MotoGP Yamaha: Lin Jarvis, “Rossi continuerà solo se la Yamaha tornerà vincente”

Il Managing Director di Yamaha Motor Racing ha parlato anche di Vinales e Lorenzo

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
MotoGP Yamaha: Lin Jarvis, “Rossi continuerà solo se la Yamaha tornerà vincente”

MotoGP Yamaha – Lin Jarvis, Team Director Yamaha MotoGP, in un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, ha parlato di Valentino Rossi, Maverick Vinales e del suo ex pilota Jorge Lorenzo. A proposito di Rossi ha detto che il pesarese continuerà a correre solo con una moto vincente. Ha parlato anche delle difficoltà della Yamaha in questo 2017, a lui il microfono.

“I problemi sono iniziati prima di Le Mans. A Jerez la prima avvisaglia: lì nel 2016 Valentino aveva dominato, è stata una grande sorpresa vedere quanto abbiamo faticato. La cosa si è ripetuta a Barcellona, altra pista tradizionalmente buona. E ci siamo resi conto di avere problemi su piste con poco grip. Quest’anno abbiamo sperimentato più volte problemi di consistenza delle gomme. Anche se non è una scusa. Michelin ha ribadito che non è cambiata la costruzione del pneumatico posteriore, ma noi abbiamo avvertito qualcosa di diverso.”

Parlando dei vari telai utilizzati in questa stagione ha detto: “Durante la stagione abbiamo provato tanti telai. Conoscevamo i pro e i contro di quello 2016 e abbiamo fatto uno sviluppo per migliorare la vita delle gomme. In inverno sembrava fossimo andati nella giusta direzione, lo dicevano anche le prime gare. Valentino nei test voleva riprovare il telaio 2016, ma visto che eravamo ancora nei guai, abbiamo anticipato i tempi.”

Capitolo Vinales. “E’ stato un anno duro per lui. Un inverno sempre davanti, vinci le prime gare, hai una fiducia pazzesca e improvvisamente iniziano i guai. Mentalmente è difficile, ancor se erodi un vantaggio di 30 punti. Rossi in questo è più esperto». Per Vale il problema era chiaro dall’inizio. Yamaha non si è fidata, “abbagliata” da Vinales? «Nessun abbaglio, c’erano i risultati. Se sei davanti e vinci, pensi sia la direzione giusta.” Maverick non è solo, ha il suo team e niente gli avrebbe vietato di prendere una strada. In Ducati, Lorenzo ha usato sempre le ali, Dovizioso no. Non imponiamo nulla ai piloti. Quel che è successo non è il risultato della mancanza di Jorge, ma della direzione presa. Pure lui ha faticato.”

Infine sul possibile ritiro di Valentino Rossi: “La sua motivazione dipenderà anche dalle prestazioni della moto. In inverno spero di riuscire a parlare con lui per capirne le intenzioni, ma credo che deciderà dopo 3-4 gare. Se dovesse smettere saremo preparati e, di sicuro, Zarco sarà uno dei candidati. Il 2018 sarà importante, tranne i piloti di Marc VdS e Crutchlow, tutti saranno liberi.”

Foto: Alex Farinelli

Alessio Brunori

21st novembre, 2017

Tag:, , ,

Lascia un commento

Devi eseguire il login per pubblicare un commento.

Orari GP Valencia - 12/11/2017

GP Valencia 2016

Guarda i risultati e le classifiche

Classifiche Motomondiale

Classifiche Team Motomondiale

Classifiche Factory Motomondiale



Classifica Superbike

Foto Random MotoGP
Foto Random Pit Girls

Sondaggio

Vorreste vedere Stoner come wild card in qualche gara?

Visualizza Risultati

Loading ... Loading ...
Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini