MotoGP: Maverick Vinales, “Sono sempre stato libero di scegliere quale telaio usare”

Il pilota spagnolo della Yamaha ha poi aggiunto: "Ho iniziato l'anno pensando di vincere il mondiale, invece a Valencia mi veniva da piangere alla fine di ogni sessione"

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
MotoGP: Maverick Vinales, “Sono sempre stato libero di scegliere quale telaio usare”

MotoGP Maverick Vinales – Il 2017 sembrava dover essere l’anno del giovane talento spagnolo Maverick Vinales, all’esordio in sella alla Yamaha, dopo 2 anni in Suzuki.
Il pilota #25 aveva stupito tutti nel corso dei test pre-stagionali e le 3 vittorie nelle prime gare non hanno altro fatto che fortificare l’idea che fosse lui il pilota da battere.

Ma i problemi della M1 lo hanno costretto ad un campionato difficile, caratterizzato da alti e bassi che lo hanno infine relegato in terza posizione nella classifica mondiale.
Con le difficoltà tecniche è arrivata anche una difficoltà “psicologica” non solo del pilota ma dell’intero team, che nel corso della stagione ha cercato affannosamente di porre rimedio ai problemi cronici della moto peggiorando solo la situazione. Nel corso della stagione, poi, sembrava che le novità portate in pista dalla Yamaha fossero in qualche modo irreversibili, e che Vinales non avesse la possibilità di scegliere con quale moto correre durante la stagione.

Questa ipotesi, nonostante nel corso della stagione sembrasse una certezza, è stata smentita dallo stesso protagonista che nel corso di una intervista rilasciata al sito spagnolo, Marca.com, ha detto: “Non credo che la Yamaha non voglia vincere, hanno fatto un ottimo lavoro e provato a cercare sempre il meglio per Valentino e me. Sono sempre stato libero di scegliere quale telaio usare. Abbiamo faticato per capire quale direzione scegliere. Ma la squadra ha fatto il possibile.” Ha poi proseguito: “Per me, la gomma è di vitale importanza, la nostra moto funziona meglio con la mescola morbida e quando sono cambiati i compound, non siamo stati in grado di sceglierli bene per la gara. Di gara in gara le gomme cambiano e la moto ha smesso di funzionare, allora abbiamo iniziato a fare così tanti cambiamenti che non ci hanno permesso di capire cosa funzionasse e cosa no. Penso che questo 2017 ci aiuterà a migliorare la prossima stagione”.

Lo spagnolo ha poi continuato parlando del compagno di squadra: “E’ un pilota che da un grande apporto al Motomondiale e al motociclismo ed è importante che sia in pista. Poi è a un livello incredibile e aiuta sempre migliorare, quindi ha un grande impatto e sarebbe importante se continuasse a lungo.”

E’ stato un anno difficile per Vinales, ma per il fiducioso: “E’ stato l’anno in cui ho sofferto di più, davvero. Ho iniziato l’anno pensando di vincere il mondiale, una grande forza mentale. Ho pensato che gli altri avrebbero dovuto faticare per lottare con me. Abbiamo dominato ogni test, ero forte a Austin, e avrei potuto lottare con Marc se non avessi avuto il problema con la gomma anteriore. Poi sono cominciati gli alti e bassi con le gomme e la moto. E’ stata la stagione in cui sono partito più forte mentalmente e l’ho finita stanco. A Valencia, per esempio, mi veniva da piangere alla fine di ogni sessione. Io non capivo nulla perché è un Gran Premio in cui ho sempre fatto bene.”

Gianluca Rizzo

7th dicembre, 2017

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Devi eseguire il login per pubblicare un commento.

Orari GP Valencia - 12/11/2017

GP Valencia 2016

Guarda i risultati e le classifiche

Classifiche Motomondiale

Classifiche Team Motomondiale

Classifiche Factory Motomondiale



Classifica Superbike

Foto Random MotoGP
Foto Random Pit Girls

Sondaggio

Gigi Dall'Igna in Ducati, è l'uomo giusto per risorgere?

Visualizza Risultati

Loading ... Loading ...
Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini