SBK| Apportati cambiamenti al nuovo regolamento

Modifiche nel programma di prove libere e warm up

SBK| Apportati cambiamenti al nuovo regolamentoSBK| Apportati cambiamenti al nuovo regolamento

La Superbike Commission composta da Rezsö Bulcsu (FIM CCR Director), Takanao Tsubouchi (MSMA Representative), Steve Aeschlimann, Fabio Muner, Charles Hennekam, Scott Smart e Paul Duparc (FIM), in presenza di Daniel Carrera (WorldSBK Executive Director) e Gregorio Lavilla (WorldSBK Sporting Department Director), ha reso noto di aver apportato alcune modifiche ai regolamenti 2018 del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike e del Campionato Mondiale FIM Supersport.

In sostanza le novità riguardano il programma delle sessioni di prove libere che sono state riviste, anche negli orari, per chiarire le restrizioni applicate: ogni pilota che ha preso parte alle sessioni di prova cronometrate (in WorldSBK e WorldSSP) e non è riuscito a far segnare un tempo compreso nel 107% del crono fatto segnare dal pilota più veloce, inizierà la gara dal fondo della griglia di partenza.
In caso di partenza ritardata, scatterà automaticamente la procedura di “quick restart”, cioè un solo meccanico e un solo minuti di attesa sullo schieramento.

La Superbike Commission ha approvato anche una serie di chiarimenti riguardanti la “limitazione dei giri motori”, ovvero la novità più radicale per il 2018.
In particolare si parla di “Balancing calculator” e “concession parts” (con il price cap, di modo da rendere disponibili tutte le componenti a tutti i team, a prezzo calmierato), cioè le parti che ogni costruttore deve rendere disponibile ad un prezzo indicato dal promoter, identici a quelli montati su tutte le moto della stessa marca.
L’uso di componenti aerodinamici (ad esempio “ali”), verrà consentito solo se montato sul modello omologato venduto in Europa, Giappone e Nord America.
Inoltre, è stato convenuto che la sospensione elettronica non può essere utilizzata, anche se presente sul modello omologato.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati