MotoGP: Andrea Dovizioso, “Con Rossi abbiamo aspetti molto simili, ma si è dovuto isolare”

"Gli anni con Iannone non sono stati rilassanti, meglio Jorge" ha poi aggiunto il pilota della Ducati

MotoGP: Andrea Dovizioso, “Con Rossi abbiamo aspetti molto simili, ma si è dovuto isolare”MotoGP: Andrea Dovizioso, “Con Rossi abbiamo aspetti molto simili, ma si è dovuto isolare”

MotoGP Andrea Dovizioso – Dopo il Gran Premio di Misano e della Riviera di Rimini, chiuso al terzo posto, Andrea Dovizioso è stato ospite della Gazzetta dello Sport, dove ha risposto ad alcune domande dei tifosi.

Raggiungendo l’ultimo gradino del podio nella gara di Misano, il forlivese è stato raggiunto in classifica iridata da Marc Marquez, vincitore della tappa romagnola. Adesso i due sono a pari punteggio con solo 5 gare ancora da disputare, ma DesmoDovi non pensa a cosa fare in caso di vittoria del titolo.

“Non ci ho pensato- ha detto il #04 della Ducati – Già a Misano c’erano un sacco di tifosi che mi dicevano che quest’anno devo vincere il mondiale, ma mancano ancora molte gare. Stiamo totalmente dentro al campionato e non stiamo pensando agli ultimi dettagli e alle strategie dell’ultima gara. Siamo in lotta e questo è bellissimo, ma c’è ancora da fare.”

Quello di quest’anno è un campionato “strano” ed è impossibile sapere prima quali saranno le piste dove è possibile fare bene. Le prossime gare saranno: Aragon, Motegi, Philip Island, Malesia e Valencia, ma “Dovi” non si sbilancia su quali potranno essere le piste a lui favorevoli.

“Non lo so, quest’anno le gomme la fanno da padrona e finché non metti le ruote in pista non lo sai. In molte piste dove abbiamo fatto sempre fatica quest’anno andiamo forte, come Misano. Credo che potremo essere competitivi, ma Marquez e Honda hanno dimostrato quanto sono forti, ma non dimentichiamo Maverick e Yamaha, che possono essere forti come noi, speriamo non di più.”

Il forlivese ha poi parlato del rapporto con gli altri piloti e con Valentino Rossi.

“Io sono molto tranquillo e non sono uno che cerca problemi, nella vita e in pista. A meno che non succede qualcosa di particolare cerco di tenere un buon rapporto con tutti. Ho un buon rapporto con Marc, con Maverick e con Valentino e con tanti altri piloti. E’ importante avere un buon rapporto nella vita, essere sportivi ed avere rispetto. Con Valentino non ho troppo rapporto, non perché c’è qualcosa che non funziona tra di noi, ma perché è diventato talmente importante nel mondo che si è dovuto isolare dal mondo. Si è fatto il suo gruppo e questo è l’unico modo per vivere come può vivere. La gente in torno fa fatica ad avvicinarsi a meno che non sei del suo team o nel suo gruppo. Per avvicinarti al suo gruppo dovresti un po’ “leccare il culo”, dovresti un po’ fare cose che neanche lui vorrebbe. E’ un peccato perché abbiamo aspetti molto simili. Potremo fare tante cose insieme, ci potremmo divertire molto, perché vedo tanta passione i quello che fa, oltre a tanti altri aspetti. Ha voglia di divertirsi proprio come me.”

Non è mancata la domanda sul compagno di squadra e, se sta meglio adesso con Lorenzo o prima con Iannone.

“Fino ad oggi, per come sta andando la stagione, non ci sono stati problemi con Jorge. Lui ha il suo carattere e i suoi difetti ma a me non mi toccano. Posso fare il mio lavoro tranquillamente e non vengo condizionato dalla sua importanza o dal suo comportamento. Di sicuro gli anni con Iannone non sono stati rilassanti, meglio Jorge.”

MotoGP: Andrea Dovizioso, “Con Rossi abbiamo aspetti molto simili, ma si è dovuto isolare”
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  1. ligera

    15 settembre 2017 at 20:38

    Sempre molto sincero e chiaro nelle sue affermazioni, a me piace un sacco questo suo aspetto di uomo al di fuori dalle competizioni. Sincero e corretto sino all’estremo.

    Grande Dovizioso
    Grande Lorenzo
    Grande Ducati

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP: Andrea Dovizioso, “Con Rossi abbiamo aspetti molto simili, ma si è dovuto isolare”

"Gli anni con Iannone non sono stati rilassanti, meglio Jorge" ha poi aggiunto il pilota della Ducati

di 14 settembre, 2017
MotoGP: Andrea Dovizioso, “Con Rossi abbiamo aspetti molto simili, ma si è dovuto isolare”MotoGP: Andrea Dovizioso, “Con Rossi abbiamo aspetti molto simili, ma si è dovuto isolare”

MotoGP Andrea Dovizioso – Dopo il Gran Premio di Misano e della Riviera di Rimini, chiuso al terzo posto, Andrea Dovizioso è stato ospite della Gazzetta dello Sport, dove ha risposto ad alcune domande dei tifosi.

Raggiungendo l’ultimo gradino del podio nella gara di Misano, il forlivese è stato raggiunto in classifica iridata da Marc Marquez, vincitore della tappa romagnola. Adesso i due sono a pari punteggio con solo 5 gare ancora da disputare, ma DesmoDovi non pensa a cosa fare in caso di vittoria del titolo.

“Non ci ho pensato- ha detto il #04 della Ducati – Già a Misano c’erano un sacco di tifosi che mi dicevano che quest’anno devo vincere il mondiale, ma mancano ancora molte gare. Stiamo totalmente dentro al campionato e non stiamo pensando agli ultimi dettagli e alle strategie dell’ultima gara. Siamo in lotta e questo è bellissimo, ma c’è ancora da fare.”

Quello di quest’anno è un campionato “strano” ed è impossibile sapere prima quali saranno le piste dove è possibile fare bene. Le prossime gare saranno: Aragon, Motegi, Philip Island, Malesia e Valencia, ma “Dovi” non si sbilancia su quali potranno essere le piste a lui favorevoli.

“Non lo so, quest’anno le gomme la fanno da padrona e finché non metti le ruote in pista non lo sai. In molte piste dove abbiamo fatto sempre fatica quest’anno andiamo forte, come Misano. Credo che potremo essere competitivi, ma Marquez e Honda hanno dimostrato quanto sono forti, ma non dimentichiamo Maverick e Yamaha, che possono essere forti come noi, speriamo non di più.”

Il forlivese ha poi parlato del rapporto con gli altri piloti e con Valentino Rossi.

“Io sono molto tranquillo e non sono uno che cerca problemi, nella vita e in pista. A meno che non succede qualcosa di particolare cerco di tenere un buon rapporto con tutti. Ho un buon rapporto con Marc, con Maverick e con Valentino e con tanti altri piloti. E’ importante avere un buon rapporto nella vita, essere sportivi ed avere rispetto. Con Valentino non ho troppo rapporto, non perché c’è qualcosa che non funziona tra di noi, ma perché è diventato talmente importante nel mondo che si è dovuto isolare dal mondo. Si è fatto il suo gruppo e questo è l’unico modo per vivere come può vivere. La gente in torno fa fatica ad avvicinarsi a meno che non sei del suo team o nel suo gruppo. Per avvicinarti al suo gruppo dovresti un po’ “leccare il culo”, dovresti un po’ fare cose che neanche lui vorrebbe. E’ un peccato perché abbiamo aspetti molto simili. Potremo fare tante cose insieme, ci potremmo divertire molto, perché vedo tanta passione i quello che fa, oltre a tanti altri aspetti. Ha voglia di divertirsi proprio come me.”

Non è mancata la domanda sul compagno di squadra e, se sta meglio adesso con Lorenzo o prima con Iannone.

“Fino ad oggi, per come sta andando la stagione, non ci sono stati problemi con Jorge. Lui ha il suo carattere e i suoi difetti ma a me non mi toccano. Posso fare il mio lavoro tranquillamente e non vengo condizionato dalla sua importanza o dal suo comportamento. Di sicuro gli anni con Iannone non sono stati rilassanti, meglio Jorge.”

http://motograndprix.motorionline.com/2017/09/14/motogp-andrea-dovizioso-con-rossi-abbiamo-aspetti-molto-simili-ma-si-e-dovuto-isolare/