Ringo suona per Ducati: “La Rossa è come un brano di classic rock” [INTERVISTA ESCLUSIVA]

Il popolare DJ: "Ducati è stata la vera antagonista di Kawasaki in Superbike"

E sulla MotoGP: "Per Dovizioso è dura. L'era moderna del motociclismo è rappresentata da Valentino Rossi"
Ringo suona per Ducati: “La Rossa è come un brano di classic rock” [INTERVISTA ESCLUSIVA]Ringo suona per Ducati: “La Rossa è come un brano di classic rock” [INTERVISTA ESCLUSIVA]

Dj e grande appassionato di moto. Rocco Maurizio Anaclerio, in arte Ringo, è un grande appassionato di due ruote. Corre e segue con grande attenzione sia il Motomondiale sia la Superbike. Noi l’abbiamo intervistato in occasione della presentazione di Global Cloud Data Center di Aruba.

Ringo, che stagione è stata per Ducati in Superbike?

“Davies e Melandri hanno fatto bene. La Rossa è stata la vera antagonista di Kawasaki grazie all’ottimo lavoro fatto dal nuovo team”.

Ti aspettavi un Melandri già così competitivo?

“Sì perchè è impossibile mettere in dubbio le sue capacità. Come primo anno non è male e l’anno prossimo farà ancora meglio. Sono certo che l’anno prossimo Ducati lotterà per il titolo”.

Che giudizio dai al Mondiale?

“Mi aspettavo che altri team, oltre Ducati, facessero di più. Qualcuno è andato a intermittenza. Certo tre mondiali di fila per Rea sono tanti e devono far riflettere”.

Capitolo MotoGp: Dovizioso può battere Marquez?

“L’ultimo risultato mi ha lasciato un po’ di amaro in bocca. Avrebbe dovuto fare di più, ma le gare sono fatte di tanti episodi. Certo è che Marquez trova sempre la domenica giusta”.

Sorpreso dal rientro lampo di Valentino Rossi?

“Valentino è uno dei tre più grandi al mondo dopo Agostini e Biaggi, quindi non c’è da stupirsi. L’era moderna del motociclismo è rappresentata da Valentino Rossi”.

Su quale moto ti trovi più a tuo agio?

“Io sto bene su qualsiasi moto. Sono reduce dalla gara a Boneville che è andata molto bene, un’esperienza incredibile. Le uniche cose che non faccio sono cross e trial, per il resto cerco di cadere con tutto (ride, ndr)”.

Per chiudere: se ducati fosse un genere musicale o un gruppo?

“Sarebbe una band di classic rock, come Def Leppard, Kiss o Bon Jovi”.

Foto: Dj Ringo Official

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

2 commenti
  1. supermariacion

    7 ottobre 2017 at 22:22

    ringo glionito pajas!!!

  2. emilio

    8 ottobre 2017 at 01:02

    L’articolista Fabio non ha ben chiaro il concetto di “suonare”:
    I DJ al massimo mettono su e mixano i dischi, chi suona sono i musicisti che li incidono, i dischi.

    Ringo invece non ha ben chiaro il concetto di grandezza, se mette Valentino “dopo” Biaggi, il che è tutto dire.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati