Il TAR scagiona Valentino Rossi: Il ranch può rimanere

Il TAR delle Marche ha respinto il ricorso dei tre residenti, motivando la decisione con un documento di 19 pagine

Il TAR scagiona Valentino Rossi: Il ranch può rimanereIl TAR scagiona Valentino Rossi: Il ranch può rimanere

MotoGP Valentino Rossi Ranch – Qualche settimana prima della fine del 2017 era stato reso noto che alcuni residenti di Tavullia avevano fatto ricorso al TAR contro Valentino Rossi e il suo Ranch (qui i dettagli), secondo i quali la struttura non è a norma e troppo rumorosa.

Ieri è arrivata la sentenza da parte del TAR delle Marche, che “assolve” l’impianto del 9 volte iridato e gli permetterà di continuare ad usare la pista per i suoi allenamenti insieme ai ragazzi della VR46 Riders Academy, almeno per il momento. La diatriba legale potrebbe non essere ancora terminata, infatti i residenti potranno appellarsi al Consiglio di Stato.

Come riportato dal Resto del Carlino, i giudici del TAR, hanno motivato il tutto con un documento di 19 pagine.

Il ricorso si basava su diversi punti, tra cui: l’assenza della via, la valutazione di impatto ambientale che secondo alcuni ricorrenti invalidava l’intero impianto, oltre a una serie di valutazioni sulle emissioni acustiche, gli orari di funzionamento dell’impianto e varie violazioni che sarebbero state compiute.

In un estratto del documento pubblicato dal Resto del Carlino si legge: “E’ legittima l’esenzione dalla Via. Nel caso in questione la variante urbanistica è stata sottoposta a valutazione ambientale strategica ed ha ottenuto il parere favorevole della Provincia. Il Comune di Tavullia ha dato ampiamente conto delle ragioni per le quali un intervento di trasformazione del territorio posto in essere da un privato è stato considerato funzionale a produrre importanti ritorni economici e di immagine anche per la comunità locale. Ma, del resto, alcuna censura i ricorrenti avrebbero potuto muovere se l’impianto anziché ospitare attività motoristiche fosse stato destinato alle gare ciclistiche (mountain bike) o all’atletica leggera (cioè ad attività sportive “silenziose”). Il Comune ha valutato che, in ragione della indiscussa popolarità di cui il concittadino Valentino Rossi gode a livello mondiale, la presenza di un impianto di allenamento del popolare campione e di un contiguo museo a lui dedicato avrebbe potuto costituire un indubbio polo di attrazione per appassionati di tutto il mondo, con conseguenti positive ricadute per il turismo e il commercio. Il fatto che poi il Comune abbia anche chiesto ed ottenuto un’ulteriore utilità (ossia che l’impianto possa essere utilizzato anche per iniziative sportive e sociali dedicate a studenti) non è di per sé la ragione fondante della variante”.

Per quanto riguarda poi la questione dei rumori: “Gli orari di funzionamento dell’impianto non coincidono con le ore dedicate al riposo pomeridiano e notturno delle persone. Lo studio dell’Arpam ha giudicato completo ed approvato lo studio di impatto acustico, visto che in nessuna delle verifiche eseguite dall’Arpam negli ultimi anni il valore limite di emissioni è risultato superato.”

Il TAR scagiona Valentino Rossi: Il ranch può rimanere
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

5 commenti
  1. Raziel760

    Raziel760

    3 gennaio 2018 at 14:04

    Ci sono passato una volta.. di case intorno non ne ho viste, o vale usa delle motogp per girare sul tracciato o quelli che si lamentano hanno l’amplifon impostato su fruscio dell’erba.

  2. ueueue

    4 gennaio 2018 at 12:22

    In zona ci son quattro case in croce, ma a parte questo, i4t posso essere noiosi è vero..ma se restano nelle restrizioni imposte perché rompere sempre le scatole ai motociclisti??? Vale ha fatto una pista meravigliosa Grande!

    Tonyscart non ti resta che andare a rompere le bealls al consiglio di stato

    Fai ricorso mi raccomando
    E soprattutto

    Continua a rosicare e fartelo sucare da farman

    • TONYKART

      4 gennaio 2018 at 20:19

      sinceramente non mi aspettavo una sentenza diversa da questa e nemmeno una risposta diversa da un caprone da stadio come te,io fortunatamente non abito da quelle parti ma mi metto al posto di quelle persone che a causa di norme a volte assurde hanno dovuto chiudere i loro circuiti o rinunciare al sogno di aprirne uno,ma rossi e’ famoso quindi porta indotto al comune quindi le regole che valgono in tutta italia ingiustamente non valgono piu’…..per fortuna ci pensa la pista a rimettere tutto a suo posto,ogni domenica mi faccio delle belle risate a vedere marc o la ducati che vince mentre lui affoga nelle scuse e rovina la stagione a maverick
      e continui a sucarmelo…..

  3. ueueue

    4 gennaio 2018 at 21:29

    ma smettila non accampare scuse.. ora che ti batti per la causa delle piste chiuse ? sei ridicolo.

    Anche io faccio parte di quegli utenti che la pista vicino casa viene chiusa tre volte si e una no per colpa di limiti a volte assurdi o vicini rompiballs al quale si da un po di fastidio..( una volta a settimana per due ore..) sai che fastidio.. ( esempio Motard pista Lonato – Bs) e tocca andare fino a Piacenza..

    al giorno d’oggi il problema è che la gente non si fa più andare bene nulla e si aizza subito alla grande causa..

    Magari a quelli gli sta bene però la zoccola sulla statale perchè magari a volte fruiscono del servizio.. in quel caso sta bene perchè è una cosa che “utilizzano” loro..

    comunque

    non te lo suco manco se fatman smette, togliti due costole e fai da solo, io continuo con patata grazie

    • fatman

      5 gennaio 2018 at 11:25

      …ma se ti hanno beccato in intimità con superm@rikk@n
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

Campionato MotoGP eSport, inizia la nuova sfida

I dodici migliori giocatori si sfideranno in due semifinali a Misano e a Madrid e poi la finalissima a Valencia
Condividi su WhatsApp MotoGP eSport 2018 – Torna il Campionato MotoGP™ eSport 2018, che dopo aver esaltato pubblico e giocatori