MotoGP Valencia Gara: Lorenzo, “Volevo tirare Dovi per arrivare a Zarco, poi l’avrei fatto passare”

Il maiorchino della Ducati ha chiuso con una scivolata senza conseguenze l'ultima gara della stagione

MotoGP Valencia Gara: Lorenzo, “Volevo tirare Dovi per arrivare a Zarco, poi l’avrei fatto passare”MotoGP Valencia Gara: Lorenzo, “Volevo tirare Dovi per arrivare a Zarco, poi l’avrei fatto passare”

Gp Comunitat Valenciana Valencia MotoGP Ducati Gara – L’ultimo appuntamento della stagione si è chiuso con una scivolata per Jorge Lorenzo, mentre era in quarta posizione.

Il pilota Ducati, a cui nel corso della gara è stato suggerito di far passare il compagno di squadra il lotta per il titolo, ha preferito fargli da traino, per tenerlo “aggaciato” al gruppo di testa, come confermato anche da Andrea Dovizioso, che il direttore tecnico, Gigi Dall’Igna. Purtroppo però il maiorchino ha perso il controllo mentre stava spingendo per raggiungere il gruppo di testa, ed è scivolato nella ghiaia, fortunatamente senza conseguenze.

Queste le parole di Jorge Lorenzo: “Nessuno vorrebbe finire la stagione con una caduta però, a parte il mio ritiro, credo che dobbiamo essere contenti di come abbiamo finito il campionato, perché sia in Malesia che qui a Valencia abbiamo lottato per il podio e questo è il modo in cui dobbiamo iniziare il prossimo anno. Ho forzato per tutta la gara per provare a raggiungere il gruppo di testa e verso la fine della gara ho dovuto prendere molti rischi: mi si chiudeva l’anteriore, soprattutto nelle curve a destra, e alla fine ho perso il controllo senza poter evitare la caduta. A metà gara, quando Andrea mi seguiva da vicino, ho analizzato la situazione ed ho pensato che era meglio provare a tirarlo per raggiungere il gruppo di testa. Se fossimo riusciti a raggiungere Zarco e Pedrosa lo avrei sicuramente lasciato passare. Voglio comunque fargli i miei complimenti perché quest’anno ha disputato una stagione davvero fantastica.”

Foto: Alex Farinelli

MotoGP Valencia Gara: Lorenzo, “Volevo tirare Dovi per arrivare a Zarco, poi l’avrei fatto passare”
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

17 commenti
  1. ueueue

    12 novembre 2017 at 19:30

    Grande Mappa 8!

    Saran certo vere le dichiarazioni post gara per quietare gli animi..mi sembra..

    Io ho avuto l’impressione che per più di metà gara Loprenzo più che da traino abbia fatto da tappo ad un Dovi che ne aveva di più..

    Poi andavano uguali…ok…ma perché non l’hai fatto passare prima?

    Te Lorenzo lo sapevi quanto di più o meno ne avesse il Dovi durante la gara ? Neanche vedendo 8 cartelli da tutte le parti non ti è venuto in mente ?

    Tant’è che anche il Gigi dopo un po’ si è rotto il caz di mettere cartelli..

    Io sarò un frustrato ma questa è stata la mia sensazione durante la gara..

    Anche perché il Dovi davanti avrebbe trovato un Pedrosa che in quanto a traino non andava piano..

    Vorrei sentire un Ducatista al quale oggi è piaciuto davvero Lorenzo..

    • ligera

      13 novembre 2017 at 15:44

      Si, mi sono girate le p@lle, è questo che volevi sentire? Obiettivamente era inutile, sia per come è andata la gara, sia per come poteva andare, non penso che Dovizioso avesse la possibilità di vincere, anche con Marquez a terra, sia Zarco che Pedrosa non lo avrebbero mai fatto passare, ma non è questo il punto. Io penso che se il tuo team di chiede di dare strada al tuo compagno, non la devi guardare solo dal tuo punto di vista, devi anche pensare che se hanno fatto quella richiesta, avranno avuto le loro ragioni, giuste o sbagliate che fossero, tu le rispetti comunque. Al limite, se non fosse servito, alla fine ti avrebbe potuto restituire la posizione, ma comunque, rispetti ciò che ti viene richiesto.

      Sono anche convinto che le dichiarazioni di Dovizioso non siano di circostanza, così come quelle di Ducati e Dovi, anche con Marquez a terra (@zzo che recupero, con un pilota in questo stato di grazia non vinci) non sarebbe riuscito a vincere, quindi, nessun rammarico e GRAZIE DOVI PER AVERCI FATTO VIVERE QUESTO SPETTACOLARE SOGNO GRAZIE. OLTRE AD ESSERE UN GRANDE PILOTA, SEI ANCHE UN GRANDE UOMO.

      GRANDE DOVIZIOSO
      GRANDE LORENZO
      GRANDE DUCATI

  2. max3isback

    12 novembre 2017 at 19:39

    Si mi è piaciuto e molto!! Come tutto l’anno ha lavorato durissimo e soprattutto con e per il team..e si vede che dopo anni di un tragico team e insopportabile compagno di squadra, come è ritornato a essere contento con un team vero…tutti hanno fatto gli elogi a Jorge per il duro lavoro fatto durante l’anno, e se lo merita…poi speriamo che l’anno prossimo dia i risultati…ma almeno non si è messo a lamentare non stop della moto come un certo signor Rossi anni fa ;)

    Per la gara, non aveva senso lasciare passare a Dovi perché non era più veloce, e quando sono caduti già lo aveva staccato…ma se volete continuate aviverenel 2015.. per fortuna il motociclismo ha continuato nella direzione giusta e la competizione quest’anno è stata eccezionale..

  3. ueueue

    12 novembre 2017 at 20:01

    Mi son espresso male, dovevo scrivere “Ducatista serio” ma ormai..

    Scusa ma chi tira fuori Rossi ed il 2015? Tu..

    Si bravo Giorgio proprio un ottima annata..

  4. cujo

    12 novembre 2017 at 20:11

    Lascia perdere, sono casi disperati

  5. rolando gassoso

    12 novembre 2017 at 20:41

    Tempo fa avevo posto la questione: se capitasse a Lorenzo di essere arbitro del mondiale? Sono stato Deriso da un idiota. Oggi ha dimostrato cosa avrebbe fatto. Ha tirato rischiando fino a cadere pur di non far passare il Dovi. Altro che voleva tirarlo. Questo è più bugiardo di Renzi.
    Quando ha visto mappa8 ha rischiato il tutto per tutto.
    Grande Dovi a non aver fatto polemica: si capisce però che sono dichiarazioni di circostanza.
    Guardiamo i fatti: riceve ordine di scuderia di farlo passare e non lo fa!!! Poi se anche fosse vero che al dovi faceva comodo lui non poteva saperlo.

  6. TONYKART

    12 novembre 2017 at 20:57

    la volta scorsa avevo il forte dubbio questa volta la certezza:e’ un b@st@rd0!dovizioso e in ducati sono stati “signori”,fare polemica sarebbe passato come cercare una scusa per non aver vinto il mondiale e ne ducati ne dovizioso ne hanno bisogno di giustificare qualcosa dopo una stagione del genere!
    il dovi sicuramente per 3/4 di gara ne aveva di piu’ di lui ma non abbastanza per superarlo in sicurezza visto che lui faceva di tutto per far trovare al dovi un punto dove infilarsi,lasciare passare il dovi avrebbe aperto nuovi scenari,marquez e’ una testa calda e oggi si e’ visto e non si sa come avrebbe reagito vedendo il dovi ritornare con il gruppo di testa,con il senno di poi ora si lascia perdere ma se marquez fosse caduto e il dovi non fosse stato in testa a lottare per la prima posizione perche’ lorenzo gli ha fatto il tappo 3/4 di gara voglio vedere se non era importante lasciarlo andare avanti….

  7. MSC crociere

    12 novembre 2017 at 21:25

    Ma che gara avete visto?!
    Lo ripeto, è stato trainato per 3/4 di gara da Lorenzo e ha finito la gara con un lungo perchè aveva la gomma distrutta…di solito uno che va per tanti giri piu piano del ritmo che potrebbe avere le gomme le risparmia, non le distrugge.
    Quando uno ti fa da tappo, se non sei impiccato lo superi, ma Dovizioso impiccato lo era sin dall’inizio e non è mai riuscito nemmeno a fare mezzo sorpasso.

    Poi sembra che Lorenzo gli abbia fatto perdere chissà quanto tempo, quando sono sempre stati nel gruppo di testa.

    Poi Tonykart ammettiamo pure il caso che Dovi avesse raggiunto Marquez…veramente sei convinto che uno cosi avrebbe sentito la pressione?? Già Marquez è uno che corre per correre sempre e comunque (come ha fatto anche oggi) poi avrebbe dovuto perdere 11posizioni…non so te ne rendi conto.

    E il comportamento di Ducati non mi è piaciuto, hanno distratto Lorenzo per tutta la gara con un ordine di scuderia inutile

  8. max3isback

    12 novembre 2017 at 21:29

    Vi fate dei viaggi spettacolari hahahaha sicuro l’unico obbiettivo di Jorge era tirare alla morte fino a cadere…si si…avete capito tutto voi lol se ve lo siete persi a parte tutte le cavolate sparate, visto che Marquez non era fuori o più di 11esimo anche se lo avesse fatto passare non cambiava niente!!! Ma si sicuro l’importante era tirare alla morte contro Dovi ( con il quale ha una buona relazione reciproca ) per poi cadere allo stesso giro… finalmente abbiamo scoperto il segreto mappa 8 hahaha al prossimo anno, spero che vinca Ducati e di fatto Dovi perché se lo merita, ma i vostri trip mentali rimango i migliori hahaha

  9. TONYKART

    12 novembre 2017 at 22:32

    Marquez oggi ci è andato vicinissimo a stendersì e se dovizioso fosse stato al posto giusto non so se diceva ancora che essere un po’ avanti non serviva niente ,la fortuna a volte bisogna costruirla
    Lorenzo anche se di lusso è un dipendente e se ducati ti dice che devi lasciare la posizione lo devi fare
    Se succedesse una cosa del genere in f1 con un pilota in lotta per il mondiale l anno successivo Lorenzo guiderebbe un carro di letame

    • ligera

      13 novembre 2017 at 15:49

      Obiettivamente oggi Dovi non avrebbe vinto, alla fine non ne aveva più e anche se Marc si fosse steso (cosa che non ha fatto miracolosamente) Pedrosa e Zarco non gli avrebbero dato il posto. Forse il rammarico sarebbe ancora più grande.

      GRANDE DOVIZIOSO
      GRANDE LORENZO
      GRANDE DUCATI

      • TONYKART

        13 novembre 2017 at 20:36

        indubbiamente dovizioso non ne aveva di piu’ ma lo possiamo dire solo adesso con certezza!,nella prima parte di gara sicuramente ha perso qualcosa dietro a lorenzo e quel qualcosa forse era sufficiente per agganciare pedrosa che non era poi cosi’ lontano e da li poi non si sa che piega poteva prendere la corsa,comunque e’ stato dato un ordine a lorenzo che non ha rispettato e questo per me e’ gia’ sufficiente,non mi piace.

      • ligera

        13 novembre 2017 at 21:36

        In effetti l’ho scritto nel post in risposta al primo in elenco qua sopra. Quando ricevi un “consiglio” del genere, l’unica cosa è fare ciò che ti si chiede, poi si tirano le somme. Da fuori si possono vedere cose che tu, concentrato nella gara, probabilmente non puoi notare.

        GRANDE DOVIZIOSO
        GRANDE LORENZO
        GRANDE DUCATI

  10. cujo

    12 novembre 2017 at 23:18

    ma guarda quanti buonisti…… in tempi non sospetti due o tre persone qui presenti, spalavano pupù addosso a Rossi per motegi 2010 (sempre coerenti)…. per me Lorenzo faceva la sua gara, se Dovizioso ne aveva veramente di più doveva sorpassarlo, e non per “mapping8″……..

    a parte questo, mi spiace cmq che il titolo sia andato per l’ennesima volta ad un pilota Spagnolo……

  11. MSC crociere

    13 novembre 2017 at 00:21

    Nel giro in cui Marquez ha fatto il miracolo rientrando quinto, Dovi stava ormai perdendo terreno…ipoteticamente, anche con Marquez a terra cosa avrebbe dovuto fare il dipendente ducati Lorenzo, tornare indietro a spingere Dovizioso che si era piantato???
    Fino alla caduta ha fatto una signora gara Lorenzo, nonostante tutti i disturbi del muretto.
    Riguardo la Formula 1, l’hanno fatto Rosberg e Hamilton, l’ha fatto Vettel con Webber..e nessuno è finito su un carro di letame

  12. max3isback

    13 novembre 2017 at 09:30

    Si le super alette della Ducati di Jorge in realtà si potevano trasformare e agganciarsi al culo della moto di Dovi così Jorge poteva spingerlo in questo grandioso sport di squadra lol… Meglio se guardate formula 1 va…

    Cmq sia quello che molti occhi tappati si sono persi ( a parte il fatto che non serviva a niente farlo passare ) è che Jorge questo weekend ha lavorato con Dovi e lo ha aiutato a cercare linee più dolci per salvare le gomme fino dal sabato…come richiesto da Dovi, e commentato nelle portate inglesi serie… Quello si che è lo spirito di squadra che serviva e che mi fa piacere Jorge a dimostrato… E poi vi indignate tanto per una gara senza speranza, quando molti eravate dalla parte di quel pazzo di Iannone che pure lo stendeva al compagno?!?! Per non parlare di aiutarlo lol… Con Jorge e un po’ più di fortuna il Dovi poteva gia lottare per il mondiale lo scorso anno ;)

  13. ueueue

    14 novembre 2017 at 10:15

    Riporto dalla Gazzetta..

    RESTIAMO AI FATTI – Andare a disquisire cosa sarebbe successo se il maiorchino avesse lasciato passare Andrea Dovizioso è un esercizio inutile. Non serve a niente brandire i cronologici: la loro interpretazione spesso è oscura a fior di ingegneri e piloti, perchè mica c’è scritto quanto è lontano il limite, come stanno le gomme, la gestione veicolo e mille altri elementi. Figuriamoci cosa ne può arguire il tifoso. Restiamo ai fatti, anzi all’unica evidenza incontestabile: sbagliata o meno che fosse la strategia, la Ducati ha richiamato all’ordine Jorge Lorenzo e lui ha fatto di testa sua. 

    REITERAZIONE  – Non una, ma nove volte. Sei volte via l’ormai celeberrimo messaggio sul cruscotto “Suggested Mapping 8”, poi – visto che JL99 faceva finta di non capire – anche con la più tradizionale lavagna, brandita dal muretto per tre giri. Niente, Lorenzo non ha battuto ciglio. I tifosi (e anche parecchi addetti ai lavori…) si sono appesi alle dichiarazioni del dopo gara, specie a quella di Dovizioso che ha detto che non c’è stato ostacolo. Si okay, ma il team, durante la gara, l’ha pensata diversamente. Richiamando Lorenzo non una, ma nove volte. 

    STRATEGIA – Per altro i tifosi non sanno che i messaggi e la lavagna sono un optional. La MotoGP non è la briscola fra amici, piloti e squadre si parlano prima del via e studiano tutte le possibilità allo sfinimento. Dunque Lorenzo sapeva a Sepang e a Valencia di dover dare strada a Dovizioso. Se i piani avessero funzionato non ci sarebbe stato bisogno di nessuna “Mapping 8”. L’avvertimento (altro che consiglio…) è uscito in Malesia quando il box ha cominciato a sospettare che Lorenzo si fosse messo in testa di vincere. E in Spagna uguale: la situazione era chiarissima, Jorge e Andrea erano in coda ai tre di testa e la cosa più facile da fare, per Lorenzo, era farsi da parte e mandare l’altro all’attacco. Se non altro per non dare alibi, per non assumersi responsabilità.  Perché non lo ha fatto?

    MISTERO – Il risvolto grottesco di tutta la vicenda è che Lorenzo più volte aveva dichiarato di “essere un uomo d’azienda”, e la Ducati gli era andato dietro. Altro mistero: la strategia è decisa da Luigi Dall’Igna, il gran capo Ducati che con Jorge (anzi: Giorgio, come lo chiama lui…) ha un feeling particolare, sono stati insieme anche al tempo dei due Mondiali con l’Aprilia 250.  Perché Lorenzo non ha ubbidito al suo mentore, esponendo Dall’Igna e la Ducati stessa ad una brutta figura di portata planetaria? Valencia lascia parecchie scorie sul terreno. Il 2018 in casa Ducati sarà decisamente bollente.

    Indi per cui..non tutti sono frustrati ma magari hanno un raggio di vedute leggermente più ampio..

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP Valencia Gara: Lorenzo, “Volevo tirare Dovi per arrivare a Zarco, poi l’avrei fatto passare”

Il maiorchino della Ducati ha chiuso con una scivolata senza conseguenze l'ultima gara della stagione

di 12 novembre, 2017
MotoGP Valencia Gara: Lorenzo, “Volevo tirare Dovi per arrivare a Zarco, poi l’avrei fatto passare”MotoGP Valencia Gara: Lorenzo, “Volevo tirare Dovi per arrivare a Zarco, poi l’avrei fatto passare”

Gp Comunitat Valenciana Valencia MotoGP Ducati Gara – L’ultimo appuntamento della stagione si è chiuso con una scivolata per Jorge Lorenzo, mentre era in quarta posizione.

Il pilota Ducati, a cui nel corso della gara è stato suggerito di far passare il compagno di squadra il lotta per il titolo, ha preferito fargli da traino, per tenerlo “aggaciato” al gruppo di testa, come confermato anche da Andrea Dovizioso, che il direttore tecnico, Gigi Dall’Igna. Purtroppo però il maiorchino ha perso il controllo mentre stava spingendo per raggiungere il gruppo di testa, ed è scivolato nella ghiaia, fortunatamente senza conseguenze.

Queste le parole di Jorge Lorenzo: “Nessuno vorrebbe finire la stagione con una caduta però, a parte il mio ritiro, credo che dobbiamo essere contenti di come abbiamo finito il campionato, perché sia in Malesia che qui a Valencia abbiamo lottato per il podio e questo è il modo in cui dobbiamo iniziare il prossimo anno. Ho forzato per tutta la gara per provare a raggiungere il gruppo di testa e verso la fine della gara ho dovuto prendere molti rischi: mi si chiudeva l’anteriore, soprattutto nelle curve a destra, e alla fine ho perso il controllo senza poter evitare la caduta. A metà gara, quando Andrea mi seguiva da vicino, ho analizzato la situazione ed ho pensato che era meglio provare a tirarlo per raggiungere il gruppo di testa. Se fossimo riusciti a raggiungere Zarco e Pedrosa lo avrei sicuramente lasciato passare. Voglio comunque fargli i miei complimenti perché quest’anno ha disputato una stagione davvero fantastica.”

Foto: Alex Farinelli

http://motograndprix.motorionline.com/2017/11/12/motogp-valencia-gara-lorenzo-volevo-tirare-dovi-per-arrivare-a-zarco-poi-lavrei-fatto-passare/