SBK| Acerbis Qatar Round, Gara2: Lowes chiude l’anno sul podio

Yamaha finisce in crescita dopo i problemi della prima corsa

SBK| Acerbis Qatar Round, Gara2: Lowes chiude l’anno sul podioSBK| Acerbis Qatar Round, Gara2: Lowes chiude l’anno sul podio

Il Campionato Mondiale delle derivate di serie si è concluso nel migliore dei modi per Alex Lowes che dopo aver archiviato la delusione di Gara1, ha conquistato il terzo gradino del podio, dietro a Jonathan Rea e Chaz Davies.
Il PATA Yamaha Official WorldSBK Team finisce in crescita l’anno: Michael van der Mark ha ottenuto un buon quarto posto, anche lui dopo aver smaltito la delusione per la caduta di Gara1 che lo ha messo fuori causa.

L’inglese è partito dalla decima posizione ed è riuscito subito ad avere buon feeling con la sua Yamaha R1, fino a risalire nelle prime posizioni, dove ha lottato con il compagno di team per il terzo posto finale.

“Dopo la caduta di ieri è stato difficile tornare in pista oggi, anche a livello mentale, e spingere dal decimo posto. Nei primi sei giri non mi sentivo bene sulla moto, come speravo, ma poi il feeling è aumentato e sono riuscito ad avere il ritmo dei primi” – ha detto Alex Lowes – “È fantastico salire sul podio dopo la caduta di ieri, il team e Yamaha se lo meritano e sono felice di concludere così la stagione. Guardo alla pausa invernale con il sorriso e sono motivato in vista dell’anno prossimo”.

Michael van der Mark ha tagliato il traguardo di Gara2 in quarta posizione, dopo una fantastica partenza dalla dodicesima casella della griglia, ed è complessivamente soddisfatto dell’ultima gara stagionale, che gli permettere di chiudere al sesto posto il campionato 2017.

“È stata una buona ultima gara di stagione e sono contento per il quarto posto dopo essere scattato 12esimo dalla griglia. Ho avuto un ottimo inizio e un forte primo giro, e mi sono sentito molto meglio con la moto oggi che ieri, il mio passo era abbastanza buono” – ha detto Michael Van der Mark – “Ho dato tutto per seguire Davies, ma non sono riuscito a chiudere il divario e Alex mi ha poi raggiunto. Non sono riuscito a restare con lui per uno scarso feeling al posteriore, ma sono contento comunque del risultato e della costanza dimostrata”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati