MotoGP: Paolo Ciabatti, Ducati Corse, “Ci sarà un grande cambiamento”

Il Direttore Sportivo di Ducati Corse ha aggiunto: "Lavoriamo per dare di più a Lorenzo"

MotoGP: Paolo Ciabatti, Ducati Corse, “Ci sarà un grande cambiamento”MotoGP: Paolo Ciabatti, Ducati Corse, “Ci sarà un grande cambiamento”

Ducati MotoGP 2017 – La stagione della Ducati è da considerarsi sin qui più che positiva. Arrivati a metà stagione, la vetta del mondiale è lontana solo 6 punti e dopo il GP d’Olanda Andrea Dovizioso era in testa al mondiale. Bene ha fatto anche Danilo Petrucci, che con la Desmosedici GP17 del Pramac Racing ha ottenuto tre prime file consecutive e dei podi. Unico neo l’adattamento di Jorge Lorenzo, che podio di Jerez a parte, ha sempre faticato.

Lo stile di guida del cinque volte campione del mondo non si “sposa” con quello della Ducati e a questo proposito uno dei punti dove si sta lavorando è la velocità in curva. L’argomento è stato trattato da Paolo Ciabatti, Direttore Sportivo di Ducati Corse che a MotoGP.com ha detto.

“Non possiamo che essere felici perché la stagione sta andando bene. Abbiamo iniziato in Qatar molto bene, poi abbiamo avuto un paio di gare difficili, ma abbiamo firmato una vittoria storica al Mugello e la settimana successiva, abbiamo vinto a Barcellona. Questo è stato molto positivo, perché abbiamo dimostrato che possiamo essere competitivi su circuiti diversi, siamo felici.”

Ciabatti ha parlato poi dei punti della Desmosedici GP17 da migliorare. “Naturalmente ci rendiamo conto che c’è ancora del lavoro da fare. La moto è migliorata, ma siamo consapevoli che c’è ancora una mancanza di velocità in curva. In questa zona stiamo lavorando. Nella seconda metà della stagione ci sarà un grande cambiamento. L’obiettivo è quello di risolvere il nostro problema o almeno ridurlo al minimo. Ci auguriamo che questo aiuti tutti i piloti, ma forse Jorge (Lorenzo, ndr) sarà quello che ne beneficerà di più. Sarà però utile anche a Dovizioso e Petrucci, che guidano la stessa moto.”

Parlando più in particolare dei problemi di Lorenzo ha aggiunto: “Sappiamo che Jorge ha bisogno di più da parte nostra, per sentirsi a proprio agio con la moto. Pertanto, lavoriamo in questa direzione. Ci vuole più tempo di quanto ci aspettassimo, ma ci sono alcuni miglioramenti e segnali positivi. Abbiamo ancora bisogno di regolare un paio di cose sulla moto in modo che si adatti meglio al suo stile di guida. Lui e il suo team lavorano a stretto contatto, la motivazione è alta, pertanto, sono sicuro che avremo successo.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

9 commenti
  1. TONYKART

    12 luglio 2017 at 13:47

    Alla ducati sono dei gran signori ,come fecero anche con rossi mai una parola in pubblico per screditare il proprio pilota,piuttosto si prendono colpe che oggettivamente in questo caso non hanno ,lorenzo non è in difficoltà con la moto ma con le gomme,dovizioso tiene a galla la baracca ma se nn ci fosse stato lui???speriamo che passi in fretta l era lorenzo e ci mettano un giovane con le p@lle su quella moto ….

  2. nandop6

    13 luglio 2017 at 13:33

    Sono contento che la Ducati vada forte con Dovizioso per prima cosa perchè italiano, seconda cosa perchè parliamoci chiaro, Lorenzo pensava di arrivare e fare quello che non ha saputo fare Rossi, solo che gli è andata malissimo perchè oltre ad avere una moto migliore rispetto all’era Rossi non riesce neanche ad essere il migliore ducatista.

    • Bestlap

      13 luglio 2017 at 15:39

      Jorge aveva detto che andava in ducati x fare la storia bè è stato accontentato la sta facendo, forse non come si aspettava lui ma la sta facendo.. Cmq queste gomme non accontentano nessuno forse l’unico che le apprezza è zio carmelo ma è da solo.. Qualcuno ipotizza che Lorenzo non riesca a reggere fisicamente il ritmo che la D16 impone al pilota. In più di uno dicono di averlo visto scendere dalla moto stanco e stravolto, questo spiegherebbe il fatto che fa fuoco e fiamme nei primi giri e poi si spenge poco a poco man mano che si avvicina a fine gara…

      • nandop6

        14 luglio 2017 at 20:46

        E’ assodato che la Ducati sia una moto fisica per cui ci sta che Lorenzo si perda durante il GP comunque Meregalli ha affermato che queste gomme aiutano molto la Ducati.

  3. ueueue

    14 luglio 2017 at 19:09

    ..per dare di più a Loprenzo si mormora di un aggiornamento tecnico derivato prendendo spunto dalla piaggio MP3..

  4. TONYKART

    16 luglio 2017 at 12:25

    Non c è motivo di dire che la ducati di oggi sia una moto fisica , ormai di quella di preziosi non ha più nemmeno gli adesivi ,vhe sia diversa come stile di guida si ok ma che sia un carro armato mi sembra più una nomina che una realtà ,meregalli non capisce perché non va la yamaha e pretende di dire che queste gomme aiutano ducati ?semplicemente perché non ammettere che è una buona moto ,digli di darla a Maverick la ducati al posto di Lorenzo o allo stesso valentino o stoner o Marquez poi vediamo se nn chiude il mondiale in breve tempo

  5. Bestlap

    18 luglio 2017 at 14:57

    Mi sembri un pò troppo ottimista, lo stesso Dovi dice che è una moto fisica, non è dato sapere quanto, ma sicuramente più della M1 che Jorge ha sempre guidato.. Cmq è un dato di fatto che Lorenzo nei primi giri vada forte come il Dovi, anche di più a volte però non ha la continuità, ci sarà un motivo…..

  6. TONYKART

    20 luglio 2017 at 18:38

    come logica e con tutto il rispetto per dovizioso mi aspetto che un marquez,maverick ecc sulla ducati qualcosina ancora in piu’ possano dare rispetto a lui….
    dopo che io ho messo il mio commento negli articoli lo stesso bautista non parla come lorenzo della ducati e nemmeno come i detrattori di questo marchio
    lorenzo in effetti anche rispetto a rossi o altri piloti che corrono su altre moto e’ capitato partisse a razzo per poi tornare indietro e allinearsi ai tempi e comunque lottare per la vittoria,ma il declino e’ stato evidente dall arrivo delle michelin gia’ con yamaha,su ducati riesce anche a fare di peggio…nn so non e’ sicuramente un brocco ma ha una crisi personale,non so come ducati colmera’ questo…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati