Moto2 Brno: Intervista esclusiva a Alex Marquez

Marquez: " Il confronto con mio fratello? È uno stimolo"

Moto2 Brno: Intervista esclusiva a Alex MarquezMoto2 Brno: Intervista esclusiva a Alex Marquez

Moto2 Brno 2017 – Durante il Gran Premio della Repubblica Ceca abbiamo intervistato in esclusiva Alex Marquez, rider del Team Estrella Galicia 0.0 Marc VDS. Con il pilota spagnolo abbiamo parlato di Moto2, della MotoGP e del rapporto con il fratello Marc, pluri-iridato nel Motomondiale. Ecco cosa ci ha raccontato.

Sei soddisfatto della prima parte del campionato?

“Ho fatto due errori dall’inizio della stagione, uno in argentina e uno in Germania. Quello più grande è stato sicuramente quello in Argentina, se vuoi combattere per il campionato hai bisogno di tanti punti. Comunque in generale visti i punti e i risultati non è così male, abbiamo iniziato con qualche difficoltà poi siamo andati in crescendo abbiamo vinto gare e fatto il podio al Mugello, quindi non male, e le prove libere e le performance sono positive. Abbiamo bisogno di trovare alcune soluzioni a qualche problema, soprattutto a livello di gomme quando il grip comincia a scendere. Ma in generale le sensazioni sono positive.”

Quali sono gli obiettivi per la seconda metà di stagione?

“Il mio obiettivo è finire il campionato in top 3. Ma se hai la possibilità è giusto continuare a lottare per il podio. E’ difficile perché ho molti punti di svantaggio ma tutto può accadere, il meteo può cambiare e tutti possono fare qualche errore. Ci dobbiamo credere fino alla fine.”

Ti aspettavi un compagno di squadra così forte?

“Me lo aspettavo, soprattutto nella seconda metà della scorsa stagione è stato molto veloce e ha fatto molti podi, quindi lo sapevo. All’inizio era molto più forte di noi, ma pian piano tutto si fa sempre più vicino, anche i nostri avversari oltre a Morbidelli. Anche Oliveira e Pasini sono molto vicini, e tutto può cambiare in ogni gara.”

La prossima rimarrai in Moto2, perché hai deciso di rimanere in questa categoria? Preferisci avere più esperienza prima del salto?

“Sì, più esperienza e ho ancora qualcosa da imparare in Moto2. Non basta fare qualche vittoria o podio, hai bisogno di imparare e voglio provare a vincere il mondiale. Ho bisogno di un anno in più per imparare e poi fare il salto in MotoGP. Per fare questo passo bisogna sentirsi preparati, e in questo momento non mi sento preparato al 100% .”

Hai già provato una MotoGP

“Sì, dopo aver vinto il titolo mondiale Moto3 l’ho provata a Valencia, ma era un test “premio”, non un test per fare il tempo.”

Tuo fratello è campione del mondo in tutte le categorie. E’ difficile avere un fratello con questo curriculum?

“E’ positivo e negativo. Hai molte più pressioni perché tutti ti paragonano a lui e ti tengono sott’occhio, ma se fossi un pilota normale, magari, le critiche ogni tanto sarebbero minori. Adesso tutti ti guardano in Moto2 e magari se arrivi in 22esima posizione tutti dicono che non sei pronto per la MotoGP. Ma sono felice di avere un fratello come Marc. Ho la fortuna di potermi allenare tutti i giorni con lui e vivo con lui. Abbiamo un bellissimo rapporto.”

Magari un giorno vi vedremo nello stesso team

“Questo è un po’ difficile, magari tutti e due in MotoGP come i fratelli Espargarò. Loro sono entrambi li e l’hanno fatto. Il mio obiettivo è quello di andare in MotoGP, che è lo stesso obiettivo di ogni pilota. Ma hai bisogno di essere pronto per andare veloce.”

Chi vincerà il titolo in Moto3 e MotoGP?

“Penso che il ragazzo più forte in Moto3 in questo momento sia Canet, ma anche Martin è molto forte ma l’infortunio potrebbe averlo messo fuori gioco per il campionato. In MotoGP è veramente tutto aperto, ma spero che Marc vinca ancora perché è mio fratello. Ha fatto una prima parte di campionato molto intelligente, mentre i piloti Yamaha hanno perso molto in condizioni difficili come Jerez e Montmelo.”

Moto2 Brno: Intervista esclusiva a Alex Marquez
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Moto2

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Moto2 Brno: Intervista esclusiva a Alex Marquez

Marquez: " Il confronto con mio fratello? È uno stimolo"

Alessio Brunori
di 10 agosto, 2017
Moto2 Brno: Intervista esclusiva a Alex MarquezMoto2 Brno: Intervista esclusiva a Alex Marquez

Moto2 Brno 2017 – Durante il Gran Premio della Repubblica Ceca abbiamo intervistato in esclusiva Alex Marquez, rider del Team Estrella Galicia 0.0 Marc VDS. Con il pilota spagnolo abbiamo parlato di Moto2, della MotoGP e del rapporto con il fratello Marc, pluri-iridato nel Motomondiale. Ecco cosa ci ha raccontato.

Sei soddisfatto della prima parte del campionato?

“Ho fatto due errori dall’inizio della stagione, uno in argentina e uno in Germania. Quello più grande è stato sicuramente quello in Argentina, se vuoi combattere per il campionato hai bisogno di tanti punti. Comunque in generale visti i punti e i risultati non è così male, abbiamo iniziato con qualche difficoltà poi siamo andati in crescendo abbiamo vinto gare e fatto il podio al Mugello, quindi non male, e le prove libere e le performance sono positive. Abbiamo bisogno di trovare alcune soluzioni a qualche problema, soprattutto a livello di gomme quando il grip comincia a scendere. Ma in generale le sensazioni sono positive.”

Quali sono gli obiettivi per la seconda metà di stagione?

“Il mio obiettivo è finire il campionato in top 3. Ma se hai la possibilità è giusto continuare a lottare per il podio. E’ difficile perché ho molti punti di svantaggio ma tutto può accadere, il meteo può cambiare e tutti possono fare qualche errore. Ci dobbiamo credere fino alla fine.”

Ti aspettavi un compagno di squadra così forte?

“Me lo aspettavo, soprattutto nella seconda metà della scorsa stagione è stato molto veloce e ha fatto molti podi, quindi lo sapevo. All’inizio era molto più forte di noi, ma pian piano tutto si fa sempre più vicino, anche i nostri avversari oltre a Morbidelli. Anche Oliveira e Pasini sono molto vicini, e tutto può cambiare in ogni gara.”

La prossima rimarrai in Moto2, perché hai deciso di rimanere in questa categoria? Preferisci avere più esperienza prima del salto?

“Sì, più esperienza e ho ancora qualcosa da imparare in Moto2. Non basta fare qualche vittoria o podio, hai bisogno di imparare e voglio provare a vincere il mondiale. Ho bisogno di un anno in più per imparare e poi fare il salto in MotoGP. Per fare questo passo bisogna sentirsi preparati, e in questo momento non mi sento preparato al 100% .”

Hai già provato una MotoGP

“Sì, dopo aver vinto il titolo mondiale Moto3 l’ho provata a Valencia, ma era un test “premio”, non un test per fare il tempo.”

Tuo fratello è campione del mondo in tutte le categorie. E’ difficile avere un fratello con questo curriculum?

“E’ positivo e negativo. Hai molte più pressioni perché tutti ti paragonano a lui e ti tengono sott’occhio, ma se fossi un pilota normale, magari, le critiche ogni tanto sarebbero minori. Adesso tutti ti guardano in Moto2 e magari se arrivi in 22esima posizione tutti dicono che non sei pronto per la MotoGP. Ma sono felice di avere un fratello come Marc. Ho la fortuna di potermi allenare tutti i giorni con lui e vivo con lui. Abbiamo un bellissimo rapporto.”

Magari un giorno vi vedremo nello stesso team

“Questo è un po’ difficile, magari tutti e due in MotoGP come i fratelli Espargarò. Loro sono entrambi li e l’hanno fatto. Il mio obiettivo è quello di andare in MotoGP, che è lo stesso obiettivo di ogni pilota. Ma hai bisogno di essere pronto per andare veloce.”

Chi vincerà il titolo in Moto3 e MotoGP?

“Penso che il ragazzo più forte in Moto3 in questo momento sia Canet, ma anche Martin è molto forte ma l’infortunio potrebbe averlo messo fuori gioco per il campionato. In MotoGP è veramente tutto aperto, ma spero che Marc vinca ancora perché è mio fratello. Ha fatto una prima parte di campionato molto intelligente, mentre i piloti Yamaha hanno perso molto in condizioni difficili come Jerez e Montmelo.”

http://motograndprix.motorionline.com/2017/08/10/moto2-brno-intervista-esclusiva-a-alex-marquez/