SBK| Il Cannibale è sempre Jonathan Rea

Il Campione del Mondo spiega lo sviluppo della nuova Ninja

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
SBK| Il Cannibale è sempre Jonathan Rea

L’esito della settimana di test a Jerez de la Frontera, a fine novembre, era molto atteso dagli appassionati e addetti ai lavori dato che sarebbe stata la prima occasione di vedere le moto in configurazione 2018: con le nuove regole imposte da Dorna ci si aspettava che gli equilibri cambiassero un po’.

A dominare sono state invece ancora una volta le Kawasaki di Jonathan Rea e Tom Sykes, con il Campione del Mondo che ha fatto segnare anche il nuovo record della pista, 1’37″986, battendo le MotoGP presenti per alcuni test e se stesso dato che nel 2017 aveva lasciato il circuito andaluso con un 1’38″721.
Un risultato strepitoso se si pensa che il motore delle Ninja 2018 è stato ridotto di quasi 1000 giri, a cui la casa nipponica ha risposto con la tecnologia e mirati investimenti in sviluppo, che non ha mai previsto stravolgimenti ma piccole modifiche: Kawasaki è ancora il pacchetto da battere.

Jonathan Rea, al momento in tour in Asia a visitare le fabbriche Kawasaki, lo spiega così: “Le nuove regole hanno avuto un grande impatto sulle prestazioni della ZX-10R. La riduzione dei giri (adesso 14.100 contro oltre 15.000 del 2017, ndr) ci costa molto in velocità massima e accelerazione. Ma abbiamo un motore con molta più coppia motrice in alcune aree. Ecco perchè per me è stato relativamente facile ottenere le stesse prestazioni di prima. Se sei ad alto livello, è facile provare cose nuove nei test e prendere decisioni molto rapide. A Jerez sono stato veloce fin dalla prima delle quattro giornale di test. Se parti da una buona base, non servono 20-30 giri per rendersi conto se una modifica funziona, bastano pochissimi giri. Il team è importantissimo, siamo gli stessi da anni e ciascuno di noi sa esattamente come funziona l’altro. Il mio capo tecnico Pere Riba è molto scaltro per quanto riguarda i piani di sviluppo nei test. Lui sa cosa serve provare e cosa no. Riesca a capire quali sono le priorità ancor prima che io vada in pista per verificare.”

Kawasaki tornerà di nuovo in pista a gennaio per quattro giorni di test, sempre a Jerez: il 23-24 insieme alle altre formazioni ufficiali, e il 31-1 febbraio in esclusiva.

Michela Alitta

3rd dicembre, 2017

Tag:, , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Devi eseguire il login per pubblicare un commento.

Orari GP Valencia - 12/11/2017

GP Valencia 2016

Guarda i risultati e le classifiche

Classifiche Motomondiale

Classifiche Team Motomondiale

Classifiche Factory Motomondiale



Classifica Superbike

Foto Random MotoGP
Foto Random Pit Girls

Sondaggio

Stoner metterà pressione ai piloti ufficiali Ducati?

Visualizza Risultati

Loading ... Loading ...
Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini