Moto2 Brno: Intervista esclusiva a Franco Morbidelli

Morbidelli sarà il primo pilota della VR46 ad affrontare Rossi in pista

Moto2 Brno: Intervista esclusiva a Franco MorbidelliMoto2 Brno: Intervista esclusiva a Franco Morbidelli

Moto2 Brno 2017 – A Brno abbiamo intervistato in esclusiva Franco Morbidelli, rider del Team Estrella Galicia Marc VDS e pilota VR46 Riders Academy. Con il leader del mondiale della Moto2 abbiamo affrontato svariati argomenti, dalla Moto2, alla MotoGP, del confronto con Rossi, parlando anche delle minimoto.

Se ti dovessi dare un voto per questa prima parte di stagine che voto sarebbe?

“E’ stata una prima parte fantastica, mi darei 9, abbiamo vinto tante gare, ho fatto un errore ma abbiamo preso punti anche nei momenti difficili.”

Pensi già al mondiale?

“E’ ancora troppo presto, bisogna lavorare e vedere come andrà.”

Il prossimo anno sarai in MotoGP. Chi sarà il tuo team-mate e con che moto correrai?

“Non so chi sarà il mio compagno di squadra e neanche con che moto correrò. So solo che rimarrò in questo Team (che ora è con Honda, ma che tratta anche con Aprilia, ndr).”

Sarai il primo primo pilota della VR46 ad affrontare Rossi nella classe MotoGP

“Sarà differente affrontarlo in una gara di mondiale “vera” e non al Ranch, sarà sicuramente emozionante e diverso. Sono contento di essere il primo pilota dell’Academy ad arrivare in MotoGP. Questo dimostra che in soli 4 anni è stato fatto un ottimo lavoro e grazie a loro sono riuscito ad arrivare dove sono adesso e dove sarò il prossimo anno. Colgo l’occasione per ringraziarli.”

Da qui al termine della stagione hai una pista preferita?

“E’ difficile, le piste del mondiale mi piacciono tutte, bisogna vedere se io piaccio a loro! Ci sono circuiti che mi piacciono molto ma in cui non sono veloce. In questa seconda parte di campionato per esempio a Brno ho sempre fatto fatica.”

Quali sono secondo te i piloti italiani del futuro in Moto2?

“Sicuramente Bagnaia, che sta facendo un ottimo campionato già da rookie e che il prossimo anno potrà giocarsi il titolo. Con lui Luca Marini e Lorenzo Baldassarri, che ormai sono nelle posizioni di vertice. Ci sono tanti italiani che possono far bene.”

Sei uno dei pochi pilota che non ha corso in Moto3, sei “passato” dalle Stock.

“E’ un qualcosa di diverso e particolare, ma comunque mi ha permesso di arrivare qui. Dimostra che anche nell’altro campionato ci sono ottimi piloti e categorie formative che possono aiutare i piloti a crescere e ad ambire dalla MotoGP.”

Guidi la moto in strada?

“Non ho la patente, quindi non guido in strada. Ho un pò paura della strada, sarà sicuramente bello fare i passi e le strade con tutte curve, ma al momento vado solo in pista.”

MotoGP campionato combattutissimo…

“E’ un gran bel mondiale, sono tutti lì, è un campionato incredibile. E’ un campionato in cui certe case vanno bene in certe gare e meno in altre, quindi ci sono molti alti e bassi. Raggiungere una costanza di rendimento è difficilissimo, gomme non gomme, moto non moto, grip non grip, è interessante. Da spettatore è interessante e avvincente.”

Hai mai provato la MotoGP?

“Non l’ho mai provata, sono completamente concentrato nella Moto2.”

A Franciacorta c’è stato il round finale campionato europeo Minimoto 2017 e c’erano oltre 60 iscritti.

“Non lo sapevo, è bello sapere che ci sono così tanti iscritti. La minimoto era uno sport che andava in calando con l’approdo delle MiniGP. Secondo me la minimoto ti insegna molto a lottare, una disciplina che ti impara a fare strategie. E’ bellissimo, devono darci dentro tutti.”

Moto2 Brno: Intervista esclusiva a Franco Morbidelli
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Moto2

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Moto2 Brno: Intervista esclusiva a Franco Morbidelli

Morbidelli sarà il primo pilota della VR46 ad affrontare Rossi in pista

Alessio Brunori
di 8 agosto, 2017
Moto2 Brno: Intervista esclusiva a Franco MorbidelliMoto2 Brno: Intervista esclusiva a Franco Morbidelli

Moto2 Brno 2017 – A Brno abbiamo intervistato in esclusiva Franco Morbidelli, rider del Team Estrella Galicia Marc VDS e pilota VR46 Riders Academy. Con il leader del mondiale della Moto2 abbiamo affrontato svariati argomenti, dalla Moto2, alla MotoGP, del confronto con Rossi, parlando anche delle minimoto.

Se ti dovessi dare un voto per questa prima parte di stagine che voto sarebbe?

“E’ stata una prima parte fantastica, mi darei 9, abbiamo vinto tante gare, ho fatto un errore ma abbiamo preso punti anche nei momenti difficili.”

Pensi già al mondiale?

“E’ ancora troppo presto, bisogna lavorare e vedere come andrà.”

Il prossimo anno sarai in MotoGP. Chi sarà il tuo team-mate e con che moto correrai?

“Non so chi sarà il mio compagno di squadra e neanche con che moto correrò. So solo che rimarrò in questo Team (che ora è con Honda, ma che tratta anche con Aprilia, ndr).”

Sarai il primo primo pilota della VR46 ad affrontare Rossi nella classe MotoGP

“Sarà differente affrontarlo in una gara di mondiale “vera” e non al Ranch, sarà sicuramente emozionante e diverso. Sono contento di essere il primo pilota dell’Academy ad arrivare in MotoGP. Questo dimostra che in soli 4 anni è stato fatto un ottimo lavoro e grazie a loro sono riuscito ad arrivare dove sono adesso e dove sarò il prossimo anno. Colgo l’occasione per ringraziarli.”

Da qui al termine della stagione hai una pista preferita?

“E’ difficile, le piste del mondiale mi piacciono tutte, bisogna vedere se io piaccio a loro! Ci sono circuiti che mi piacciono molto ma in cui non sono veloce. In questa seconda parte di campionato per esempio a Brno ho sempre fatto fatica.”

Quali sono secondo te i piloti italiani del futuro in Moto2?

“Sicuramente Bagnaia, che sta facendo un ottimo campionato già da rookie e che il prossimo anno potrà giocarsi il titolo. Con lui Luca Marini e Lorenzo Baldassarri, che ormai sono nelle posizioni di vertice. Ci sono tanti italiani che possono far bene.”

Sei uno dei pochi pilota che non ha corso in Moto3, sei “passato” dalle Stock.

“E’ un qualcosa di diverso e particolare, ma comunque mi ha permesso di arrivare qui. Dimostra che anche nell’altro campionato ci sono ottimi piloti e categorie formative che possono aiutare i piloti a crescere e ad ambire dalla MotoGP.”

Guidi la moto in strada?

“Non ho la patente, quindi non guido in strada. Ho un pò paura della strada, sarà sicuramente bello fare i passi e le strade con tutte curve, ma al momento vado solo in pista.”

MotoGP campionato combattutissimo…

“E’ un gran bel mondiale, sono tutti lì, è un campionato incredibile. E’ un campionato in cui certe case vanno bene in certe gare e meno in altre, quindi ci sono molti alti e bassi. Raggiungere una costanza di rendimento è difficilissimo, gomme non gomme, moto non moto, grip non grip, è interessante. Da spettatore è interessante e avvincente.”

Hai mai provato la MotoGP?

“Non l’ho mai provata, sono completamente concentrato nella Moto2.”

A Franciacorta c’è stato il round finale campionato europeo Minimoto 2017 e c’erano oltre 60 iscritti.

“Non lo sapevo, è bello sapere che ci sono così tanti iscritti. La minimoto era uno sport che andava in calando con l’approdo delle MiniGP. Secondo me la minimoto ti insegna molto a lottare, una disciplina che ti impara a fare strategie. E’ bellissimo, devono darci dentro tutti.”

http://motograndprix.motorionline.com/2017/08/08/moto2-brno-intervista-esclusiva-a-franco-morbidelli/