Valentino Rossi e il suo Ranch (qui i dettagli), secondo i quali la struttura non è a norma e troppo rumorosa.

Ieri è arrivata la sentenza da parte del TAR delle Marche, che “assolve” l’impianto del 9 volte iridato e gli permetterà di continuare ad usare la pista per i suoi allenamenti insieme ai ragazzi della VR46 Riders Academy, almeno per il momento. La diatriba legale potrebbe non essere ancora terminata, infatti i residenti potranno appellarsi al Consiglio di Stato.

Come riportato dal Resto del Carlino, i giudici del TAR, hanno motivato il tutto con un documento di 19 pagine.

Il ricorso si basava su diversi punti, tra cui: l’assenza della via, la valutazione di impatto ambientale che secondo alcuni ricorrenti invalidava l’intero impianto, oltre a una serie di valutazioni sulle emissioni acustiche, gli orari di funzionamento dell’impianto e varie violazioni che sarebbero state compiute.

In un estratto del documento pubblicato dal Resto del Carlino si legge: “E’ legittima l’esenzione dalla Via. Nel caso in questione la variante urbanistica è stata sottoposta a valutazione ambientale strategica ed ha ottenuto il parere favorevole della Provincia. Il Comune di Tavullia ha dato ampiamente conto delle ragioni per le quali un intervento di trasformazione del territorio posto in essere da un privato è stato considerato funzionale a produrre importanti ritorni economici e di immagine anche per la comunità locale. Ma, del resto, alcuna censura i ricorrenti avrebbero potuto muovere se l’impianto anziché ospitare attività motoristiche fosse stato destinato alle gare ciclistiche (mountain bike) o all’atletica leggera (cioè ad attività sportive “silenziose”). Il Comune ha valutato che, in ragione della indiscussa popolarità di cui il concittadino Valentino Rossi gode a livello mondiale, la presenza di un impianto di allenamento del popolare campione e di un contiguo museo a lui dedicato avrebbe potuto costituire un indubbio polo di attrazione per appassionati di tutto il mondo, con conseguenti positive ricadute per il turismo e il commercio. Il fatto che poi il Comune abbia anche chiesto ed ottenuto un’ulteriore utilità (ossia che l’impianto possa essere utilizzato anche per iniziative sportive e sociali dedicate a studenti) non è di per sé la ragione fondante della variante”.

Per quanto riguarda poi la questione dei rumori: “Gli orari di funzionamento dell’impianto non coincidono con le ore dedicate al riposo pomeridiano e notturno delle persone. Lo studio dell’Arpam ha giudicato completo ed approvato lo studio di impatto acustico, visto che in nessuna delle verifiche eseguite dall’Arpam negli ultimi anni il valore limite di emissioni è risultato superato.”

Gianluca Rizzo

3rd gennaio, 2018

Tag:, , , , , , ,

Lascia un commento

Devi eseguire il login per pubblicare un commento.

Orari GP Valencia - 12/11/2017

GP Valencia 2016

Guarda i risultati e le classifiche

Classifiche Motomondiale

Classifiche Team Motomondiale

Classifiche Factory Motomondiale



Classifica Superbike

Foto Random MotoGP
Foto Random Pit Girls

Sondaggio

Vorreste vedere Stoner come wild card in qualche gara?

Visualizza Risultati

Loading ... Loading ...
Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini