MotoGP Austria Conferenza Stampa: Valentino Rossi, “Ducati favorita, ma tutto può accadere”

Rossi ha aggiunto: "La battaglia più bella? Quella con Lorenzo a Barcellona nel 2009"

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
MotoGP Austria Conferenza Stampa: Valentino Rossi, “Ducati favorita, ma tutto può accadere”

GP Austria MotoGP Press ConferenceValentino Rossi ha parlato nella classica conferenza stampa del giovedì che precede il Gran Premio d’Austria, undicesima tappa del motomondiale 2017. I piloti torneranno subito in pista domani, visto che dopo il Gran Premio della Repubblica Ceca, si corre subito al Red Bull Ring, dove lo scorso anno dominarono le Ducati. Ecco cosa ha detto il #46 della Yamaha.

“Quando corri su questa pista è diversa dalle altre, perché è molto veloce. Bisogna concentrarsi per cercare di fare il meglio, le frenate sono importanti. Il Meteo nel week end non sarà fantastico e dovremo preparaci per tutte le condizioni. A Brno avevo buon feeling e cercherò di essere pronto sia su asciutto che bagnato. Il test post-gp è stato positivo, abbiamo provato alcune cose, e ho concluso con buone sensazioni.”

Rossi ha poi parlato della nuova carena e del flag-to-flag di Brno: “La nuova carena, forse questa pista non è adatta, ma verificheremo nelle sessioni. Il flag-to-flag è difficile per tutti, bisogna capire quando rientrare. A Brno la pista si è asciugata molto rapidamente, noi pensavamo di fermarci dopo un po di giri mentre altri si sono fermati prima. Dobbiamo migliorare e fare meglio, ma in quelle condizioni, che non sono buone per le moto, il flag-to-flag è il male minore. Marc è veloce in tutte le condizioni, ma quest’anno è stato veloce su tutte le piste. Per quanto mi riguarda quest’anno ho sofferto in molte piste, è per questo che è lui è avanti in classifica.”

Credi che la Ducati sia la moto favorita anche quest’anno?

“E’ difficile dire se la Ducati sia la favorita. Quest’anno ogni pista cambia molto, ma penso che loro siano ancora le moto da battere. Dovizioso è sempre molto forte e anche nella gara a Brno è stato veloce, anche Lorenzo sa che qui ha l’opportunità di vincere, nei test è stato molto competitivo. Anche Petrucci sta andando forte e potrà fare bene.”

Capitolo sicurezza

“Credo che in una pista dove le velocità sono molto alte, le vie di fuga non sono mai sufficienti. Ci sono 2 o 3 punti pericolosi, ma non so se hanno cambiato qualcosa. In ogni caso domani andremo in pista poi parleremo in Safety Commission. Pensando alla gara di Brno, se fosse stata tutta asciutta forse avrei vinto ma non si può mai sapere. In griglia non si può cambiare solo la moto, e molti avevano paura che la pista si bagnasse ancora. Credo che un modo per evitare problemi in corsia sia andare più lenti, ma poi il problema sarebbe la temperatura delle gomme. Incidente Iannone/Espargarò? Penso che servano regole più precise in questi casi. Dobbiamo chiarire se chi sta arrivando ha la precedenza.”

Domanda di social: Il sorpasso all’ultima curva a Barcellona su Lorenzo è stato il migliore della tua carriera?

“Credo che il sorpasso su Lorenzo in Catalogna sia stato il più bello, perché all’ultima curva. Anche la battaglia con Stoner a Laguna Seca è stato molto emozionante, ma non come quello con Lorenzo. Anche con Gibernau a Jerez, anche se abbiamo avuto qualche problema dopo (Sete Gibernau presente in press conference ride, ndr).

Alessio Brunori

10th agosto, 2017

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Devi eseguire il login per pubblicare un commento.

Orari GP Valencia - 12/11/2017

GP Valencia 2016

Guarda i risultati e le classifiche

Classifiche Motomondiale

Classifiche Team Motomondiale

Classifiche Factory Motomondiale



Classifica Superbike

Foto Random MotoGP
Foto Random Pit Girls

Sondaggio

Valentino Rossi può vincere il mondiale?

Visualizza Risultati

Loading ... Loading ...
Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini