MotoGP: Iannone, nei test torneremo alla moto dello scorso anno e da li ripartiremo

Ad Eicma conferenza stampa Suzuki con il team MotoGP e Toni Elias

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
MotoGP: Iannone, nei test torneremo alla moto dello scorso anno e da li ripartiremo

Sale la febbre per l’ultimo atto del Campionato Mondiale MotoGP a Valencia, dove questo fine settimana si deciderà chi tra Dovizioso e Marquez conquisterà il titolo.
Durante il secondo giorno di Eicma, l’Esposizione Internazionale Ciclo e Motociclo in programma in questi giorni a Milano, si è svolta la conferenza stampa Suzuki alla presenza del team MotoGP, Andrea Iannone e Alex Rins, e di Toni Elias, fresco Campione del Campionato Superbike MotoAmerica.

Per Suzuki questo è stato un anno complicato in cui i piloti hanno dovuto far fronte ad alcuni problemi strutturali della moto, a cui non si poteva porre rimedio dato che nel 2017 il team ha smesso di godere del regolamento aperto.
Come ha spiegato Andrea Iannone: “Le difficoltà di quest’anno sono state frutto di determinate scelte fatte a inizio anno. L’abbiamo pagata e quindi ci siamo portati dietro queste problematiche per tutto il Campionato. Penso che questa sia stata la cosa più difficile da accettare. Tornare alla moto dell’anno scorso già sarebbe un grandissimo traguardo. Ce l’abbiamo, credo che da lunedì potremmo ricominciare ad usarla e da li capiremo. Abbiamo capito che la moto dell’anno scorso è una moto migliore confrontata con quella di oggi, quindi ripartiremo da li e andremo avanti”.

Per il rider di Vasto è stata una stagione complicata in cui ha dovuto gestire anche molta pressione e critiche, mentre il 2017 del compagno di team Alex Rins è stato pesantemente condizionato da una brutta frattura al polso sinistro, infortunato durante le FP3 in Texas, e che lo ha costretto a saltare molte gare.

Per Alex Rins una stagione da debuttante in MotoGP dalla Moto2, in cui è andato subito molto forte, come ha detto lo stesso Iannone, condizionata però da un infortunio alla terza gara.
“E’ incredibile guidare una MotoGP paragonata a una Moto2, quest’anno è stato un po’ difficile perchè ho avuto diversi infortuni, il primo proprio appena salito sulla MotoGP nei test a Valencia, dove mi sono fatto davvero male. Sono ritornato carico, con la voglia di fare bene e queste tre gare in Asia sono andate bene, Andrea e io abbiamo fatto un bel lavoro”.
Tornando alle sue prima impressioni in sella a una MotoGP, Rins ha aggiunto: “quando l’ho provata la prima volta, lo scorso anno a Valencia, non avevo parole per descriverla: la potenza, la frenata, andava tutto così veloce”.

Presente alla conferenza anche Toni Elias, fresco vincitore del Campionato Superbike americano con Suzuki: curiosamente lo spagnolo è stato il primo vincitore del Campionato Moto2 nell’anno in cui ci debuttava Andrea Iannone.
“E’ stato molto difficile lottare contro di lui, Toni è un pilota molto forte” – ha detto Andrea Iannone – “alla fine ha vinto lui, era più esperto e per me era il primo anno. Nelle prove sembrava che potessi stargli davanti ma poi in gara veniva sempre su lui”.

A Toni Elias è stato chiesto, da veterano della classe, come è cambiata la Moto2 negli anni: “E’ cambiata tanto, si va sempre più avanti nell’evoluzione del telaio, delle gomme, del motore, però quelli che un giorno andranno in MotoGP li vedi subito. Andrea e Alex si vedeva chiaramente che erano piloti da MotoGP: arrivano in Moto2 e i risultati sono evidenti, poi in MotoGP bisogna trovare la moto giusta e il team ufficiale, se la base non è perfetta in MotoGP si fa fatica”.

Quest’anno Elias ha vinto il Campionato Superbike americano con largo anticipo, con una moto nuova sviluppata da Suzuki e dal suo team in America.
“Io pensavo di aver terminato la mia carriera ma un giorno ho ricevuto una chiamata e mi sono ritrovato con quello che cercavo da tanto tempo: una moto e una squadra ufficiale. Ha funzionato tutto dall’inizio, la moto è andata benissimo, non abbiamo avuto nessun problema, e alla fine abbiamo vinto il Campionato”.

Durante la presentazione è stato mostrato il video dei test che Iannone e Rins hanno fatto in sella alla nuova GS6 1000 a Phillip Island.
“La moto è veramente bella, abbiamo avuto la possibilità di girarci per due ore a Phillip Island” – ha commentato Andrea Iannone – “ci siamo divertiti tanto, si guida veramente bene. E’ un po’ simile alla nostra MotoGP come telaio, curva fortissimo, ma il cambio è migliore della nostra MotoGP, è molto dolce: io e Alex lo abbiamo anche detto ai nostri ingegneri”.

Alex Rins ha anche avuto modo di provare, durante lo scorso GP di Silverstone, la Suzuki GS6 125: “A me è piaciuta. E’ totalmente diversa dalla 1000, non è veloce ma è molto agile ed è facile da guidare”.

Infine inevitabile una battuta sull’esito del prossimo GP di Valencia, con i piloti MotoGP che però non si sono sbilanciati sull’esito finale della sfida Marquez-Dovizioso.

Andrea Iannone: “Penso che possa essere una gara positiva per noi, veniamo da un momento buono e possiamo fare bene”.
Alex Rins: “Mi aspetto una bella gara su una pista che mi piace tanto. Andrea è andato molto forte nei test lo scorso inverno e speriamo di fare una bella gara”.
Toni Elias: “Marc Marquez e Andrea Dovizioso sono miei amici, però penso che per il lavoro che hanno fatto Andrea e la Ducati quest’anno se lo meriterebbero loro”.

Michela Alitta

8th novembre, 2017

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Devi eseguire il login per pubblicare un commento.

Orari GP Valencia - 12/11/2017

GP Valencia 2016

Guarda i risultati e le classifiche

Classifiche Motomondiale

Classifiche Team Motomondiale

Classifiche Factory Motomondiale



Classifica Superbike

Foto Random MotoGP
Foto Random Pit Girls

Sondaggio

Vorreste vedere Stoner come wild card in qualche gara?

Visualizza Risultati

Loading ... Loading ...
Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini